il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 185 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNatura
Commenti  ->  Visualizza tutti i commenti

Elenco commenti

Anello della val Zemola
N. record trovati: 13
Messaggio
02-06-2017 22:03
mimmo.greco mimmo.greco
Anello percorso parzialmente oggi con mio figlio; dal rifugio Maniago nuvole cupe e tuoni in lontananza invitavano a scendere per la via diretta per Casera Mela e così abbiamo fatto. Il resto del giro si farà un'altra volta. Fino al rifugio Maniago tutto ok. Splendido itinerario con tanto di affacciata panoramica dalla forcella Val de Forscia verso il Col Nudo. Segnalo la presenza di pianelle della Madonna ai bordi del greto torrentizio sotto la forcella del Duranno e molto più a valle lungo il torrente Zemola.
Messaggio
01-07-2015 00:00
matteo.pauletto matteo.pauletto
Percorso il 27/28-06-15. Percorso senza difficoltà di orientamento, molto ben segnato. Nottata passata al rifugio Maniago (consigliatissimo per il panoroma e per la cucina di Tony). Arrivati al Casera Bedin di sopra abbiamo tagliato per il sentiero che si stacca davanti ad essa. Molto bella e curata anche casera Galvana. Mandi
Messaggio
30-08-2013 16:23
Scream78 Scream78
Giro effettuato il 13 luglio ottimo percorso per panorami e diversità di flora! Casera Galvana tenuta in ottimo stato! Perfetta anche per pernottare in max 4 persone altrimenti si sta un po' stretti!
Messaggio
09-04-2012 00:00
lampicarmine58@gmail.com lampicarmine58@gmail.com
percorso oggi il tratto fino al rifugio maniago.alla casera galvana incontrata coppia che ci aveva dormito .il tratto verso il maniago presenta qualche tratto ghiacciato superabile con un po' di attenzione.segnavia impeccabile.
Messaggio
17-12-2011 00:00
simone.bonutto@epp-pl.com simone.bonutto@epp-pl.com
Come mi ero promesso un paio di settimane fa, l'ho rifatto oggi 17-12-2011 sempre insieme al mio pastore Australiano Freddy. Trovata molta neve in quota sopra i 1500 m, a tratti difficile da seguire la traccia del sentiero, oggi molto faticoso viste le condizioni. Meteo variabile ma vento gelido in quota. (bhe è Dicembre...) Da sottolineare: A casera Bedin, causa inagibilità del tratto boschivo, sono sceso (con l'aiuto telefonico del soccorso alpino che ringrazio) per un sentiero (non segnalato dal mio GPS) che taglia verso sud fino alla carrabile, senza quindi risalire verso ovest per circa 300 metri come indicato sul sito. Una ripida discesa che in poco mi ha portato alla carrabile. Panorama e paesaggio molto bello con la neve ;-) Ciao a tutti e buon Natale, Simone e Freddy
Messaggio
03-12-2011 00:00
simone.bonutto@epp-pl.com simone.bonutto@epp-pl.com
Oggi 03/12/2011 insieme al mio pastore austaraliano Freddy, l'abbiamo percorso solo in parte causa vero diluvio... Niente neve neanche a quota 1700, ...ma tanta acqua. Ci rifaremo ;-) Ciao Simone & Freddy
Messaggio
06-06-2011 00:00
chopinedali@hotmail.com chopinedali@hotmail.com
Noi l'abbiamo percorso il 03/06/2011. Abbiamo lasciato la macchina a Casera Mela, siamo saliti lungo il sentiero dei cavatori fino alla Cava di Marmo del Buscada, poi da lì abbiamo fatto tutto il giro: Casera Bedin, Rifugio Maniago, Casera Galvana e giù di nuovo fino a Casera Mela. Anche noi abbiamo avuto qualche problema con l'invisibile freccia tra il Maniago e la Galvana, ma poi fortunatamente l'abbiamo trovata. E' proprio vero che in quel punto c'è troppa confusione tra segnavia giallo-rossi e segnavia bianco-rossi! In alcuni punti del tratto Maniago-Galvana c'era ancora un po' di nevaccia sporca; in altri punti, modesti smottamenti si erano portati via brevi tratti di sentiero. Nell'insieme è stato un giro molto bello (nonostante la pioggerella fastidiosa), stancante ma non difficile. La Val Zemola offre dei paesaggi veramente incantevoli.
Messaggio
08-05-2011 00:00
mz.cicero@gmail.com mz.cicero@gmail.com
Fatto oggi. Nessun problema con le segnalazioni, con un po' di attenzione non ci si perde. Insidioso il tratto tra cas. Galvana e rif. Maniago a causa dei continui e snervanti saliscendi, oltre al fatto che l'attraversamento dei canaloni ghiacciati è risultato assai malagevole per la scarsa 'presa' degli scarponi. Nel complesso, escursione faticosa e poco panoramica (belli solo Duranno e Centenere).
Messaggio
30-06-2010 00:00
enzostefanutti@hotmail.com enzostefanutti@hotmail.com
Ho fatto il giro e ho notato le tracce ripassate di fresco, per me è impossibile perdersi
Messaggio
15-08-2009 00:00
brbass@alice.it brbass@alice.it
quelle tracce giallo-rosse incontrate dovrebbero essere i nuovi confini che delimitano il patrimonio delle dolomiti dell'unesco. una volta sceso a erto ho notato delle cartine geografiche che spiegavano la normativa saluti
Messaggio
25-08-2008 00:00
patrizia.rinaldi@tns-global.com patrizia.rinaldi@tns-global.com
Abbiamo effettutato il giro in data 22/08 nel senso raccomandato. Anche noi ci siamo persi nel bosco tra la casera Galvana e il Maniago probabilmente dove nella descrizione si parla di una (per niente) evidente freccia a destra. Ad un certo punto del sentiero si mescolano i segnavia bianco-rossi con quelli giallo-rossi (da noi seguiti nel bosco e definiti poi "dei sabotatori"). Quando ci siamo resi conto che stavamo scendendo troppo e sul versante sbagliato siamo tornati indietro e alla fine abbiamo trovato la freccia a destra. Decisamente è necessario prestare attenzione alle scarse segnalazioni in quel tratto e non seguire le tracce giallo-rosse. Stessa curiosità sul loro significato. Ci siamo detti che probabilmente delimitano dei settori del bosco ma se qualcuno ha la spiegazione ... Saluti
Messaggio
18-08-2008 00:00
deconto1@gmail.com deconto1@gmail.com
amici buongiorno, sabato 16/08, io ho invece effettuato, il giro nel'altro senso, ex-cava, cima zita, casera bedin, rifugio maniago, tutto bellissimo. dal rifugio ho preso il sentiero per la casera galvana. ad un certo punto, dopo un ultimo passaggio vallivo non sono più riuscito a trovare il sentiero nonostante diversi tentativi a ritroso. Sono quindi sceso a valle alla "disperso nel bosco" e ritrovato il sentiero giusto in fondo. anche se i puristi non saranno d'accordo, una pennellata di rosso in più guasta ? mi potete dire poi, per cortesia cosa significano le indicazioni rosso/gialle ? non portano a confusione ? saluti a tutti.
Messaggio
06-06-2008 00:00
tonyracing@mejode.it tonyracing@mejode.it
giro effettuato in solitaria il 2giugno 08,bellissimo.casera galvana in ottime condizioni,consiglio la salita al porgeit per lo splendido panorama.Casera bedin invece sporca e trascurata.mandi!
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva