il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 99 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Anello della Busa del Tiarfin da Forni di Sopra
N. record trovati: 4
Messaggio
18-08-2018 19:42
giuseppe.venica giuseppe.venica
Escursione effettuata il 17/08/2018 come da relazione di SN in una giornata non eccessivamente calda che ha permesso di coprire i 1380 metri da Forni di Sopra alla Forca Rossa in 4 ore comprese le soste per ammirare il giardino roccioso di rara bellezza che s’incontra nella Busa di Tiarfin. Fino alla località Puonsas (circa 1 ora) il percorso ricalca una noiosa rotabile asfaltata. Più in alto, tralasciata a dx la deviazione per C.ra Tragonia, vi è la possibilità di abbandonare la strada sterrata seguendo le indicazioni del “Trial delle Malghe”, sbucando infine alla base del pascolo di malga Tartoi. Risalita la Busa di Tiarfin, giunti al valico che scende a C.ra Razzo (m 2205; Sella Tiarfin secondo il Catasto Sentieri FVG), si progue a dx sul CAI 224. Con un percorso tra rocce, ben guidati dai segnavia si giunge infine al punto più alto dell’escursione rappresentato dalla loc. Forca Rossa (Forcia Rosada – m 2280). Il laghetto di Tragonia attualmente appare completamente privo di acqua in superficie. Dopo C.ra Tragonia, tralasciato il primo bivio a sx, si procede lungo la pista fino a trovare l’indicazione per deviare a sx sul SV CAI 223. Giunti alla loc. Cuol Fonton, per evitare la strada asfaltata del rientro, ho intrapreso a sx il SV CAI 223. Questi scende ripidamente in un’abetaia, che poi si trasforma in faggeta, per concludersi lungo una vecchia mulattiera, conducendo infine al ponte sul T. Tolina a poche decine di metri dalla piazzetta del Comune. Le C.re Tartoi e Tragonia sono gestite come punto di ristoro, ma le malghe non sono monticate è non vi è produzione di prodotti caseari. Escursione impegnativa per la lunghezza ed il dislivello, ma non presenta punti pericolosamente esposti. Merita fatta. Buone camminate a tutti. Bepi (Cividale).
Messaggio
14-08-2018 21:29
chichi chichi
Anello percorso il 24 luglio 2018. Giro bellissimo, posti magici e silenziosi, panorama splendido alla forca Rossa. Abbiamo visto solo 3 persone un po’ più in giù di noi. Un saluto a Mirko della casera Tartoi e a Daniele della casera Tragonia.
Messaggio
24-06-2017 20:43
sandra.sentierinatura sandra.sentierinatura
24/06/2017-Rivisitata la Busa del Tiarfin da casera Tartoi a f. Rossa(A/R). Un posto magico e appartato, chiuso tra i ghiaioni dei due versanti. Camosci si aggirano sulle pendici detritiche, qualche nuvoletta qua e là in un cielo terso, contrariamente a quanto si vedeva più a est. Anche all'altezza di forcella Rossa c'è caldo.
Un saluto a Mirko il gestore di Malga Tartoi e poi giù verso il "forno" di Forni dove si sta preparando la festa medievale.
Messaggio
23-07-2015 20:14
luca.deronch luca.deronch
E' possibile realizzare un anello con meno dislivello ma altrettanto remunerativo partendo da Casera Razzo seguendo in parte la relazione presente sul sito per la salita a Cima Est del Tiarfin fino alla Forca Rossa e poi seguire il sentiero 224 in direzione est fino alla forcella alta della Busa di Tiarfin ( credo si chiami Forcella Palon) e scendere come da relazione sul versante di Tragonia fino alla forcella della Croce di Tragonia ( località Risumiela) e fare rientro a Casera Razzo seguendo il sentiero 209 fino alla pista forestale di Casera Mediana. Il dislivello totale è attorno ai 600( 800 circa compresa la salita alla cima Est) e la lunghezza si riduce a circa 10-11 Km. Per la salita alla forca Rossa nel tratto dalla sella sotto il Col Marende c'è da affrontare un ghiaione che precede un ripido canalino un pò fastidioso ma non difficile. La Busa di Tiarfin è un posto davvero spettacolare
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva