il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 180 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • La vita sboccia dalle ceneri vulcaniche
    Tenerife - Chinyero
  • Boscaglia di pino canario
    Tenerife - Chinyero
  • La piramide del Chinyero
    Tenerife - Chinyero
  • Pino canario sulle pendici del Chinyero
    Tenerife - Chinyero
  • Attraversamento di una antica colata
    Tenerife - Chinyero
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
mercoledì 12 gennaio 2011
Tag: 

Chinyero: anello attorno al vulcano

Oggi ci aspetta un’altra visita a un vulcano, a circa 1400 m di quota: il Chinyero che ha eruttato nel 1909 e oggi pare spento.
01-Pino canario sul terreno lavico01-Pino canario sul terreno lavico
02-La sommità del Chinyero02-La sommità del Chinyero
E'previsto un anello più o meno articolato per sterrate e sentieri ricavati tra le rocce vulcaniche: vere e proprie mulattiere delimitate da cordoli che attraversano ora fine scoria nera, ora rocce di lava. Il Parco proibisce l'ascesa al vulcano, come anche è vietato uscire dai sentieri marcati da due file di sassi. Le impronte lasciate sul fine detrito resterebbero quasi indelebili, vista la quasi totale assenza di precipitazioni.
03-Sentiero tra la pineta e le rocce vulcaniche03-Sentiero tra la pineta e le rocce vulcaniche
04-Bicromie04-Bicromie
05-Canalizzazione sul territorio attorno al Chinyero 05-Canalizzazione sul territorio attorno al Chinyero
I primi a colonizzare questo ambiente severo sono i licheni che ricoprono parte delle rocce laviche.
06-Licheni su lava06-Licheni su lava
07-Il sentiero all'interno della pineta07-Il sentiero all'interno della pineta
08-Getti di pino canario sulle ceneri vulcaniche08-Getti di pino canario sulle ceneri vulcaniche
Il verde chiaro di qualche piumoso pino canario che si erge solitario dalla scura sabbia di scorie contrasta col colore del fondo e offre notevoli spunti fotografici. Tra la lava spicca qualche tubo lavico, vere e proprie condotte solidificate di lava all’interno delle quali scorreva il materiale più fluido. Sono concrezioni affascinanti. Dal conoide del Chinyero scendono scure colate solidificate. Ai piedi di una di queste che si è fermata prima delle altre è stata eretta una candida cappella devozionale quale ringraziamento.
09-La colata del Pico Viejo09-La colata del Pico Viejo
10-Lungo le scorie vulcaniche del Chinyero10-Lungo le scorie vulcaniche del Chinyero
11-Sabbia vulcanica11-Sabbia vulcanica
Lungo il percorso viene attraversato un bosco puro a pini canari aggredito pochi anni fa da un incendio. La robusta corteccia li ha preservati dalla morte e sono rinati: dal tronco fuoriescono in maniera quasi innaturale numerosi getti verdi, dagli aghi sottili e morbidi, quasi piumati.
12-Pino canario sulle scorie vulcaniche12-Pino canario sulle scorie vulcaniche
13-Fioriture di gennaio13-Fioriture di gennaio
14-All'interno della pineta14-All'interno della pineta
In gennaio a queste quote dal clima primaverile cominciano ad esplodere le fioriture rosa dei mandorli e quelle gialle degli arbusti di tarassaco. Nel sottobosco è presente il lotus che tra poco comincerà a fiorire. Il paesaggio è solcato da canalizzazioni coperte che hanno lo scopo di portare l'acqua alle coltivazioni.
15-Mandorlo in fiore15-Mandorlo in fiore
16-Paesaggio vulcanico presso il Chinyero16-Paesaggio vulcanico presso il Chinyero
17-Il Teide e Los Roques dalla strada della caldera17-Il Teide e Los Roques dalla strada della caldera
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva