il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 87 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_3602
    La Gomera - Cumbre de Chijeré
  • IMG_3615
    La Gomera - Cumbre de Chijeré
  • P1040504
    La Gomera - Cumbre de Chijeré
  • P1040509
    La Gomera - Cumbre de Chijeré
  • P1040524
    La Gomera - Cumbre de Chijeré
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
mercoledì 28 gennaio 2015
Tag: 

Cumbre de Chijeré da Vallehermoso

Eccoci di nuovo a Vallehermoso (m 186) per completare l’escursione già rimandata in precedenza per il forte vento. Dopo avere parcheggiato nei pressi del cimitero, seguiamo le indicazioni per la Ermita di Santa Clara attraversando un primo solco. Il percorso, largo e gradinato, porta alle ultime case circondate da orti e recinzioni. Da lontano arriva ogni tanto il raglio di un asino: il ristretto ambiente rurale è, come di consueto, ben inserito nel contesto del paesaggio e dona un senso di tranquillità.
01-Ultimi casolari sopra Vallehermoso 01-Ultimi casolari sopra Vallehermoso
02-Palmizi lungo il barranco de la Era Nueva02-Palmizi lungo il barranco de la Era Nueva
La mulattiera prosegue con pendenza regolare tra le agavi e i terrazzamenti, alcuni abbandonati, altri ancora coltivati. Fanno la loro comparsa i primi ginepri (che qui chiamano sabina canaria) ma ne vedremo tanti lungo il percorso odierno. Superato un ultimo casolare semidiroccato con annessa vasca, il sentiero doppia uno spigolo e piega assieme alla valle verso destra. Sul fondo del barranco, un canneto cela una vecchia cisterna per l’acqua. Quando il sentiero rimonta sul fianco sinistro, la vegetazione si fa più rigogliosa con la comparsa dei primi lauri sempreverdi. Più avanti, una serie di svolte ci riporta definitivamente sull’altro lato della valle dove l’aria mite odora di eucalipto. Il gradevole profumo proviene dalla macchia che stiamo attraversando e per prolungarne la sensazione raccogliamo alcune manciate di foglie. In breve si rimonta alla prima schiarita avvicinandosi allo sperone roccioso di una costa secondaria dove il sentiero piega decisamente a destra.
03-Boscaglia di eriche e lauri sul sentiero per Santa Clara03-Boscaglia di eriche e lauri sul sentiero per Santa Clara
04-L'Ermita di Santa Clara04-L'Ermita di Santa Clara
Con piacevole percorso in quota e con bellissime visuali sui dintorni di Vallehermoso attraversiamo una serie di tunnel boscati, dove grandi Aeonium si mostrano sulla parete rocciosa di sinistra. Raggiunta infine la dorsale, la cumbre, principale si arriva subito all’ampio ripiano della Ermita di Santa Clara (m 735), con annessa area di sosta attrezzata. Il percorso procede ora in quota, pochi metri sotto il filo di cresta, regalando magnifici panorami sulla costa di Arguamul. Più avanti noteremo una muraglia turrita a picco sul mare: è la parte sommitale di quello che è il monumento naturale di Los Organos. Da qui non la possiamo vedere ma si tratta di una formazione basaltica simile alle canne di un organo ed è visitabile solo via mare con il battello.
05-I colori della Cumbre di Chijerè 05-I colori della Cumbre di Chijerè
06-Panorama su Tenerife dalla Cumbre de Chijerè 06-Panorama su Tenerife dalla Cumbre de Chijerè
07-Roque de Los Organos 07-Roque de Los Organos
08-Le scogliere di Arguamul08-Le scogliere di Arguamul
Il sentiero raggiunge nuovamente la linea di cresta della Cumbre de Chijerè in un punto in cui l’erosione mostra gli accesi colori della terra. Poco dopo ci si innesta sulla pista sterrata con la quale si arriva alla Ermita di Coromoto (m 635). Da tempo siamo in vista della maggiore delle isole Canarie, Tenerife, sovrastata dalla inconfondibile piramide del Teide. Una deviazione facoltativa a sinistra (cartello) ci porta in pochi minuti a raggiungere le case abbandonate di Chijerè (m 570). Ben conservati sono gli antichi terrazzamenti con sinuose linee di mura a secco mentre alcune abitazioni si reggono ancora in piedi. Tornati alla pista si assecondano un paio di coste fino al punto in cui il sentiero piega verso destra. Prima di iniziare a scendere però ci portiamo al mirador di Punta de Alcalà che offre una magnifica vista sulla costa e una scusa per una sosta e uno spuntino.
09-L'Ermita di Coromoto 09-L'Ermita di Coromoto
10-Sulla Cumbre de Chijerè 10-Sulla Cumbre de Chijerè
11-Il villaggio abbandonato di Chijerè 11-Il villaggio abbandonato di Chijerè
12-Panorama dalla Punta di Alcalà12-Panorama dalla Punta di Alcalà
13-Euforbie presso il Mirador di Alcalà13-Euforbie presso il Mirador di Alcalà
Ripreso il segnavia, iniziamo a perdere quota decisamente lungo il filo di una vertiginosa costa in aperta vista sul mare.
14-La costa settentrionale di La Gomera14-La costa settentrionale di La Gomera
Con una brusca ansa verso destra il sentiero si porta su terreno meno acclive dove la discesa prosegue a larghe svolte. I coltivi del barranco di Vallehermoso sembrano vicini ma il sentiero si dilunga ancora prima di imboccare il solco che termina presso alcune abitazioni. Raggiunta la strada asfaltata, in pochi minuti a sinistra si può raggiungere la sassosa Playa di Vallehermoso con annessa piscina (chiusa in inverno). Sul fianco sinistro della playa, fino al 1950 era attivo il Castillo, il nome del Pescante di Vallehermoso, adoperato per esportare i prodotti locali. Il rientro a Vallehermoso può avvenire lungo la strada asfaltata oppure seguendo le puntuali indicazioni del sentiero pedonale. Questo, più avanti, attraversa il barranco e si porta sul fianco opposto raggiungendo la cittadina con un percorso più lungo ma ovviamente più interessante e tranquillo.
15-Il Roque Cano domina Vallehermoso 15-Il Roque Cano domina Vallehermoso
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva