il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 83 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1330128
    Anello di Pinzano da Pinzano
    Prealpi Carniche
  • P1330098-HDR(2)
    Anello di Pinzano da Pinzano
    Prealpi Carniche
  • P1330121
    Anello di Pinzano da Pinzano
    Prealpi Carniche
  • P1330116
    Anello di Pinzano da Pinzano
    Prealpi Carniche
  • P1330173-HDR(2)
    Anello di Pinzano da Pinzano
    Prealpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Anello di Pinzano da Pinzano

Avvicinamento

Il punto di partenza dell'anello si trova al centro del paese di Pinzano, raggiungibile direttamente da Spilimbergo o da Ragogna. Si può lasciare l'auto sulla strada principale (via XX Settembre) nel piccolo parcheggio vicino alla Posta (m 215).

Descrizione

Per iniziare l'escursione cercate via Castello e risalitela fino all'innesto sul CAI 822 che descriveremo verso sinistra, in senso orario. Il segnavia coincide inizialmente con la strada asfaltata per Costa Beorchia che si segue per poco deviando a sinistra lungo una recinzione. La pista ben presto si trasforma in un comodo sentiero che si snoda con qualche saliscendi sul filo di una costa boscata a castagno. Dopo una perdita di quota più consistente si procede ancora su una ampia dorsale nella rada boscaglia che ora comprende anche orniello, acero campestre, nocciolo e roverella. La discesa termina bruscamente sul letto di un torrente, alla confluenza tra il Rio Dietro Colat e il rio di Costa Beorchia. Dopo il guado si segue il corso del torrente per poi riattraversarlo e piegare verso destra (nord), entrando nella valletta del rio Gercia. Quasi in piano si costeggia il letto del rio camminando piacevolmente nella boscaglia poi, lasciata a sinistra la deviazione per Oltrerugo, si arriva al bel salto d'acqua della cascata Sflunc. Qui, presso la ampia pozza, si guada nuovamente per salire ad attraversare il foro aperto sul costone che origina la cascata stessa. Seguono altri guadi poi il sentiero riprende a salire lungo il filo di una costa per arrivare alle case diroccate di Samontan (m 230), invase dalla lingua cervina e dal pungitopo. Ci si alza ancora grazie alla dorsale boscata che stiamo seguendo e che infine sfuma sui terrazzamenti coltivati di Molimes (m 310), nucleo più alto della frazione di Costa Beorchia. Dalla piazzola asfaltata e sorvegliata da strane maschere cementate, si prende la scalinata che sale sopra le case. Seguendo la linea di alcuni muretti a secco, dapprima in traverso e poi con qualche svolta, si arriva al punto più alto della escursione (m 367) sulla costa del monte Molimes. Si scende poi nel versante opposto passando accanto ad un vecchio rudere che anticipa di poco l'incontro con la strada asfaltata. La si segue a destra per pochi minuti, facendo attenzione ad abbandonarla per scendere sulla sinistra lungo il solco di una valletta. Il percorso prosegue con un lungo traverso a mezza costa e con una brusca discesa che porta nei pressi di un rudere e successivamente di una abitazione risistemata. Uno stretto nastro asfaltato ci conduce all'incrocio con la strada principale che seguiremo a sinistra fino al bivio per l'Ossario del Col Pion (cartello). Il segnavia, ora in comune con il percorso storico della stretta di Pinzano, sale leggermente per poi contornare il bordo di questo dosso affacciato sul corso del Tagliamento. La boscaglia per ora non lascia intravedere molto, ma tra le fronde si possono riconoscere le bianche ghiaie del fiume e il vicino monte di Ragogna con il castello. Più avanti, nei pressi di una postazione della guerra fredda, arriva anche il punto panoramico, posto proprio sopra il ponte di Pinzano. Da questa che è l'estremità orientale dell'anello, si raggiunge in breve anche l'Ossario germanico del Col Pion. La costruzione avrebbe dovuto onorare i caduti della Grande Guerra ma non fu mai terminata ed oggi, a parte la grande facciata, è in rovina e per gran parte invasa dalla vegetazione. Tramite la pista di servizio ci si accosta alla strada asfaltata, ma la si ignora per scendere ancora a destra verso il corso di un rio che forma pozze e piccoli salti d'acqua (fonte Pociut, m 173). Da questo che è anche il punto più basso dell'escursione, si sale nuovamente alla strada principale uscendo al tornante presso un grande mosaico. Non resta ora che seguire il sentiero scalinato che sale deciso verso il Castello di Pinzano. Si esce così in prossimità del colletto sommitale dove possiamo vedere i ruderi del maniero (m 290, tavolo e panche). Del castello resta poco, solo un paio di arcate e le relative mura, ma in compenso la visuale sulla pianura e sulle prime elevazioni delle Prealpi Carniche è ampia e interessante. Tornati sui propri passi, scendiamo verso via Castello ricollegandoci al percorso fatto in precedenza.
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Novembre
Carta Tabacco
028
Dislivello
400
Lunghezza Km
9,4
Altitudine min
173
Altitudine max
367
Tempi
Dati aggiornati al
2015
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 23/05/2016 effettuato l'anello il 22/05/2016. Lo consiglio a chi ha bambini e ragazzi.
  • 28/03/2016 Ripercorso oggi, in un lunedì di Pasquetta con promesse di pioggia, promesse non mantenute. L'anello in questa stagione è una festa di fioriture, tappeti colorati e picchi insistenti. Sono stati eseguiti lavori di pulizia ramaglie sia all'Ossario che al castello
  • 18/02/2016 Era doveroso andare a vedere questo nuovo sentiero 822. Ottimamente segnalato si sviluppa interamente all'interno di bosco misto a molteplici pungitopo. Non molto gratificante a livello panoramico ma pur sempre interessante.Buona vita a tutti
  • 10/01/2016 Fatto oggi 10/01/2016 con cielo coperto e fitte foschie, ma anche senza le vedute panoramiche il percorso è comunque apprezzabile. Complimenti a chi ha ripristinato il sentiero, marcandolo con abbondanza di SV bianco-rosso. Percorso semplice, ma non banale, che richiede solo un po’ di attenzione quando il terreno è bagnato (qualche scivolata va messa in preventivo). Notevoli la cascata Sflunc e l’incompiuto Ossario Germanico. Alla descrizione di Sentieri Natura aggiungerei solo che in discesa dal Monte Molimes, dopo l’abitazione risistemata, percorsa una breve trattorabile, si sfocia su una rotabile asfaltata (nei pressi di un’ancona) che va seguita a destra, fino a scendere all’incrocio con la strada principale . Buone camminate a tutti. Bepi (Cividale).
  • 03/01/2016 Questo è venuto fuori dal cilindro, nuovo segnavia Cai 822 che fa il girotondo attorno a Pinzano con un inaspettato percorso, boscaglia si disordinata ma il sole filtra dorando lo spesso strato di foglie a terra, il terreno bagnato dalla recente pioggia rende fin troppo facile il pattinamento, i ruscelli si guadano senza problemi e anzi, servono a pulire gli scarponi. La cascata Sflunc si annuncia con la sua musica, provvidenziali sassi messi al posto giusto permettono l'attraversamento della pozza. A Samontan quelle mura con le bocche spalancate urlano la loro solitudine, la disperazione di essere divorate dai rovi e dalle liane, a Molimes un fil di fumo....Proseguendo si incontra qualche raro fiore, tanta lingua cervina e pungitopo con le sua bacchette rosse. Nessun incontro fino all'Ossario, lì due motorette indiavolate risalgono il sentiero, al castello la panca invita a guardarsi intorno, un'altra panca è già seminascosta dalla vegetazione
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • Grandi lavori di ripristino dell'Ossario tedesco
    28/03/2016 Grandi lavori di ripristino dell'Ossario tedesco
  • sorgente
    28/03/2016 sorgente
  • Storia del Castello di Pinzano
    28/03/2016 Storia del Castello di Pinzano
  • il ponte di pinzano dal punto panoramico
    18/02/2016 il ponte di pinzano dal punto panoramico
  • costa beorchia e il piancavallo
    18/02/2016 costa beorchia e il piancavallo
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Forgaria
  • Webcam Trasaghis
  • Webcam Tolmezzo
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva