il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 69 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_1430
    Anello del Monte Lovinzola da Sella Chianzutan
    Prealpi Carniche
  • IMG_1412
    Anello del Monte Lovinzola da Sella Chianzutan
    Prealpi Carniche
  • IMG_1372
    Anello del Monte Lovinzola da Sella Chianzutan
    Prealpi Carniche
  • IMG_1369
    Anello del Monte Lovinzola da Sella Chianzutan
    Prealpi Carniche
  • IMG_1359
    Anello del Monte Lovinzola da Sella Chianzutan
    Prealpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNaturaV12

Anello del Monte Lovinzola da Sella Chianzutan

Avvicinamento

Da Tolmezzo si esce in direzione di Verzegnis proseguendo poi per sella Chianzutan dove si parcheggia sull’ampio piazzale a sinistra (m 955). Qui si può giungere anche da Pinzano o Flagogna risalendo lungamente la rotabile della val d’Arzino.

Descrizione

Questa descrizione e la relativa scheda di approfondimento sono disponibili nel volume I Sentieri del Vento
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Ottobre
Carta Tabacco
013
Dislivello
1100
Lunghezza Km
11,5
Altitudine min
955
Altitudine max
1868
Tempi
Dati aggiornati al
2011
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 25/06/2016 Escursione di oggi come da relazione di SN. Fino a casera Val niente di particolare da segnalare, poi alcuni tratti del sentiero delle creste non sono ben visibili a causa della vegetazione e bisogna orientarsi con i paletti. Dai pressi della cima del Colle dei Larici in poi l'erba alta ha quasi completamente cancellato il sentiero, privo anche di una segnaletica decente; il resto l'hanno fatto i cinghiali devastando anche i punti in cui si ritrova la traccia. Grande visuale sia dalla cresta che dalle cime del Lovinzola e del Colle dei Larici.
  • 27/09/2015 27/09/15-Nella giornata dell'inaugurazione del Sentiero delle Creste abbiamo partecipato alla cerimonia in casera Val. L'anello da casera Val raggiunge la cima del Verzegnis e per cresta prosegue al Cormolina e al Lovinzola, come descritto nel sito. Da qui scende alla cava di marmo e chiude alla casera Val, ricostruita ma non ancora monticata. Il sentiero è stato dedicato alla memoria di Andrea Cargnelutti, del Soccorso alpino, scomparso sei anni fa in un incidente alpinistico. Tantissimi gli amici del Soccorso presenti.E' aperta un'area della casera Val quale locale bivacco, con possibilità di riscaldamento e posti letto.Abbiamo mancato l'incontro con Loredana che leggiamo essere stata in zona e che salutiamo... Interessante la piccola grotta del Crist di Val, visibile dalla casera (croce all'ingresso), raggiungibile in un quarto d'ora per ripidi verdi su erba alta e secca (attenzione). Contiene moltissime incisioni antiche sulle pareti, risalenti anche al 1800 e immagini sacre scolpite nella roccia che rendono il piccolo antro denso di fascino storico.
  • 13/07/2015 12/07/2015-Dalla cava di marmo su pista raggiunta la nuova casera Val (ancora non monticata, la struttura è ancora intonsa); da qui alla forcella Cormolina e in vetta al Verzegnis (panorama super). Percorsa poi tutta la cresta fino al Lovinzola per chiudere l'anello alla rossa cava di marmo. Un consistente numero di volontari del Soccorso alpino, dislocati da casera Val su tutta la cresta, operano in mattinata con i decespugliatori, per aprire meglio il percorso che verrà dedicato a un compagno. Fiori, fiori e ancora fiori in una serena e ventilata giornata estiva.
  • 04/06/2014 Anello delle creste del monte Lovinzola, da Sella Chianzutan. La settimana scorsa scendendo dall’Amariana voltavo lo sguardo verso il massiccio del Verzegnis, come in quasi tutte le escursioni, le termino pensando alla prossima, in mente avevo la cresta del Lovinzola. La prima volta che andai sull’altopiano del Verzegnis vidi un escursionista che cavalcava le creste, con ammirazione e invidia lo seguii fino a quando la sua sagoma creò uno skyline con il monte, pensai che un giorno avrei fatto quel sentiero, oggi il sogno si è avverato.Viste le previsioni meteo che mettevano peggioramento dopo le ore 15:00, decido di partire presto da sella Chianzutan. Ore 06:30 zaino in spalla si parte, qualche metro dopo il bivio del sentiero 809 e 806, vengo raggiunto da un altro escursionista solitario. percorriamo pochi metri insieme, scambio di informazioni, conosce l’anello del Lovinzola e me lo descrive, non molto impegnativo, naturalmente non conosce la situazione attuale della neve. Le nostre strade si dividono, inizio dal sentiero di destra, l’809 che mi offre subito le prime sorprese, slavine anche di discrete proporzioni che ostruiscono il sentiero, le supero e risalendo lo stesso prendo il bivio che mi porta direttamente sul Colle dei Larici. Respiro la freschezza delle prime ore dell’alba, un esplosione di colori e fiori, il lato sud del Verzegnis è uno dei miei preferiti, ne osservo dal sentiero i monti circostanti visitati di recente, il Piciat, il Bottai, L’Amariana e il Piombada. Penso >. Lungo la salita incrocio dei cacciatori dallo sguardo rabbuiato, presto ne scopro il motivo, una mega nevaio ostruiva la strada per la cava, ecco perché avevano quel musetto simpatico e sorridente (ironia naturalmente ), poco dopo ho avvistato i beneficiari, una coppia di camosci che festeggiavano un giorno in più di vita grazie al nevaio. Ben presto sono in cima al Larici, piccola croce di vetta tra roccette rosa, il panorama è favoloso, il lato nord parzialmente innevato, decido di percorrere la cresta per intero evitando di scendere sul sentiero che scende diretto alla cava per via di alcuni nevai infidi. Abbassandomi progressivamente di quota scruto il prossimo obbiettivo, il Lovinzola e il suo proseguo a ovest, noto una presenza umana lungo la cresta si muove in senso orario, ingrandisco con il teleobbiettivo della reflex e riconosco l’escursionista incontrato all’inizio, poco dopo la sagoma scompare. Raggiungo la parte terminale del Colle dei Larici, sopra la galleria , scruto il cielo, che si schiude in un blu degno di Modugno . Osservo il Lovinzola, il lato sud è quasi sgombro di neve, contrariamente alla cava che ne è ricoperta. Supero la galleria, scendo sul versante nord tagliando un piccolo nevaio e risalendo un canale di detriti , percorro il piccolo binario, nei pressi della cava decido erroneamente di avventurarmi dentro di essa per seguire il percorso della relazione , scelta rivelatasi sbagliata . La cava stracolma di neve rallenta la mia progressione, tagliando alcuni nevai mi riporto sulla traccia che scende dal Lovinzola , la risalgo, forse la parte più faticosa dell’escursione, finalmente la cima con la sua splendida visione, foto con autoscatto e tante altre a 360 gradi. Osservando dalla cima del monte, il proseguo sembra tranquillo. La neve divide a metà la cresta, essa è disposta tutto sul lato nord, come guard rail, ne approfitto per indossare i mini ramponcini che mi renderanno più sicuro il proseguo. La discesa dalla cresta è meno difficile di come è descritta nella guida, un ampia traccia e nemmeno tanto sottile, aggira sul lato sinistro un tratto roccioso ( il tratto più difficile dell’escursione ), scendendo un esile traccia su erba che poi risale sotto la parete fino a ritornare in cresta, continuando a seguire la marcata traccia supero un’elevazione costeggiandola sul lato destro, leggera esposizione ( attenzione ai massi anche di grandi dimensioni che si staccano), per ridiscendere su esile cresta fino a risalire cima mt.1848, ampia cupoletta erbosa, breve sosta e proseguo sulla penultima cima che è la più esposta e infida, traccia che rasenta la parete sud, ostacolato a nord da un manto consistente di neve e frasche . Superata la penultima cima q.mt 1863, si arriva all’ultima elevazione prima della forcella Cormolina, affascinante visione selvaggia, il suo aspetto mi ricorda per i molteplici sassi un paesaggio pastorale , raggiungo la cimetta q.mt 1865 e scendo in direzione della forcella ,riconoscibile per via di un sasso con dei segni C.A.I. L’intero versante nord è un immenso nevaio, il cielo ritorna a chiudersi, mi affretto scendendo verso il centro della conca dove l’isolato ricovero (Casera del Val )fa bella mostra di se. Scendo il catino erboso evitando i nevai fino ad incrociare una carrareccia che porta alla miniera, li incontro sul bordo di un nevaio una piccola vipera, disturbata dalla mia presenza, sbuffa chiudendosi a ciambella, saluto la serpe e proseguo la marcia. Il sentiero è coperto dal nevaio, lo costeggio a sinistra, intuendo la direzione che mi porta a valle, la neve è marcia e non mi ispira. Raggiunta una elevazione ritrovo le tracce del sentiero 809 che mi porta rapidamente alle pendici del lato ovest del Colle dei Larici, breve sosta, ripongo i ramponcini nello zaino, finalmente si mangia con una lauta barretta energetica e scatoletta di carne per ringhio. Finisco l’escursione per comoda mulattiera e sentiero di bosco, che si interrompe solo nella parte terminale per superare i numerosi schianti presso Casera Mongranda . Il vostro Forestiero nomade (solitario ).Malfa
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • dal monte Lovinzola
    27/09/2015 dal monte Lovinzola
  • Colle dei Larici. Salito dalla sella Chianzutan. . morenz@te ...
    01/06/2008 Colle dei Larici. Salito dalla sella Chianzutan. . morenz@te ...
  • Recente croce sul Lovinzola. . . Dalla sella Chianzutan, Ric ...
    24/06/2007 Recente croce sul Lovinzola. . . Dalla sella Chianzutan, Ric ...
  • Una sedia per un gigante. La sedia della foto si trova a lat ...
    02/04/2007 Una sedia per un gigante. La sedia della foto si trova a lat ...
  • Colle dei Larici. Panorama della conca dietro il versante N/ ...
    08/05/2006 Colle dei Larici. Panorama della conca dietro il versante N/ ...
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Tolmezzo
  • Webcam Zoncolan
  • Webcam Tramonti di Sopra
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva