il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 76 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1288226
    Gran Canaria - Cruz de la Huesita
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
martedì 22 gennaio 2019

Cruz de la Huesita da El Aserrador

Questo anello ci porta a percorrere i due lati del barranco del Juncal, tra foresta di pini canari e piccoli nuclei di abitazioni. Il tratto di chiusura si svolge sulla linea di dorsale culminante con l’antico vulcano della Montaña del Aserrador. Lungo la strada che da San Bartolomè porta a Tejeda, lasciamo l’auto presso l’insellatura de l’Aserrador (m 1368), al bivio per El Juncal. E’ questo il nome del borgo come anche del barranco.
01-Le case de El Juncal01-Le case de El Juncal
Proseguiamo per un tratto in leggera discesa tra le agavi sul sottile nastro asfaltato, passando a fianco di un enorme roccione traforato da molte cuevas, le piccole cavità usate in passato dai nativi. Senza avvicinarci troppo, scendiamo sul sentierino che si stacca a sinistra fino a ricollegarci con la strada asfaltata per El Juncal. Restando sulla direttrice del barranco raggiungiamo le prime case e il nucleo principale, un luogo davvero tranquillo che infonde serenità. Alla nostra sinistra osserviamo la cresta montuosa che delimita il barranco a sud: sarà la dorsale che percorreremo successivamente. Alla piccola Iglesia de Santa Teresita nel centro di El Juncal (m 1122), cartelli in legno ci segnalano la direzione per La Cruz de Pajonales, tra le ultime case dai giardini. La sterrata a destra ci fa invertire la direzione (cartello Cruz de Pajonales) e dopo una vecchia costruzione si muta in sentiero, inizialmente lastricato. Ci abbassiamo al fondo del barranco, occupato dalla consueta macchia di canne: da qui inizia la risalita su fianco opposto, con piccole svolte in un rado bosco di pini canari. Man mano che ci alziamo possiamo apprezzare meglio come, a monte del paesino, altri insediamenti abitati siano posti sotto cavità rocciose: sono le Cuevas de Pajonales (raggiungibili su strada). Una diagonale verso destra segna la fine del sentiero che si innesta sulla pista. Alla insellatura de La Cruz de Pajonales (m 1153) troviamo il grande edificio della Casa Forestal, dal grande cortile interno (m 1194).
02-La Casa Forestal de Pajonal02-La Casa Forestal de Pajonal
Attenzione al trivio di piste che da qui si dipanano. La nostra sembra scendere all’inizio, in realtà si dilunga dolcemente e risale in un chilometro alla Cruz de La Huesita (m 1231). Delle varie direzioni che confluiscono a questo punto, prendere quella per la Hoja Vieja e Candelilla, con partenza gradinata. All'interno di una bellissima pineta ci avviciniamo a interessanti pareti striate, piegando poi a destra per compiere il largo aggiramento del Morro de Pajonales. Si raggiunge così un piccolo ripiano dove un gruppo di escursionisti si riposa sul muretto. Portandosi sul ciglio del versante, riusciamo a scorgere l’azzurro dell’invaso de Las Niñas. Nel proseguire, passiamo sul fianco ovest della dorsale. Oggi la giornata è limpida e riusciamo a scorgere Tenerife con la inconfondibile sagoma piramidale del Teide, oltre alle case alte del paesino situate in posizione caratteristica sotto lo sperone roccioso a chiusura del barranco. Dietro a questo vediamo la dorsale e la cima di Altavista.
03-parete03-parete
04-Lungo la panoramica dorsale04-Lungo la panoramica dorsale
Passando da una parte all’altra della cresta, si giunge in prossimità del punto di maggiore elevazione raggiungibile con brevissima deviazione. Dalla parte opposta il percorso continua, largo e lastricato, tanto da essere utilizzato anche dai ciclisti. Dopo una forcella in vista sulle due valli, si sfiora una fonte a cui attingono alcuni tubi di gomma. Seguono alcuni lievi saliscendi fino al cippo della forcella posta sotto l’antico massiccio vulcanico dell’Aserrador che si stacca decisamente dal panorama circostante. Facciamo ora attenzione a imboccare la traccia non segnata sulla sinistra, un poco invasa da cespugli, che scende alla strada asfaltata e in pochi minuti riporta alla nostra auto.
05-Il paesaggio vulcanico05-Il paesaggio vulcanico
06-La Aserrador06-La Aserrador
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva