il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 43 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_20190805_104817
    Pale di San Martino - Lago Manna
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
lunedì 5 agosto 2019

Dal Rifugio Rosetta al lago di Manna

Anche oggi saliamo in alta quota sull’altopiano delle Pale di San Martino utilizzando i mezzi meccanici, fino alla stazione a monte a circa 2700 metri.
Nello stesso paesaggio di ieri, oggi un po’ più fumoso per le nebbie mattutine, percorriamo l’itinerario con gli ormai noti saliscendi sull’altopiano. E’ vastissimo e ricco di dossi e avallamenti carsici, assecondando i quali il sentiero cerca il percorso più economico per arrivare al bivio tra i sentieri CAI 707 e 709 (cartello). Oggi prendiamo il segnavia 709 che percorre la cosiddetta Riviera di Manna, un settore del vasto altopiano carsico delle Pale di san Martino.
01-Genziane nell'altopiano della Rosetta01-Genziane nell'altopiano della Rosetta
02-Il laghetto di Manna02-Il laghetto di Manna
Ci troviamo a camminare su placche rocciose incise dal carsismo dove risaltano evidenti i segni bianco rossi. Ad indicare la via sono presenti anche sottili aste colorate di bianco rosso. Continua anche qui il saliscendi tra piccole quote e successive discese che si destreggiano tra piccoli avallamenti carsici occupati da resti di neve ormai sporca. E ancora successive risalite. Dopo una salita più marcata scendiamo sul fondo di una sorta di conca dove il sentiero si fa per un tratto ghiaioso e più marcato. Circa in questo tratto, segnato da numerosi ometti, vediamo una depressione a destra. Sul fondo della conca un paletto segna la “busa” cavità glaciale che mantiene freddo (sulla mappa è quotata a 2546 metri). Successivamente si calpestano alcuni ampi tavolati: siamo nei pressi del bivio dove prendere a destra. In brevissimo si arriva alti sopra al lago. E' posato poco sotto, a destra. Dalla mappa sappiamo dell’esistenza di un altro lago, sulla sinistra, visibile salendo pochi metri sopra il dosso che lo cela alla vista. Visitiamo le sponde del lago. Sulla vicina cresta della Fradusta, anche oggi si stagliano le figurine dei tanti escursionisti in salita.
03-Sulle sponde del laghetto di Manna03-Sulle sponde del laghetto di Manna
04-Rifugio Rosetta e stazione di arrivo della funivia04-Rifugio Rosetta e stazione di arrivo della funivia
Il secondo lago visitato è sulla via del ritorno (m 2595). Sulla mappa lo si vede a nord del sentiero CAI 707. Mentre percorriamo il sentiero in senso inverso rispetto a quanto fatto all’andata, abbiamo modo di osservarlo dall’alto, poi scompare alla vista nascosto dai dossi carsici. E’ necessario uscire dal sentiero e superare alcuni avallamenti tra rocce e massi per arrivare alla bellissima e nascosta conca. E’ racchiusa tutta attorno da pareti rocciose sfaldantesi verso la riva. Sulle ghiaie attecchiscono genziane di un blu intenso e tappetini di petrocallis.
05-Il carsismo segna le rocce delle Pale di San Martino05-Il carsismo segna le rocce delle Pale di San Martino
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
  • Las Tricias
    Quella di oggi è una escursione che si svolge in ambiente rurale, tra vecchie abitazioni, ...
  • Rifugio Punta de Los Roques
    Dalla tortuosa strada che percorre la dorsale del Roque de los Muchachos raggiungiamo il b ...
  • Cabo Sao Vicente
    La strada costiera che raggiunge Cabo Sao Vicente termina ad un punto particolare del Port ...
Nella stessa zona
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva