il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 95 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Lodin (Monte)
N. record trovati: 2
Messaggio
07-07-2021 09:58
ectorus ectorus
Salito ieri, con una giornata favolosa. Sole , assenza di nubi e un clima fantastico che invitava a camminare, camminare e camminare ancora. Partito da cas. Ramaz con il sent. 457 (che meriterebbe di un minimo di manutenzione vista l'erba alta e i diversi schianti da superare) Già a casera Lodin alta è uno spettacolo, poi su fino al passo lodinut. Tappeti di mille fiori rendono il tutto ancora più spettacolare. Dal passo, fan bella mostra le due cime del Lodin le quali invitano a salirle con calma, per godere dei panorami, per camminare lungo vecchie trincee immaginando quanta sofferenza esse hanno rappresentato. Alla cima , obbligatoria lunga sosta e con l'ausilio del binocolo studio di tutte le cime che i 360° offrono. Poi, sceso al Lodintorl e seguito il sent.403 (traversata carnica) verso ovest con destinazione il Zollner See. Ogni volta che arrivo in questo posto, mi emoziono per la sua appagante bellezza. Per la prima volta l'ho visto con una piccola parte , al suo lato ovest, con la tinta delle alghe rosse. Spettacolo nello spettacolo. Altra lunga sosta e poi via verso il passo Pecol di Chiaula. Facendo conto su un ricordo , ho cercato la traccia che anni fa ho fatto e che sale diretta al Passo, ma niente da fare, per cui sono arrivato al Zollnerseehutte e da li seguito il sentiero che porta al passo. Discesa al rifugio Fabiani. Due coppie siedono ai tavoli esterni. Mi ricevono i gestori con la loro simpatia e gentilezza. Come si fa a non sedersi e mangiare una fetta di ottimo strudel accompagnata da una fresca radler e allietato dalla conversazione dei presenti. Poi ti accorci che è pomeriggio inoltrato e devi arrivare a casera ramaz. E allora ciao a tutti e via. Quanta carica ti da una giornata così. Buona vita a tutti
Messaggio
17-07-2016 21:53
sandra.sentierinatura sandra.sentierinatura
domenica 17 luglio-Da Ramaz su pista ci si alza a casera Lodin Alta, alla quale stanno arrivando oggi alcuni giovani bovini. Su sentiero si raggiunge poi la forcella tra il Lodin e la Cima Val Di Puartis (gigli martagoni e vento), si divalla nella conca con torbiera, l'erba ondeggia al vento come onde del mare. Una marmotta ha qui portato alla luce, nello scavare la sua tana, un grosso proiettile bellico. Aggirata la conca acquitrinosa, si risale il fianco est del monte tra trincee e resti di postazioni. La cimetta dotata di panchine è invasa dalle funi di ancoraggio alla croce in legno. Panorama nitidissimo. Proseguito per cresta (vento) fino al passo Lodinut e al lago Zollner, rientrati dal passo Pecol di Chiaula al rif.Fabiani dove pascolano le mucche.
Segnalo che la strada da Pontebba a Cason di Lanza è interrotta; quella che da Paularo porta su è sempre più malconcia, le buche costingono a continue attenzioni che si aggiungono a quelle, già note, di evitare gli automobilisti e le moto in senso contrario.
Giornata luminosa dalla visibilità notevolissima, grandi paesaggi verdi e fioriti, incontrati diversi escursionisti austriaci e quattro nostri amici italiani.
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva