il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 80 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1044603
    Puanina Tour da Ugovizza
    Alpi Carniche
  • P1044646
    Puanina Tour da Ugovizza
    Alpi Carniche
  • P1044678
    Puanina Tour da Ugovizza
    Alpi Carniche
  • P1044598
    Puanina Tour da Ugovizza
    Alpi Carniche
  • P1044639
    Puanina Tour da Ugovizza
    Alpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Puanina Tour da Ugovizza

Avvicinamento

Dalla statale n.13 Pontebbana, nel tratto che percorre la Valcanale, entrare nel paese di Ugovizza portandosi in direzione della Chiesa nei dintorni della quale è possibile parcheggiare (m 772). L’inizio del sentiero si trova attraversato il ponte, sulla destra orografica del rio Uque.

Descrizione

Il sentiero tematico Puanina Tour è un lungo anello escursionistico che mette in comunicazione le malghe e i rifugi che si trovano nell'area del vallone di Ugovizza. Il percorso utilizza per gran parte sentieri già esistenti, piste e tratti asfaltati con un rilevante sviluppo chilometrico. I cambi di direzione e i bivi sono frequenti, ma sempre ottimamente segnalati dai numerosi cartelli dislocati lungo l'itinerario. Fotografie storiche riguardanti la vita passata delle genti di montagna e spiegazioni dei toponimi locali completano la dotazione del percorso.
Dopo alcuni gradini il sentiero entra subito nel ripido bosco affacciato sul paese. Con pendenza minore si traversa ora alti sul vallone del rio Uque guadagnando la piccola insellatura poco a monte della quota 903 dove lasciamo a destra la variante bassa per il rifugio Gortani. Seguendo i segnavia (CAI 504a), possiamo seguire la variante panoramica che offre una bella visuale sui monti di Malborghetto e sul dosso che ospita i resti di forte Hensel. La successiva rampa nel bosco di faggio e abete rosso ci porta ad un ulteriore bivio dove ci teniamo a destra in direzione di malga Priu. Con un paio di svolte nel bosco ravvivato a maggio dalla fioritura dell'anemone a tre foglie, arriviamo alla base della radura di malga Priu (m 1255), ora trasformata in accogliente rifugio gestito. Il prato, punteggiato di genziana primaticcia, genziana di Koch e primula odorosa, si apre ad una bella visuale panoramica sulla costiera della Val Dogna e sul Montasio. Dal rifugio ci si alza lungo la pista che serve le casette pensili per poi proseguire gradevolmente nel bosco (fioriture di latrea) fino ad innestarsi su una pista forestale. Questa va seguita in salita fino al successivo tornante in quello che sarà il punto più elevato del percorso (m 1365). Da qui, infatti, si imbocca la pista che scende in diagonale verso il solco della val Rauna intersecando alcuni impluvi colorati dal giallo della calta palustre. Presso il fondovalle ci si raccorda con una pista che scende a destra fiancheggiando un vallone incassato. Più in basso, dopo alcune svolte, si interseca il greto di un torrente arrivando al margine della bellissima radura con stavoli della val Rauna, ad inizio stagione letteralmente ricoperta da primule e globularie. La discesa prosegue ora su asfalto e poi a sinistra in direzione del rifugio Gortani . Facendo attenzione ai cartelli indicatori si arriva così al rifugio (m 1122), bella costruzione in legno con annessa cappelletta. Chi ne avesse abbastanza, da qui può abbreviare sensibilmente l'itinerario rientrando a Ugovizza tramite la variante bassa di cui si è già detto. Volendo invece completare l'anello, si prosegue in leggera salita fin dove la strada, divenuta nuovamente sterrata, scende dolcemente verso nord, asseconda l'impluvio del torrente Perinu e infine cala sul greto del rio Uque. Dopo il guado che può essere anche problematico in caso di portata consistente, raggiunta la strada principale, la si segue a destra. Il tratto asfaltato è però breve in quanto il percorso devia subito a sinistra lungo una pista che sale nel bosco per poi divallare in diagonale verso la strada alta della val Filza. In breve si raggiunge la bella radura inclinata che ospita l'agriturismo da Michael (m 1175) da dove ha inizio una lunga diagonale nel bosco. Finalmente, poco prima di quota 1300, i cartelli ci portano ad abbandonare la rotabile per deviare a destra, dapprima in quota e poi decisamente in discesa verso il fondovalle della val Filza. Ad un trivio di strade si segue la direzione per l'agriturismo Gacceman rimontando al panoramico dosso erboso che ospita la struttura ricettiva (m 1286). L'itinerario prosegue lungo la sterrata che asseconda l'impluvio di un rio secondario per poi traversare nella bella faggeta che ricopre le pendici del monte Mirnig. Ci troviamo ora sul CAI n.506 che percorre quasi in piano la dorsale ovest del Mirnig calando poi a svolte nei pressi della sella di Vuom. Senza arrivare al poco marcato valico, si cala a destra sul fondo di una valletta erbosa solcata da rigagnoli (loc. Zafrata, luogo ideale per osservare la pinguicola alpina). Nuovamente in salita si rimontano le pendici della Vetta Secca intersecando alcuni rivoli fangosi oltre i quali si riprende a calare nel bosco in direzione del Cristo. La discesa si fa più decisa esaurendosi infine sulla strada principale presso il crocifisso che segna l'ingresso nella valle (m 1000). Da qui non resta che seguire le indicazioni del Puanina Tour che ora ci portano ad abbreviare tutti i tornanti della strada fino a giungere alle case di Ugovizza a poca distanza dal punto di partenza.
Escursione
Mese consigliato
Maggio
Carta Tabacco
019
Dislivello
900
Lunghezza Km
17,4
Altitudine min
785
Altitudine max
1365
Tempi
Dati aggiornati al
2018
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 02/06/2019 ANDATECI.Ne ho avuto (ieri) solo un assaggio: avendo poche ore a disposizione, l' ho percorso in senso antiorario fino al Rif. Gortani, scendendo da lì per la via più breve e saltando Malga Priu.Il sentiero è variegato, con qualche tratto di asfalto o strada boscosa e molto bosco. La segnaletica è eccellente, è stato fatto un lavoro superlativo. Già all' arrivo in paese un parcheggio con tutte le indicazioni, con pochi posti ma si può posteggiare un po' più in là. La segnaletica consente, agevolmente e senza quasi badare alle proprie mappe/Gps, di percorrere il sentiero sia in un senso che nell' altro. Davvero, avendo girato qualche percorso più "famoso" ed essendo più volte stata costretta a fermarmi a qualche bivio chiedendomi "e ora da che parte si va?", mi sono qui goduta il relax di una lunga camminata per prati e boschi, senza pensieri di orientamento, e con qualche sosta nei ristori che si trovano lungo il percorso.Ci tornerò e porterò gente. Si tratta di un giro mai pericoloso, con molto bosco, consigliatissimo quando arriverà l' afa; unica accortezza bisogna essere un po' allenati. Complimenti a chi lo ho realizzato.
  • 26/05/2019 Fatto oggi l’anello come da descrizione, sentieri perfettamente segnalati è in ordine, anche se non molto panoramica è una camminata piacevole e rilassante attraverso bei boschi e verdi radure. Come sempre ottimi dolci al Gortani, molto affascinanti le case/pigna a malga Priu, giornata al top.. Mandi a duç
  • 07/04/2019 Percorso oggi una parte del Puanina tour; a Ugovizza un cartello indica che il sentiero in direzione di malga Priu non è percorribile e quindi siamo saliti direttamente dalla Val Rauna. Giunti a malga Priu abbiamo proseguito fino a casera Mezesnig, da qui siamo tornati sui nostri passi seguendo poi le indicazioni per il rifugio Gortani; dal rifugio siamo rientrati in breve al parcheggio chiudendo l'anello.
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
Webcam più vicine
  • Webcam Acomizza
  • Webcam Piani Montasio 2
  • Webcam Florianca
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva