il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 120 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_3516
    Anello di San Giovanni da Flagogna
    Prealpi Carniche
  • IMG_3513
    Anello di San Giovanni da Flagogna
    Prealpi Carniche
  • IMG_3572
    Anello di San Giovanni da Flagogna
    Prealpi Carniche
  • IMG_3549
    Anello di San Giovanni da Flagogna
    Prealpi Carniche
  • IMG_3544
    Anello di San Giovanni da Flagogna
    Prealpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Anello di San Giovanni da Flagogna

Avvicinamento

Dall'abitato di Flagogna (frazione di Forgaria) ci si porta presso la vecchia stazione ferroviaria lasciando l'auto nel piazzale dove ha inizio il Troi di Meni (m 145, parcheggio, grande cartello).

Descrizione

Il percorso, recentemente istituito, accompagna l'escursionista lungo un piacevole itinerario dotato di cartelli illustrativi della fauna e della flora ed ottimamente attrezzato con aree di sosta. Seguendo le indicazioni si scende il terrapieno deviando subito a destra ad attraversare un primo sottopassaggio. La strada sterrata costeggia una cava raggiungendo in breve il cartello n.2 dedicato alla zona golenale. Successivamente il percorso costeggia il corso del Tagliamento che è possibile visitare con una breve digressione sulla destra.
In prossimità della strada asfaltata si incontra il cartello n.3 che illustra i prati stabili. Sempre guidati da puntuali indicazioni si oltrepassano due sottopassaggi per poi proseguire in leggera salita in un tunnel naturale di noccioli alla fine del quale si trova il cartello n.4 che illustra le zone di ex coltivo. Il successivo tratto ci conduce ad attraversare borgo Ciampei per poi iniziare a risalire verso il castello di San Giovanni lungo un bel sentiero tra piante di roverella, orniello, castagno e carpino nero. Le prime fioriture di pervinca e primula comune ornano il sottobosco di febbraio ed i muretti a secco ai lati del percorso. In prossimità di una abitazione si raggiunge il cartello n.5 tramite il quale facciamo conoscenza con i boschi cedui. Si passa a fianco di una caratteristica lastra di roccia sulla quale vegeta una grossa ceppaia quindi, per gradoni intagliati nella roccia, si raggiunge una ancona votiva costruita a ridosso di un vecchio stavolo.
Proseguire a destra percorrendo un sentiero che corre pochi metri sopra la carrareccia fino a confluire in essa dopo aver girato sul versante settentrionale dove cresce abbondante la lingua cervina. La strada cementata si esaurisce nel piazzale antistante i ruderi dove, con l'ultimo cartello, il n.6 dedicato alla storia del castello, si conclude il Troi di Meni. Una breve visita alla chiesa di San Giovanni (m 325), situata all'interno della cinta muraria e tuttora oggetto di ristrutturazione, ci consente di ammirare un discreto panorama su Flagogna ed il corso del Tagliamento.
La strada prosegue ancora per pochi metri in direzione est per trasformarsi subito nel sentiero di San Zuan che percorre la linea del crinale. Seguendo i bolli rossi con alcuni piccoli saliscendi o, in alternativa, imboccando la carrareccia che corre poco sotto, si raggiunge il punto dove questa si esaurisce in una sorta di piccolo piazzale. Continuare fedelmente lungo la linea di cresta facendo attenzione a seguire le indicazioni. Alle piante citate in precedenza si aggiunge sul versante sinistro, più freddo, qualche faggio. Si giunge così all'ultimo tratto di cresta dove questa va via via assottigliandosi fino a ridursi ad una sottile lama costituita da terra friabile a tal punto da rendere necessaria la realizzazione di protezioni di legno su entrambi i lati. Dopo questo particolare passaggio il sentiero inizia a scendere in direzione sud est tra crochi e macchie di erica. Attraversato un rio con sorgente si perviene alla frazione di borgo Costa dove si ritrova la strada asfaltata. Non disponendo di un secondo automezzo sarà necessario percorrere ancora circa tre km lungo la strada che riconduce a Flagogna onde rientrare al punto di partenza.
Escursione
Mese consigliato
Febbraio
Carta Tabacco
020
Dislivello
200
Lunghezza Km
9,4
Altitudine min
145
Altitudine max
325
Tempi
Dati aggiornati al
2007
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 31/01/2016 Fatta oggi 31/01/2016 in un anomalo “terzo giorno della merla” con temperature alte per la stagione (circa +10°C; con fitte foschie ed alta umidità). Percorso semplice adatto a tutti. Per il rientro da borgo Costa, dal birrificio, si può scendere a dx lungo una traccia che si esaurisce in breve sulla massicciata della ferrovia; da qui si percorre il tracciato della ferrovia (è attualmente dismessa) fino a chiudere l’anello nei pressi del sottopasso stradale. Per l’ultimo tratto dell’escursione si ripercorre quanto fatto all'andata dal pannello N°3 fino al punto di partenza. Buone camminate a tutti. Bepi (Cividale).
  • 09/01/2012 Psseggiata molto bella! divertente e rilassante, piena di punti panoramici. Al nostro ritorno dall'escursione ci siamo trovati l'auto gravemente danneggiata da vandali,l'avevamo lasciata parcheggiata all'altezza del sottopasso, dove c'è anche una zona di sosta. Abbiamo avvertito l'amministrazione comunale, la quale ci ha detto che sono già successi altri casi, anche nella riserva del Cornino, quindi consigliamo di lasciare l'auto in centro al paese.
  • 26/12/2009 il percorso è molto piacevole, ma sconsigliabile dopo un periodo piovoso perché la zona che costeggia il Tagliamento è allagata (sembra di camminare in una risaia. Fate attenzione inoltre al passaggio sotto uno dei sottopassi poichè é malandato ed é stato transennato dal Comune in quanto pericoloso. Buona strada a tuttti, ciao
  • 14/04/2009 13/04/2009 Sentiero molto bello e ben segnalato! Attenzione però all'ultimo tratto in cresta in quanto il sentiero non ha ben retto l'ultimo inverno e il passaggio risulta, per poco più di un metro, disagevole! (protezioni in legno del tutto o quasi inutilizzabili)
  • 28/02/2006 una piacevole passeggiata tra il fiume e le colline. (Attenzione prima del punto informativo 4 il dentiero è chiuso con una grata: pe raggirarla scendere, andare vs. dx e risalire sul prato dopo la fine della grata)
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Forgaria
  • Webcam Trasaghis
  • Webcam Tolmezzo
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva