il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 111 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1770736
    Gran Canaria - Playa Guayedra
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
domenica 28 gennaio 2018

Playa Guayedra da Agaete

Agaete è il paese sulla costa nord ovest di Gan Canaria dove siamo alloggiati. Trova il suo sbocco al mare nel poco distante Puerto de las Nieves. Si tratta di un piccolo e tranquillo centro abitato, discosto dalle zone più antropizzate e turistiche dell'isola. Visto che abbiamo girato molto in auto, per l'ultimo giorno a Gran Canaria scegliamo una passeggiata che ha inizio dal paese stesso: la discesa alla spiaggia appartata di Guayedra. Dopo l'impagabile sensazione di uscire di casa con gli scarponi, ci portiamo all’incrocio con la strada per La Aldea dove ha inizio una stradella lastricata.
01-In discesa verso la Playa de Guayedra01-In discesa verso la Playa de Guayedra
02-I ciottoli neri della Playa de Guayedra02-I ciottoli neri della Playa de Guayedra
La pista si trasforma presto in largo sentiero cadenzato a distanze regolari da gradini e circondato da bassi arbusti di euforbia ed in breve si riesce già ad avere una bella vista sul paese e sul porto. Più in alto ci si innesta nuovamente sulla sede stradale (si tratta della GC 20, la tortuosa rotabile che conduce a La Aldea) che ora dovremo seguire per circa 500 metri. Finalmente un cartello segnala a sinistra il sentiero che scende alla costa. Ora la visuale è cambiata e al porto si è sostituita la vista della bella spiaggia di Guayedra sotto di noi. La discesa avviene lungo un arido pendio circondatao da fichi d'India e da vetuste euforbie dal fusto legnoso. Con un bel traverso tra le margherite si arriva sul dosso che si trova proprio sopra la spiaggia e la finca Guayedra con i suoi palmizi. Con breve discesa si arriva così a pochi metri dell'oceano, dove la sabbia lascia il posto a ciottoli scuri.
03-I picchi del massiccio di Tamadaba03-I picchi del massiccio di Tamadaba
04-Il Puerto de las Nieves04-Il Puerto de las Nieves
Alcuni grossi granchi dai riflessi rossi si muovono sugli scogli pronti a nascondersi velocemente appena ci avvistano. Poco distante, un traghetto della Fred Olsen ha quasi raggiunto il porto de Las Nieves dove sbarcano gli arrivi da Tenerife. Il Dedo de Dios, l'alta sottile formazione rocciosa che si trovava presso le scogliere è crollata nel 2005 a causa di una tormenta. Dell'alto dito puntato al cielo ora resta solo la parte sottostante. Ci dilunghiamo verso il porto fin dove la spiaggia lascia il posto alle scogliere sulle quali si infrangono le forti ondate. Sarebbe bello rimanere fino al tramonto ma domani ci attende una alzataccia e i bagagli devono essere già pronti...
05-L'oceano Atlantico dalla Playa de Guayedra05-L'oceano Atlantico dalla Playa de Guayedra
06-I colorati abitanti degli scogli di Playa Guayedra06-I colorati abitanti degli scogli di Playa Guayedra
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva