il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 175 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Tre Corni (Monte)
N. record trovati: 1
Messaggio
07-11-2012 20:49
loredana.bergagna loredana.bergagna
Tre Corni ma oggi da Interneppo, sentiero che non conoscevo in questo senso. L’attacco del sentiero e a sx poco dopo la deviazione che sale al Monte Festa, park monoauto, pista cementata e attenzione a non farsi trarre in inganno dalle belle frecce rosse e blu a terra presso la casa, conducono ad una bella mulattiera lastricata fra muretti a secco e parallela alla strada poco più in basso, il sv 837 parte, sempre a sx, qualche metro oltre le frecce e sale subito nel bosco. Sentiero ruvido, gradini scavati nella roccia, ripido, ma poi diventa morbido, le roccette diventano terra, le foglie accolgono il passo, soffia un vento freddo e il cielo di incupisce, ho l’alibi giusto per tornare indietro, ma poi il sole diventa padrone del cielo e mitiga il vento. Sentiero subito panoramico, dal poligono giungono scoppi attutiti, unico rumore percepibile, davanti a me un boschetto di betulle, eleganti ed ecco il cupolotto del Naruvint che già da solo vale bene l’uscita odierna. Piccolo omino, punto trigonometrico, sentiero che prosegue verso il tre Corni, qualche sali scendi, qualche passaggino che merita attenzione se il terreno è umido come oggi, bello il sentiero lungo questa sottile cresta, una risalita lungo un tratto roccioso e poi la piccola croce di legno. Incrocio un gruppetto di veloci fiamme gialle con due splendidi cani, il sentiero per un tratto è stretto fra due file di mughi verdissimi, sani, in una decina di minuti raggiungo il Palantarins, croce di vetta e libro delle firme appena cambiato. Due escursioniste fanno sosta e così ce la raccontiamo, la giornata è davvero bella, all’orizzonte la striscia arancione del mare; il ritorno richiede qualche attenzione in più particolarmente nel tratto del costone del Ciadul. La camminata di oggi è stata una piacevole scoperta, sentiero luminoso e panoramico, sole e grifoni a volontà.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva