il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 135 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_6834
    Alpi Retiche - Stelvio Trafoi
  • IMG_6850
    Alpi Retiche - Stelvio Trafoi
  • IMG_6873
    Alpi Retiche - Stelvio Trafoi
  • IMG_6788
    Alpi Retiche - Stelvio Trafoi
  • IMG_6882
    Alpi Retiche - Stelvio Trafoi
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
sabato 26 luglio 2008

Il Sentiero del Lago d'Oro dal Passo dello Stelvio a Trafoi

L'autobus pubblico che da Trafoi sale con una infinita serie di tornanti al Passo dello Stelvio ci da l'occasione per intraprendere una nota e frequentata escursione che, dagli oltre 2700 m del passo, ci riporta al punto di partenza.
01-Fioriture di geo presso passo dello Stelvio01-Fioriture di geo presso passo dello Stelvio
02-La mulattiera sopra il passo dello Stelvio sfiora postazioni militari02-La mulattiera sopra il passo dello Stelvio sfiora postazioni militari
Quindi per oggi abbiamo poco dislivello in salita ma circa 13 km da camminare, in un ambiente altamente spettacolare, in vista sui ghiacciai dell'Ortles. Da Prato allo Stelvio risaliamo a Trafoi dove parcheggiamo l'auto per attendere l'autobus che ci porterà allo Stelvio. E' un'avventura a se stante: i tornanti che risalgono la valle sono tantissimi e molto stretti, il conducente è abilissimo a sterzare il lungo mezzo che a ogni curva sembra sfiorare l'abisso (sì, sto un po esagerando...). Guardiamo un po' preoccupati la signora altoatesina che gli parla, rigorosamente in tedesco, portandolo ad uno stato di distrazione.
03-Ranuncoli glaciali03-Ranuncoli glaciali
04-La mulattiera si snoda in quota sotto la Punta Rosa04-La mulattiera si snoda in quota sotto la Punta Rosa
05- Fioriture di cardi spinosi a lato del sentiero05- Fioriture di cardi spinosi a lato del sentiero
All'arrivo al passo dello Stelvio a 2758 metri incontriamo un brusco cambio di temperatura e indossiamo subito i piumini. Ci aspetta qualche decina di metri di salita, una delle poche che faremo oggi. La quota è la Cima Garibaldi, Drei Sprachen Spitze a 2838 m. Il sentiero ovviamente è quasi intasato da turisti infreddoliti, scesi dal pullman e giunti qui quasi per caso.
06-La cima dell'Ortles06-La cima dell'Ortles
07-Traverso sopra la conca del Lago d'Oro07-Traverso sopra la conca del Lago d'Oro
08-Ghiacciai nel gruppo dell'Ortles08-Ghiacciai nel gruppo dell'Ortles
Di fronte a noi i ghiacciai del gruppo del Gran Zebrù e dell'Ortles. Proseguiamo su larga mulattiera in falsopiano tra resti di costruzioni militari della Grande Guerra. Volendo è possibile imboccare a sinistra una traccia (20a) che conduce con poca risalita alla Punta Rosa a 3020 m, caratterizzata da un ardito torrione sommitale che precipita ripido sull'altro versante. Altrimenti l'escursione prosegue in quota sul segnavia 20 contornando in alto la conca glaciale del Lago d'Oro.
09-La conca del piccolo Lago d'Oro09-La conca del piccolo Lago d'Oro
10-Fortificazioni militari lungo il percorso10-Fortificazioni militari lungo il percorso
11-Postazioni militari lungo il percorso11-Postazioni militari lungo il percorso
Ci aspetta ora una lunghissima diagonale sulle pendici della Punta di Quaira e della Cima Piccola di Tarres. Aggirato un ultimo costone si arriva in vista della valletta che ospita il rifugio Forcola dove ci fermiamo a mangiare qualcosa. Se ne avete abbastanza potete utilizzare la seggiovia per scendere a Trafoi, altrimenti un buon sentiero (segnavia 17), prima su pista e poi nel bosco, vi riporterà esattamente al punto di partenza.
12-Il rifugio Borletti12-Il rifugio Borletti
13-Pietraie sotto la Cima Piccola di Tarres13-Pietraie sotto la Cima Piccola di Tarres
14-Il fondovalle con il paese di Trafoi14-Il fondovalle con il paese di Trafoi
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva