il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 48 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_1845
    Anello del monte Faeit da Artegna
    Prealpi Giulie
  • IMG_4345
    Anello del monte Faeit da Artegna
    Prealpi Giulie
  • IMG_4348
    Anello del monte Faeit da Artegna
    Prealpi Giulie
  • IMG_4357
    Anello del monte Faeit da Artegna
    Prealpi Giulie
  • IMG_4360
    Anello del monte Faeit da Artegna
    Prealpi Giulie
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNaturaB25

Anello del monte Faeit da Artegna

Avvicinamento

Da Udine Nord si imbocca la strada statale n.13 Pontebbana in direzione di Gemona e la si percorre fino all'altezza di Artegna. Seguendo le indicazioni si devia a destra verso il centro del paese, adagiato proprio sui colli a ridosso delle pendici del monte Faeit. Dalla via principale si seguono le indicazioni per il sentiero naturalistico del monte Faeit cha ha inizio alla borgata Monte (m 253, limitata possibilità di parcheggio lungo la strada).

Descrizione

Questa descrizione e la relativa scheda di approfondimento sono disponibili nel volume I Sentieri del Bosco
Escursione
Mese consigliato
Marzo
Carta Tabacco
020
Dislivello
500
Lunghezza Km
8,2
Altitudine min
253
Altitudine max
734
Tempi
Dati aggiornati al
2016
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 29/03/2016 Nice as usually. The view from Monte Campeòn iseven better than from Monte Faeit.If you makre the side trip to the waterfall, consider that at the crossing of the river the trail splits. The ride leg goes up to Monte Campeòn, the left leg (across the river, straight ahead) leads to the waterfall.
  • 10/03/2016 10/03/2016-Qualche ora libera, il meteo non male: compio l'anello del Faeit in senso contrario. Ma i crochi non dovevano essere pestati e rovinati dalle piogge di questi giorni? Soprattutto sul versante verso l'Orvenco e Montenars, si cammina nel viola! si aggiungono anche ellebori e campanellini. Visitata la bella cascata Tulin prodiga di acqua, poi su in cima dove si apre anche il sole. Discesa a tratti pantanosa, ma è intuibile... Incontrata solo una escursionista nei pressi dell'Orvenco.
  • 25/02/2016 Escursione del 24/02/16. Dopo averla rimandata regolarmente, mi son detto che era il momento di porla in atto e non ne sono affatto pentito. Anzi! Park come da indicazioni di Laura.Molinari che ringrazio. Ampio, tranquillo e a pochi passi dall'indicazione con freccia a sx che porta a salire brevemente per stradina erbosa con moderata pendenza che svolta dopo poco di 90° e ci fa uscire dritti dritti all'imbocco della stradina che porta al cartello segnaletico dell'anello. Insomma: asfalto zero! Da lì su come da descrizione SN con pendenza iniziale anche a tratti un po' sostenuta tra fioriture delle specie tipiche del periodo. L'aria tersa consente, nei due tre punti citati, buone viste verso la pianura, l'avianese e il mare. Dal Campeon la vista si spinge anche verso est. Ad eccezione di un po' di fango a tratti, tutto fila liscio senza intoppo alcuno. La discesa verso il ponticello sull'Orvenco è, solo in un paio di brevi tratti, un po' ruscellata. Imperdibile la risalita verso la cascata Tulin. Se uno cerca un antistress, quì lo trova. Il rio che scende su un tratto geologicamente molto sottilmente stratificato, la cascata con buona portata d'acqua e sottostante verde laghetto, le distese viola fitte di crocus e quant'altro, sono puro relax. Interessante anche il tratto che, ridiscesi al ponte, sale con modesta pendenza verso sud in una cornice continua violacea e a tratti bianca di bucaneve e campanelline. Seguendo le istruzioni si cala poi verso Artegna con due soli brevi tratti d'asfalto, e ancora tanti fiori fino a superare un altro ponticello presso un grande lavatoio ben ristrutturato e, poco oltre, su tenera erba si giunge al cartello già incontrato all'andata. Da lì in breve all'auto. Tutto molto bello. Buone montagne.
  • 21/02/2016 Percorso sabato 20 febbraio 2016 allungando il giro sino al Campeon. Arrivando da Udine, dalla strada centrale di Artegna conviene girare a destra verso il municipio, passare a destra di questo e lasciare l’auto nel parcheggio del parco-giochi. Da lì un segnavia CAI biancorosso sul muretto a lato della via conduce in soli 5 minuti, prima per la strada asfaltata e poi per una breve carrareccia tra muretti, case e pollai, sino all’avvio vero e proprio del sentiero, nei pressi del quale non c’è invece comodità di parcheggio. Bella e rilassante passeggiata da mezza giornata, che si svolge prevalentemente nel bosco, con spunti panoramici limitati ai tre belvederi di quota 448, del Faeit e del Campeon, solo verso sud e ovest. La presenza di incredibili distese di crocus durante la salita, alle quali si sono aggiunte ricche fioriture di bucaneve, campanellini ed ellebori nel versante nord di discesa, ci hanno riempito gli occhi e il cuore e non ci hanno fatto rimpiangere mete più ambiziose. Inevitabilmente, a causa delle piogge degli ultimi giorni, abbiamo trovato il percorso umido e fangoso, solo sulla cima del Campeon un leggerissimo velo di neve. Bandiera al vento e tavolo con panche sul Faeit, inaspettata la zona-sagra del Campeon, con tanto di cartello da benzinaio, vecchia cucina economica marca Rex e un inquietante e precario scheletro di legno annerito, probabile residuo di un antico pignarul. Il percorso non ha problemi, i segnavia non sono particolarmente numerosi, ma ben sistemati nei punti strategici. L’allungamento sino al Campeon richiede complessivamente (andata e ritorno) poco più di mezz’ora. Abbiamo tentato anche di raggiungere la cascata Tulin, ma il guado del torrente, a causa delle recenti piogge, non era facilmente superabile e siamo dovuti tornare sui nostri passi a bocca asciutta. Giro solitario, trovati due soli m-bikers tra le due cime. Mandi a tutti.
  • 29/11/2015 A volte ci facciamo ore di macchina per fare un’escursione ignorando ciò che abbiamo a due passi da casa nostra. L’anello del monte Faeit è una piacevole passeggiata che si può fare in qualsiasi stagione, certamente il periodo migliore è la primavera ma, anche l’autunno con i suoi colori regala scenari molto belli. Escursione fatta come da relazione S.N. toccando il monte Faeit, Campeon e più a valle il torrente Orvenco e la bella cascata del Tulin. Tutto il percorso è pulito e ben segnalato specialmente la parte in salita dove le numerose diramazioni potrebbero trarre in inganno, a pochi metri dopo ogni bivio troviamo puntualmente un segnale che ci indica il percorso giusto .
  • 30/05/2015 Camminata di relax fra odori dell'erba tagliata di fresco e sapori delle fragoline di bosco, i giaggioli susinari spiccano vivaci fra il verde, ancora qualche primula e tante orchidee maculate. La bandiera sul monte Faeit sventola rabbiosa al vento e la pira sul Campeon sembra più traballante che mai, insiste ancora il cartello “chiuso”.Suggestiva la cascata Tulin e il greto dell'Orvenco invita ad una sosta, e se facesse più caldo ci starebbe anche un bel pediluvio.
  • 23/02/2015 Percorso l'anello oggi, prolungando l'escursione fino al monte Campeon: l'ideale per riprendere la stagione dopo due mesi di inattività. Da segnalare che il sentiero è stato quasi completamente liberato dai numerosi alberi caduti.
  • 13/05/2014 Camminata fra bosco e acque in una giornata dal meteo incerto che poi mi ha regalato anche qualche raggio di sole filtrato fra i rami. Il bosco rinasce, esplorato i vari sentieri fino a Curminie e Cologna, belli, sempre visibili e percorribili. Incontrato Nikita, lupacchiotta grigia, di un grigio che sembra a gocce chiaro scuro, un occhio azzurro ed uno nocciola, mi gira intorno mentre le parlo, me la ritroverò accanto più a valle, presso il bivio per Curminie
  • 30/03/2014 Bel sentiero percorso ieri consigliabile a tutti.segnalo solo i pochi punti dubbi: per raggiungere la vetta del Campeon prendere l'ampio sentiero indicato dal cartello e lasciarlo dopo alcune centinaia di metri prendendo un sentierino in salita sulla destra che si snoda inizialmente parallelo e poi in breve porta alla vetta. Ritornati sui propri passi si prosegue lungo il sentiero naturalistico del Faeit. Stupendi gli scorci per giungere alla cascata del Tulin(chiari cartelli). Ritornati al ponticello si prosegue sulla sinistra senza attraversarlo e si giunge ad un bivio con sentierino che scende indicato da cartelli sentiero didattico dell'Orvenco.Ignorarli e proseguire in lieve salita, oltrapassando una zona di grossi massi poi con saliscendi si arriva alla strada. Qui seguire sulla destra l'indicazione per Artegna e dopo poco sulla destra ci si immette nell'ultimo tratto di bosco per chiudere l'anello.
  • 09/03/2014 Non ho percorso l'anello di persona ma mi hanno riferito (08/03/2014) che il seniero è stato liberato dagli schianti.
  • 24/02/2014 Feburary 23, 2014. Great views towars the south and on Monte Cuarnan.The trail to the Tulin fall is not recommended due to the high water level (the first crossing of the river might be easy, the second one nearly guarantees completely wet shoes). So we returned. Millions of crocuses.
  • 02/01/2014 Qualche giorno fa ho fatto questo percorso. Devo avvisare che la seconda parte quella cioè che cala nel versante nord del monte, verso il torrente Orvenco, è stata devastata, credo dal maltempo (deve essere passata una tromba d'aria o qualcosa di simile). Ho trovato moltissimi alberi abbattuti che ostacolavano il percorso obbligandomi, a volte, a lasciare la traccia per aggirare l'ostacolo.Comunque sono giunto al termine e poi sono andato a vedere la cascata Tulin non senza bagnarmi gli scarponi nel punto dove si deve effettuare un piccolo guado.
  • 23/05/2013 Salita da Sammardenchia, si può comodamente parcheggiare presso l’area di sosta presso la fine del sentiero della memoria, la pista cementata sale proprio di fronte. Già al primo tornante, a dispetto delle previsioni meteo, il sole scalda e la visibilità è molto buona, fatta qualche decina di metri un profumo inebriante di acacie m’investe, nelle vicinanze del raccordo con la pista che sale da Montenars due caprioli sgommano salendo a sinistra, nei pressi della deviazione a sinistra per il Campeon sarà una volpe a fuggire nel bosco. Dal Campeon si gode un’ottima vista sulla pianura, oggi colpo d’occhio fino al mare come pure dal Faeit. Il sentiero che scende a malga Vidoni è segnalato da una sbiadita freccia bianca su un albero ma visibile da chi sale verso il Faeit, poi qualche segno bianco sugli alberi, camminando deduco che qui è in corso un meeting di tutti gli insetti del tarcentino e non solo…Bello il ripiano fiorito su cui sorge la malga, seminascosta dagli alberi e abbellita da due prosperosi candidi cespugli di spiraea arguta.Escursione adatta a tutti tutti perché (a parte il breve tratto in discesa verso malga Vidoni) si sviluppa su ampia pista, impossibile sbagliare, e adatta anche a chi non vuole incontrare umani….
  • 17/04/2013 Cascata Tulin. Arrivati al greto dell'Orvenco lasciare il sentiero principale e risalire il corso d'acqua sulla destra, sinistra orografica, seguendo un sentiero che corre lungo la sponda del torrente, vicinissimo al greto, e in circa venti minuti porta alla cascata.
  • 14/04/2013 neanch'io sono riuscita a trovare la cascata Tulin, qualche indicazione da chi ci è già stata/o? il percorso comunque merita
  • 28/03/2013 Ingolosito dal commento di Sandra, e convinto da meteo e legamenti, percorso il sentiero, scendendo poi a Malga Vidoni per l’evidente traccia a destra sulla sella, proseguendolo fino a riallacciarmi alla carrareccia che porta al Campeon. Ho seguito poi il troi des cascades ricercando per mezz’ora la Tulin … senza trovarci faccia a faccia… (dov’era resta per me un mistero). L’inclemente meteo ha falcidiato i fragili crochi già aperti e le delicate scille mentre le primule avezze alle pazzie del tempo han resistito come i dente di cane chiusi come ombrelloni sulle spiagge d’inverno. La spruzzata irreale di nevischio sulla cima ha favorito un incontro ravvicinato e ovattato ad un paio di metri con dei caprioli ed un panciuto picchio. Bellissima passeggiata… a parte gli spolert e relativi accampamenti sulle rispettive cime (il campeon segnava chiuso con un cartello da benzinaio sulla cima…) - (27.03.2013)
  • 22/03/2013 22/03/2013-In una giornata finalmente primaverile, ripercorso l'anello.Da segnalare un amplissimo tratto del versante immediatamente sopra il greto dell'Orvenco, ricoperto da un tappeto incredibilmente fitto di crochi. Buon fine settimana a tutti
  • 08/01/2012 Fatto oggi tutto l'anello in tre ore e mezza e sono riuscito a visitare anche il monte Campeon, mi rammarico solo di non aver visitato anche la cascata Tulin. Segnalo che ci sono degli alberi abbattuti che ingombrano il sentiero che dal bivio con il ponticello sul torrente Orvenco porta alla cascata. Mauro.
  • 29/08/2011 Sentiero fatto ieri (28.08.2011); vi sono parecchi tratti praticamente semi-inghiottiti dalla vegetazione. I segnavia CAI sono abbastanza ben visibili, ma nella vostra guida lo descrivete come un sentiero turistico.. Personalmente non credo proprio che una persona non allenata sia in grado di compierlo dato la dismessità del sentiero (rocce che scivolano, vegetazione folta)..
  • 22/05/2011 Fatto questo pomeriggio. Difficile il parcheggio lungo la strada. Per questo motivo ho preferito lasciare la macchina nel parcheggio del parco giochi alla base. La descrizione dell'anello corrisponde esattamente al sentiero, peraltro ben segnalato. Piacevole da farsi con bambini al seguito. Il versante nord è completamente oscurato dalla vegetazione. Il panorama dalla vetta e le cascate sono veramente affascinanti. Avvistata vipera. Buona vita a tutti. Graziano.
  • 16/04/2011 Percorso semplice,ben segnalato,didattico. A livello panoramico è poco remunerativo ad eccezzione del belvedere e della cima del Faeit.Ma i panorami sono sempre rivolti alla pianura. A nord, verso chiampon-cuarnan, solo piccoli scuarci. VOLETE CAMMINARE UN PO' DI PIU' ??? Dal bivio dopo la cima del Faeit, invece di scendere seguento le indicazioni del sentiero, continuate a dx seguento l'avidente strada in direzione Montenars.Salite anche sulla cima del monte Campeon ( leggera deviazione a dx su evidente stradina-vale la pena per il bel panorama rivolto anche verso Udine) Ripresa la strada, a quota 660 circa, subito dopo un roccolo che va visto per la sua grandezza, a sx seguite l'indicazione " troi del rio " che vi porterà a Plazzaris.Seguento la strada e l'indicazione, arriverete poco prima di Isola di Montenars, nel cortile di un'agriturismo attaccato dal quale, sulla sx, seguirete l'indicazione " sentiero delle cascate ". Seguendolo, tenendo sempre il torrente Orvenco alla vs/ dx, arriverete a monte di artegna,Buona vita a tutti
  • 26/04/2010 una bella escursione (25.04.2010) con panorama mozzafiato. Il sentiero è sgombro da alberi. Se andate in questo periodo vedete decine di rospi in riproduzione nel fiume orvenco
  • 30/12/2008 Sentiero CAI: Monte Faeit. Da Artegna alla cima. Ci sono molti alberi caduti su buona parte del sentiero. arrigossi.mirella@inwind.it
  • 06/12/2007 Sentiero di altro tipo: Sentiero naturalistico Monte Faeit. da Artegna a Monte Faeit. Alberi caduti su sentiero dopo il belvedere. Si possono evitare salendo direttamente nel bosco.. kingsferatu@hotmail.com
  • 04/12/2007 Attenzione a un tratto con alberi caduti sulsentiero dopo il belvedere.Si può salire 20 m direttamente nel bosco a sinistra degli alberi caduti. Ci si ritrova così nuovamente nel sentiero.
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • Cima del Campeon ... ex-pignarul?
    21/02/2016 Cima del Campeon ... ex-pignarul?
  • La bizzarra cima del Monte Campeon
    21/02/2016 La bizzarra cima del Monte Campeon
  • Il belvedere del sentiero su Artegna
    21/02/2016 Il belvedere del sentiero su Artegna
  • Simpatico ometto sul sentiero naturalistico del Monte Faeit
    21/02/2016 Simpatico ometto sul sentiero naturalistico del Monte Faeit
  • Artegna dal belvedere
    30/05/2015 Artegna dal belvedere
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Forgaria
  • Webcam Trasaghis
  • Webcam Tolmezzo
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva