il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 18 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1711180
    La Gomera - Anello di Jerduñe dalla Degollada de Peraza
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
venerdì 28 gennaio 2022
Tag: 

Anello di Jerduñe dalla Degollada de Peraza

Da San Sebastian de la Gomera risaliamo la strada principale per parcheggiare nei pressi della Degollada de Peraza. L'inizio dell'itinerario, sul lato del bar ristorante, è indicato da cartelli (Jerduñe) che immettono immediatamente entro il cancello di una proprietà privata. La attraversiamo con un poco di soggezione chiedendoci se siamo sul sentiero giusto anche perché due cani ci corrono attorno: sono molto socievoli e ci accompagnano fino al primo tornante dove il sentiero inizia a scendere ripidamente lungo un pendio ricoperto da fichi d'India.
01-Palmizi lungo la valle01-Palmizi lungo la valle
02-Lungo il solco del barranco02-Lungo il solco del barranco
Con strette serpentine ci troviamo in un ripiano di antichi terrazzamenti, certamente ricavati da un lungo e duro lavoro. Più in basso il sentiero piega a destra iniziando un traverso piacevole nel paesaggio tipico di questo settore dell'isola. Oltre ai fichi cominciano ad apparire le agavi come pure le drimie fiorite.
03-Le case di Jerduñe03-Le case di Jerduñe
In quota si va ad intersecare un impluvio, dopo il quale il sentiero si alza fino ad un ripiano prativo. E' piovuto da poco e l'erba si mostra di un verde brillante. Il luogo ospita alcuni antichi casolari ed è dominato da un piccolo sperone roccioso. Qui ci innestiamo sul sentiero per la lontana e celebrata playa del Cabrito, a sud di San Sebastian. Noi lo seguiamo in salita, fino al bivio successivo dove tralasciamo la destra e prendiamo a sinistra la direzione per Tejade (5 km). Alcuni saliscendi collegano piccoli ripiani dove sorge qualche casolare isolato e poi il nucleo di Jerduñe, più strutturato, dove arriva o forse arrivava la corrente elettrica. Un vialetto lastricato passa davanti alle case disabitate, anche a due piani con antenna tv, contenenti arredi ammassati. Nonostante l'abbandono grandissime piante di gerani ancora crescono senza cure di alcun giardiniere.
04-Interno di una vecchia scuola di Jerduñe04-Interno di una vecchia scuola di Jerduñe
05-Lungo la scalinata da Jerduñe alla sede stradale05-Lungo la scalinata da Jerduñe alla sede stradale
Proseguiamo sul viottolo lastricato, poi una infinita serie di gradini di pietra ci portano verso la sede stradale. Ritroviamo il sentiero dalla parte opposta, ha un accenno di lastricatura e sale a ripidi tornantini fino a traversare su traccia inerbita e raggiungere la linea di dorsale. Si apre un bellissimo panorama sulla valle, percorsa dalla strada per Playa de Santiago. Arriviamo presto al bivio dove prendiamo per la chiesetta de las Nieves. Poco prima di arrivare alla strada asfaltata inizia a piovere costringendoci a cercare riparo sotto un pino canario. L'albero è fronzuto, ma non si può pretendere più di tanto e dopo una ventina di minuti riprendiamo a camminare nonostante la poggia battente. All'incrocio con la strada principale imbocchiamo proprio di fronte la rotabile che sale alla Ermita de las Nieves. La seguiamo fino alla prima curva per abbandonarla e prendere la pista che scende a sinistra. La pioggia ha trasformato il tracciato in un torrentello ma ormai manca solo una scalinata per ritornare esattamente al punto di partenza.
06-Verso la parte alta dell'anello06-Verso la parte alta dell'anello
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Nella stessa zona
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva