il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 83 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 52
Messaggio

Tolminski Kuk (2085 m), Zeleni Vrh (2052 m) e Mali Vrh (2015 m) da Tolminske Ravne

30-10-2014 13.08
claudio.65 claudio.65
Entusiasmante escursione sulle ultime propaggini delle Alpi Giulie Orientali.
Allegato: 1 Tolminski Kuk.jpg
Tolminski Kuk (2085 m), Zeleni Vrh (2052 m) e Mali Vrh (2015 m) da Tolminske Ravne
Messaggio
30-10-2014 13.11
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo Tolmin e uscendo dal centro abitato, passato il ponte sulla Tolminka, al primo incrocio svoltiamo a sinistra seguendo le indicazioni per Zabce e lungo la stretta e tortuosa rotabile asfaltata arriviamo a Tolminske Ravne.
Allegato: 2 Tolminske Ravne.JPG
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo  Tolmin e  uscendo dal centro abitato, passato il ponte sulla Tolminka, al primo incrocio svoltiamo a sinistra seguendo le indicazioni per Zabce e lungo la stretta e tortuosa rotabile asfalta
Messaggio
30-10-2014 13.12
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nel piccolo parcheggio a monte della borgata, iniziamo la nostra escursione imboccando la carrareccia inerbita, seguendo le indicazioni verso Planina Kal.
Allegato: 3 Carrareccia.JPG
DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nel piccolo parcheggio a monte della borgata, iniziamo la nostra escursione imboccando la carrareccia inerbita, seguendo le indicazioni verso Planina Kal.
Messaggio
30-10-2014 13.16
claudio.65 claudio.65
La carrareccia dopo aver attraversato gli ampi pascoli ci porta in breve con una larga curva al successivo bivio segnalato.
Allegato: 4 Bivio.JPG
La carrareccia  dopo aver attraversato gli ampi pascoli ci porta in breve con una larga curva al successivo bivio segnalato.
Messaggio
30-10-2014 13.18
claudio.65 claudio.65
Lasciando a destra la deviazione verso la Koca na planini Razor, proseguiamo lungo la carrareccia che dopo un tratto rettilineo si tramuta in mulattiera ed inizia a salire nella faggeta.
Allegato: 5 Faggeta.JPG
Lasciando a destra la deviazione verso la Koca na planini Razor, proseguiamo lungo la carrareccia che dopo un tratto rettilineo si tramuta in mulattiera ed inizia a salire nella faggeta.
Messaggio
30-10-2014 13.19
claudio.65 claudio.65
Una lunga serie di tornantini parzialmente invasi dalle foglie autunnali ci porta subito a guadagnare quota, pervenendo infine al bivio di quota 1292.
Allegato: 6 Bivio quota 1292.JPG
Una lunga serie di tornantini parzialmente invasi dalle foglie autunnali ci porta subito a guadagnare quota, pervenendo infine al bivio di quota 1292.
Messaggio
30-10-2014 13.20
claudio.65 claudio.65
Lasciando a destra un'ulteriore deviazione verso la Koca na planini Razor, svoltiamo a sinistra e con un tratto in falsopiano raggiungiamo il successivo bivio di quota 1315.
Allegato: 7 Traverso.JPG
Lasciando a destra un'ulteriore deviazione verso la  Koca na planini Razor, svoltiamo a sinistra e con un tratto in falsopiano raggiungiamo il successivo bivio di quota 1315.
Messaggio
30-10-2014 13.23
claudio.65 claudio.65
Mentre la mulattiera prosegue verso sinistra, noi saliamo decisamente a destra nella faggeta seguendo un tortuoso sentierino segnalato.
Allegato: 8 Sentierino.JPG
Mentre la mulattiera prosegue verso sinistra, noi saliamo decisamente a destra nella faggeta seguendo un tortuoso sentierino segnalato.
Messaggio
30-10-2014 13.25
claudio.65 claudio.65
Ritrovato nuovamente l'originario tracciato della mulattiera, la seguiamo sempre in salita verso destra.
Allegato: 9 Mulattiera.JPG
Ritrovato nuovamente l'originario tracciato della mulattiera, la seguiamo sempre in salita verso destra.
Messaggio
30-10-2014 13.26
claudio.65 claudio.65
Con una serie di tornanti il sassoso tratturo a tratti selciato esce dal bosco, portandoci sugli ampi pascoli della Planina Kal, sovrastata dalla rocciosa mole del Tolminski Migovec.
Allegato: 10 Planina Kal.JPG
Con una serie di tornanti il sassoso tratturo a tratti selciato esce dal bosco, portandoci sugli ampi pascoli della Planina Kal, sovrastata dalla rocciosa mole del Tolminski Migovec.
Messaggio
30-10-2014 13.27
claudio.65 claudio.65
A poca distanza dall'ultimo edificio, normalmente aperto per uno spartano ricovero, troviamo le successive indicazioni.
Allegato: 11 Bivio.JPG
A poca distanza dall'ultimo edificio, normalmente aperto per uno spartano ricovero, troviamo le successive indicazioni.
Messaggio
30-10-2014 13.29
claudio.65 claudio.65
Seguendo le indicazioni verso il Krn, percorriamo alcune svolte nell'erba, quindi abbandonandiamo definitivamente il sentiero segnalato per imboccare a destra una labile traccia.
Allegato: 12 Traccia.JPG
Seguendo le indicazioni verso il Krn, percorriamo alcune svolte nell'erba, quindi abbandonandiamo definitivamente il sentiero segnalato per imboccare a destra una labile traccia. <br />
Messaggio
30-10-2014 13.30
claudio.65 claudio.65
Dirigendoci verso la mole del Tolminski Migovec ritroviamo un sentiero più marcato appena entrati nella folta mugheta.
Allegato: 13 Sentiero.JPG
Dirigendoci verso la mole del Tolminski Migovec ritroviamo un sentiero più marcato appena entrati nella folta mugheta.
Messaggio
30-10-2014 13.32
claudio.65 claudio.65
Il sentiero prosegue in salita fra i baranci, sotto le pareti erose dal carsismo superficiale, sfruttando una vecchia mulattiera della Grande Guerra.
Allegato: 14 Mulattiera.JPG
Il sentiero prosegue in salita fra i baranci, sotto le pareti erose dal carsismo superficiale, sfruttando una vecchia mulattiera della Grande Guerra.
Messaggio
30-10-2014 13.33
claudio.65 claudio.65
Con una lunga serie di tornanti inframmezzati da tratti rettilinei e qualche franamento di ghiaie lungo il percorso, la mulattiera sbuca infine sulla baranciosa cresta settentrionale del Tolminski Migovec, dove il panorama si apre sull'altro versante.
Allegato: 15 Panorama.JPG
Con una lunga serie di tornanti inframmezzati da tratti rettilinei e qualche franamento di ghiaie lungo il percorso, la mulattiera sbuca infine sulla baranciosa cresta settentrionale del Tolminski Migovec, dove il panorama si apre sull'altro versante.
Messaggio
30-10-2014 13.35
claudio.65 claudio.65
Lasciando per ora a destra la prosecuzione non segnalata verso il Tolminski Migovec, scendiamo a sinistra perdendo leggermente quota e proseguiamo lungo l'ampio e marcato sentiero fra i mughi.
Allegato: 16 Sentiero.JPG
Lasciando per ora a destra la prosecuzione non segnalata verso il Tolminski Migovec, scendiamo a sinistra perdendo leggermente quota e proseguiamo lungo l'ampio e marcato sentiero fra i mughi.
Messaggio
30-10-2014 13.37
claudio.65 claudio.65
Con percorso un po' tortuoso continuiamo lungo il sentiero seguendo alcuni provvidenziali ometti e qualche sbiadito segnavia nei punti con maggiori difficoltà d'orientamento.
Allegato: 17 Radura.JPG
Con percorso un po' tortuoso continuiamo lungo il sentiero seguendo alcuni provvidenziali ometti e qualche sbiadito segnavia nei punti con maggiori difficoltà d'orientamento.
Messaggio
30-10-2014 13.40
claudio.65 claudio.65
Alcune perdite di quota fra le alture della dorsale ci portano a sfiorare delle doline, in cui sono ancora visibili i terrazzamenti delle baracche risalenti al primo conflitto mondiale.
Allegato: 18 Dolina.JPG
Alcune perdite di quota fra le alture della dorsale ci portano a sfiorare delle doline, in cui sono ancora visibili i terrazzamenti delle baracche risalenti al primo conflitto mondiale.
Messaggio
30-10-2014 13.41
claudio.65 claudio.65
Un'ultima breve risalita ci porta infine ad uscire definitivamente dalla mugheta.
Allegato: 19 Risalita.JPG
Un'ultima breve risalita ci porta infine ad uscire definitivamente dalla  mugheta.
Messaggio
30-10-2014 13.42
claudio.65 claudio.65
Ci troviamo ora sull'arida pietraia, dove seguendo rari ometti ci dirigiamo in direzione dell'ampia sella di quota 1993 fra Tolminski Kuk e Zeleni Vrh.
Allegato: 20 Verso la sella.JPG
Ci troviamo ora sull'arida pietraia, dove seguendo rari ometti ci dirigiamo in direzione dell'ampia sella di quota 1993 fra Tolminski  Kuk e Zeleni Vrh.
Messaggio
30-10-2014 13.43
claudio.65 claudio.65
Senza però raggiungerla, svoltiamo a sinistra verso la dorsale seguendo sempre i provvidenziali ometti e qualche sbiadito segnavia.
Allegato: 21 Ometti.JPG
Senza però raggiungerla, svoltiamo a sinistra verso la dorsale seguendo sempre i provvidenziali ometti e qualche sbiadito segnavia.
Messaggio
30-10-2014 13.55
claudio.65 claudio.65
Sbuchiamo quindi sulla cresta orientale del Tolminski Kuk, dove seguiamo a sinistra lo stretto sentiero.
Allegato: 22 Cresta.JPG
Sbuchiamo quindi sulla cresta orientale del Tolminski Kuk, dove seguiamo a sinistra lo stretto sentiero.
Messaggio
30-10-2014 13.57
claudio.65 claudio.65
Con qualche passaggio leggermente esposto sull'orrido pendio settentrionale arriviamo infine in vista della meta.
Allegato: 23 Verso la vetta.JPG
Con qualche passaggio leggermente esposto sull'orrido pendio settentrionale arriviamo infine in vista della meta.
Messaggio
30-10-2014 13.58
claudio.65 claudio.65
Un grande ometto di sassi con i resti di una croce ci accoglie sul Tolminski Kuk, mentre a poca distanza troviamo il contenitore con il libro firme.
Allegato: 24 Vetta.JPG
Un grande ometto di sassi con i resti di una croce ci accoglie sul Tolminski Kuk, mentre a poca distanza troviamo il contenitore con il libro firme.
Messaggio
30-10-2014 14.00
claudio.65 claudio.65
Dalla panoramica vetta riprendiamo ora la via di discesa puntando all'evidente insellatura di quota 1993.
Allegato: 25 Discesa.JPG
Dalla panoramica vetta riprendiamo ora la via di discesa puntando all'evidente insellatura di quota 1993.
Messaggio
30-10-2014 14.01
claudio.65 claudio.65
Tralasciando a destra la via seguita in salita proseguiamo fino alla sella, da dove vediamo distintamente la nostra prossima meta.
Allegato: 26 Sella.JPG
Tralasciando a destra la via seguita in salita proseguiamo fino alla sella, da dove vediamo distintamente la nostra prossima meta.
Messaggio
30-10-2014 14.02
claudio.65 claudio.65
Con qualche cautela superiamo un tratto leggermente esposto sul versante settentrionale.
Allegato: 27 sentiero.JPG
Con  qualche cautela superiamo un tratto leggermente esposto sul versante settentrionale.
Messaggio
30-10-2014 14.03
claudio.65 claudio.65
Seguendo l'evidente cresta proseguiamo verso l'alto, tralasciando a destra un marcato sentiero che utilizzeremo al ritorno.
Allegato: 28 Sentiero.JPG
Seguendo l'evidente cresta proseguiamo verso l'alto, tralasciando a destra un marcato sentiero che utilizzeremo al ritorno.
Messaggio
30-10-2014 14.04
claudio.65 claudio.65
Sbuchiamo infine sull'ampia vetta dello Zeleni Vrh, meta raggiunta lo scorso mese, partendo però dalla remota Koca na planini Stador.
Allegato: 29 Zeleni Vrh.JPG
Sbuchiamo infine sull'ampia vetta dello Zeleni Vrh, meta raggiunta lo scorso mese, partendo però dalla remota Koca na planini Stador.
Messaggio
30-10-2014 14.06
claudio.65 claudio.65
Lungo il roccioso versante orientale scendiamo quindi alla sottostante angusta forcella di quota 1975.
Allegato: 30 Discesa.JPG
Lungo il roccioso versante orientale scendiamo quindi alla sottostante angusta forcella di quota 1975.
Messaggio
30-10-2014 14.08
claudio.65 claudio.65
Dal valico, tralasciando la prosecuzione dell'evidente sentiero verso la Skrbina, seguendo delle labili tracce saliamo verso la vetta del Mali Vrh.
Allegato: 31 Tracce.JPG
Dal valico, tralasciando la prosecuzione dell'evidente sentiero verso la Skrbina, seguendo delle labili tracce saliamo verso la vetta del Mali Vrh.
Messaggio
30-10-2014 14.09
claudio.65 claudio.65
Con alcune ripide svolte e l'aiuto delle mani superiamo un piccolo gradone roccioso.
Allegato: 32 Gradone.JPG
Con alcune ripide svolte e l'aiuto delle mani superiamo un piccolo gradone roccioso.
Messaggio
30-10-2014 14.10
claudio.65 claudio.65
Continuiamo quindi in salita su piccoli fazzoletti erbosi e roccette a volte instabili.
Allegato: 33 Verso la vetta.JPG
Continuiamo quindi in salita su piccoli fazzoletti erbosi e roccette a volte instabili.
Messaggio
30-10-2014 14.11
claudio.65 claudio.65
Sbuchiamo infine sulla piccola vetta del Mali Vrh, poco frequentata ma discretamente panoramica.
Allegato: 34 Vetta Mali Vrh.jpg
Sbuchiamo infine sulla piccola vetta del Mali Vrh, poco frequentata ma discretamente panoramica.
Messaggio
30-10-2014 14.11
claudio.65 claudio.65
La prosecuzione in cresta verso la Podrta Gora ci appare riservata ad escursionisti particolarmente esperti con pratica d'alpinismo.
Allegato: 35 Podrta Gora.JPG
La prosecuzione in cresta verso la Podrta Gora ci appare riservata ad escursionisti particolarmente esperti con pratica d'alpinismo.
Messaggio
30-10-2014 14.13
claudio.65 claudio.65
Riscendiamo quindi alla sottostante forcella,con molta cautela vista l'assenza di segnavia od ometti lungo il percorso e l'estrema ripidità del pendio.
Allegato: 36 Discesa.JPG
Riscendiamo quindi alla sottostante forcella,con molta cautela vista l'assenza di segnavia od ometti lungo il percorso e l'estrema ripidità del pendio.
Messaggio
30-10-2014 14.15
claudio.65 claudio.65
Dall'angusto valico percorriamo a ritroso un tratto del sentiero ed al bivio segnalato, onde evitare la risalita alla vetta dello Zeleni Vrh, prendiamo a sinistra.
Allegato: 37 Bivio.JPG
Dall'angusto valico percorriamo a ritroso un tratto del sentiero ed al bivio segnalato, onde evitare la risalita alla vetta dello Zeleni Vrh, prendiamo a sinistra.
Messaggio
30-10-2014 14.16
claudio.65 claudio.65
L'aereo sentiero percorre in leggera salita il versante meridionale del monte, ma dobbiamo comunque prestare attenzione a qualche tratto franato ed esposto.
Allegato: 38 Sentiero.JPG
L'aereo sentiero percorre in leggera salita il versante meridionale del monte, ma dobbiamo comunque prestare attenzione a qualche tratto franato ed esposto.<br />
Messaggio
30-10-2014 14.17
claudio.65 claudio.65
Sbuchiamo infine al bivio incontrato durante la salita allo Zeleni Vrh e percorrendo a ritroso il sentiero di cresta arriviamo alla sella di quota 1993.
Allegato: 39 Verso la sella.JPG
Sbuchiamo infine al bivio incontrato durante la salita allo Zeleni Vrh e percorrendo a ritroso il sentiero di cresta  arriviamo alla sella di quota 1993.
Messaggio
30-10-2014 14.18
claudio.65 claudio.65
Dall'ampio valico lasciamo la prosecuzione del sentiero verso il Tolminski Kuk e seguendo alcune tracce scendiamo diagonalmente nella conca sottostante, puntando decisamente alla dorsale del Tolminski Migovec che qui ha origine.
Allegato: 40 Tracce.JPG
Dall'ampio valico lasciamo la prosecuzione del sentiero verso il Tolminski Kuk e seguendo alcune tracce scendiamo diagonalmente nella conca sottostante, puntando decisamente alla dorsale del Tolminski Migovec che qui ha origine.
Messaggio
30-10-2014 14.19
claudio.65 claudio.65
Con una leggera risalita raggiungiamo infine l'arida pietraia dove ritroviamo i provvidenziali ometti.
Allegato: 41 Dorsale.JPG
Con una leggera risalita raggiungiamo infine l'arida pietraia dove ritroviamo i provvidenziali ometti.
Messaggio
30-10-2014 14.21
claudio.65 claudio.65
Percorrendo lungamente a ritroso il tragitto fatto all'andata raggiungiamo infine il bivio sulla cresta del Tolminski Migovec, da dove si apre un fantastico panorama sul gruppo del Krn.
Allegato: 42 Panorama.JPG
Percorrendo lungamente a ritroso il tragitto fatto all'andata raggiungiamo infine il bivio sulla cresta del Tolminski Migovec, da dove si apre un fantastico panorama sul gruppo del Krn.
Messaggio
30-10-2014 14.23
claudio.65 claudio.65
Tralasciando per ora a destra la discesa verso la Planina Kal, proseguiamo a sinistra lungo il marcato sentiero nella mugheta.
Allegato: 43 Sentiero.JPG
Tralasciando per ora a destra la discesa verso la Planina Kal, proseguiamo a sinistra lungo il marcato sentiero nella mugheta.
Messaggio
30-10-2014 14.24
claudio.65 claudio.65
Con andamento sinuoso fra i baranci arriviamo ad una grande dolina che costeggeremo sulla sinistra con un ampio arco.
Allegato: 44 Dolina.JPG
Con andamento sinuoso fra i baranci arriviamo ad una grande dolina che costeggeremo sulla sinistra con un ampio arco.
Messaggio
30-10-2014 14.25
claudio.65 claudio.65
Con un paio di svolte usciamo quindi sulla dorsale in vista dell'ultima cima della giornata.
Allegato: 45 Verso la vetta.JPG
Con un paio di svolte usciamo quindi sulla dorsale in vista dell'ultima cima della giornata.
Messaggio
30-10-2014 14.27
claudio.65 claudio.65
La vetta del Tolminski Migovec, nonostante non raggiunga i 2000 metri, risulta dal libro di vetta la più frequentata della zona.
Allegato: 46 Vetta.JPG
La vetta del Tolminski Migovec, nonostante non raggiunga i 2000 metri, risulta dal libro di vetta la più frequentata della zona.
Messaggio
30-10-2014 14.29
claudio.65 claudio.65
Tornati al bivio precedente riprendiamo la via del rientro scendendo alla Planina Kal.
Allegato: 47 Rientro.jpg
Tornati al bivio precedente riprendiamo la via del rientro scendendo alla Planina Kal.<br />
Messaggio
30-10-2014 14.32
claudio.65 claudio.65
Dall'alpeggio scendiamo lungo il tragitto percorso all'andata, rammentandoci della deviazione segnalata a sinistra lungo la mulattiera fra la Planina Kal ed il bivio di quota 1315.
Allegato: 48 Bivio.JPG
Dall'alpeggio scendiamo lungo il tragitto percorso all'andata, rammentandoci della deviazione segnalata a sinistra lungo la mulattiera fra la Planina Kal ed il bivio di quota 1315.
Messaggio
30-10-2014 14.34
claudio.65 claudio.65
Le prime ombre della sera sautano infine l'arrivo alla bucolica borgata di Tolminske Ravne.
Allegato: 49 Tolminske Ravne.JPG
Le prime ombre della sera sautano infine l'arrivo alla bucolica borgata di Tolminske Ravne.
Messaggio
30-10-2014 14.48
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota di partenza: Tolminske Ravne 909 metri
Quota massima: Tolminski Kuk 2085 metri
Dislivello: 1176 metri
Dislivello reale: 1500 metri, calcolando le varie risalite
Tempo andata: 3 ore e 1/2
Tempo ritorno: 3 ore
Tempo totale: 6 ore e 1/2, escluse le eventuali soste
Cartografia consigliata in scala 1.25.000:
"Krn, Kobarid, Tolmin", Planinska zveza Slovenije ed. 2009
"Bohinjsko Jezero z okolico", Planinska zveza Slovenije ed.2006
"Bohinj, Triglav, Krn, Crna Prst", Sidarta ed.2010
Data escursione: 28 ottobre 2014
Allegato: 50 Carsismo.JPG
NOTA TECNICA:<br />Quota di partenza: Tolminske Ravne 909 metri<br />Quota massima: Tolminski Kuk 2085 metri<br />Dislivello: 1176 metri<br />Dislivello reale: 1500 metri, calcolando le varie risalite<br />Tempo andata: 3 ore e 1/2<br />Tempo ritorno: 3 o
Messaggio
31-10-2014 21.58
askatasuna askatasuna
Claudio e Heidibruna, che dire? Solo un grazie di cuore, bihotz bihotz, per approfondire e condividere i magnifici territori della vicina Slovenija che mi coinvolgono emotivamente e personalmente. Spesso poco frequentati da noi friulani (nel mio caso pure dai mezzi sloveni), son luoghi d'altri tempi, ove le genti affondano i respiri nella terra, ove il rapporto con i loro monti è talmente atavico ed ovvio, da far riflettere sull'isolamento e l'abbandono del nostro territorio. Son gioielli salvadiis, da riscoprire con rispetto. Per la vostra condivisione, hvala lepa in kapa dol!
Messaggio
03-01-2016 20.21
askatasuna askatasuna
VARIANTE AD ANELLO - Tolminske Ravne...mmmmh... Non c'ero mai stato e mi è rimasta dentro. O meglio ne conservo ancora le immagini. I camini fumanti, i prati curati, una nonna che spinge la sua carriola di mattina presto. Già indaffarata come ogni altra forma di vita! La luce si fa generosa, in un luogo ameno ed isolato che nelle nostre montagne sarebbe stato abbandonato decenni fa. Ostinato e legato a Tolmino da una rotabile che dir tortuosa pare eufemistico, questo manipolo di casupole m'entra dentro. Di bot! La faggeta poi fa il resto. Giovani fusti disegnano sbarre d'ombra su di un troi che imprigiona l'anima. Salendo, individuo una traccia con mughi tagliati di recente. Forse una scorciatoia diretta per il bivacco speleologico. Continuo verso la prima meta, il Migovec. Deviazione propedeutica per un giro ad anello scendendo sfiorando le pareti del Vrh nad Škrbino. Le ammiro dalla cimotta, o meglio da quel carsico susseguirsi di doline e rotondità. Pareti in totale contrasto con la dolcezza del percorso. Piallate. Paion uno specchio opaco. Piere frujade. Splendido il ripercorrere con gli occhi la cresta che già conosco e quella che verrà. Mentre mi dirigo verso la seconda tappa, il pietroso catino s'anima. Diviso in due gruppi, il più grande branco di camosci che sia mai riuscito a rapire con gli occhi, fugge alla spicciolata mirando al Mali Vrh. Trenta paia di corna (arrotondate per difetto) che s'agitano! Di no crodi! Il Kuk sgretola ogni rimasuglio di raziocinio. La giornata è tersa, il panorama si fa abbraccio, nonostante la leggera foschia. Il colpo d'occhio sulle Giulie irrompe inaspettato, con Sua Triglavità che tenta di rubare l'attenzione seduto sul trono. Da qui, mirando al Migovec, si capisce subito la ragione per cui esista un bivacco speleologico in un luogo di certo non centrale per gli escursionisti. Qualcuno giunto a questo punto potrebbe ritenersi pienamente soddisfatto e girar i tacchi ma le successive cimotte proposte da Claudio non solo meri toponimi da spulciar da un elenco infinito. Così vicine, da non sospettare i regali che son propense a condividere! La prima mette a nudo la schiena della cimotta erbosa appena discesa. Una nemesi che stupisce, con quelle grigie striature che si fan successioni di pentagrammi, su cui oggi il vento compone le sue sinfonie. L'ultima picca, il Mali Vrh, esagera, facendomi sbirciare quel lago che da qui mima una lacrima. Il Podrta gora fa già la corte ad una luna, talmente accennata da fingersi nube. Giunto a forcella Škrbina proseguo in discesa, per un traverso innevato. Poco più avanti, quelle pareti che dal Migovec parevano una lastra unica si rivelano come una millefoglie di crema al pistacchio. Qui le erbe non ci pensan neanche a dorarsi! A quota 1680 un masso con la scritta in rosso Tolmin (freccia verso destra), mi fa individuare la traccia di raccordo per completar l'anello. Incontro ancora due bivi. Il primo a quota 1380. Se preso verso destra, consente di ritornare a planina Na Kalu. Io continuo in direzione Ravne. Al successivo, l'ennesima scelta. Prendendo verso destra ci si raccorderà con il troi dell'andata a quota 1300, continuando invece a sinistra, pochi metri dopo, s'incontra un canalone invitante. Qui s'inizia a scendere incontrando gli sbiaditi segnavia d'un troi dismesso che senza patemi conduce verso Ravne, che, immersa in una statica quiete, si prepara per riempir di falische le tenebre. (19.12.2015)
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva