il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 180 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 29
Messaggio

Salita al M.Mondeval (2455 metri)

04-09-2014 16.25
claudio.65 claudio.65
Fantastica escursione sulle tracce di Guglielmo da Baskerville ed Adso da Melk.
Allegato: 1 Mondeval.JPG
Salita al M.Mondeval (2455 metri)
Messaggio
04-09-2014 16.28
claudio.65 claudio.65
ACCESSO: Da Cortina d'Ampezzo lungo la SS 638 oppure da Selva di Cadore lungo la stessa rotabile dall'altro versante, raggiungiamo il Passo Giau.
Allegato: 2 P.so Giau.JPG
ACCESSO: Da Cortina d'Ampezzo lungo la SS 638 oppure da Selva di Cadore lungo la stessa rotabile dall'altro versante, raggiungiamo il Passo Giau.
Messaggio
04-09-2014 16.32
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Dall'ampio piazzale, imbocchiamo verso Sud Est il CAI 436 e con una leggera perdita di quota, su uno  stretto sentiero  raggiungiamo in pochi minuti la Forcella di Zonia.
Allegato: 3 F.la di Zonia e M.Cernera.JPG
DESCRIZIONE: Dall'ampio piazzale, imbocchiamo verso Sud Est il CAI 436 e con una leggera perdita di quota, su uno  stretto sentiero  raggiungiamo in pochi minuti la Forcella di Zonia.
Messaggio
04-09-2014 16.34
claudio.65 claudio.65
Tralasciando a destra la deviazione lungo il CAI 462 nell'angusta Val Zonia, proseguiamo lungo l'aereo sentiero, raggiungendo la successiva Forcella de Col Piombin, transitando sotto le pendici occidentali dell'omonima cima.
Allegato: 4 F.la de Col Piombin.JPG
Tralasciando a destra la deviazione lungo il CAI 462 nell'angusta Val Zonia, proseguiamo lungo l'aereo sentiero, raggiungendo la successiva Forcella de Col Piombin, transitando sotto le pendici occidentali dell'omonima cima.
Messaggio
04-09-2014 16.39
claudio.65 claudio.65
Valicata la forcella dopo un piccolo salto, dove presteremo un minimo di attenzione, perderemo un pò di quota lungo lo stretto sentiero a mezzacosta, entrando nella bucolica Val Cernera,
Allegato: 5 Val Cernera.JPG
Valicata la forcella dopo un piccolo salto, dove presteremo un minimo di attenzione, perderemo un pò di quota lungo lo stretto sentiero a mezzacosta, entrando nella bucolica Val Cernera,
Messaggio
04-09-2014 16.41
claudio.65 claudio.65
Risaliremo quindi con un tratto più erto, caratterizzato dalla presenza di ghiaino, verso la Forcella Giau a 2360 metri di quota.
Allegato: 6 Salendo a F.la Giau.JPG
Risaliremo quindi con un tratto più erto, caratterizzato dalla presenza di ghiaino, verso la Forcella Giau a 2360 metri di quota.
Messaggio
04-09-2014 16.44
claudio.65 claudio.65
Dall'ampio valico si apre un panorama straordinario e non ci stupisce che proprio in questo luogo siano state girate le sequenze iniziali del celebre “Il Nome della Rosa”.
Allegato: 7 F.la Giau.JPG
Dall'ampio valico si apre un panorama straordinario e non ci stupisce che proprio in questo luogo siano state girate le sequenze iniziali del celebre “Il Nome della Rosa”.
Messaggio
04-09-2014 16.48
claudio.65 claudio.65
Tralasciando a destra il CAI 465 diretto al Ponte di Sassi,continuiamo ancora per poche centinaia di metri lungo il CAI 436,quindi l'abbandoniamo e seguiamo uno dei sentierini in discesa verso il Lago delle Baste.
Allegato: 8 Costa de le Role e Lago delle Baste.JPG
Tralasciando a destra il CAI 465 diretto al Ponte di Sassi,continuiamo ancora per poche centinaia di metri lungo il CAI 436,quindi l'abbandoniamo e seguiamo uno dei sentierini in discesa verso il Lago delle Baste.
Messaggio
04-09-2014 16.50
claudio.65 claudio.65
Dall'azzurro specchio d'acqua, seguendo un labile sentierino iniziamo l'ascesa lungo l'ampia dorsale erbosa al M.Mondeval, denominato anche Corvo Alto.
Allegato: 9 Salendo al M. Mondeval.JPG
Dall'azzurro specchio d'acqua, seguendo un labile sentierino iniziamo l'ascesa lungo l'ampia dorsale erbosa al M.Mondeval, denominato anche Corvo Alto.
Messaggio
04-09-2014 16.52
claudio.65 claudio.65
Un erto ultimo tratto leggermente esposto sul versante occidentale ci porterà infine in vetta, dove troveremo solamente un paletto infisso nel terreno.
Allegato: 10 Salendo al M. Mondeval.JPG
Un erto ultimo tratto leggermente esposto sul versante occidentale ci porterà infine in vetta, dove troveremo solamente un paletto infisso nel terreno.
Messaggio
04-09-2014 16.53
claudio.65 claudio.65
Il colpo d'occhio è veramente straordinario e lo sguardo può spaziare su innumerevoli vette.
Allegato: 11 Il Pelmo.JPG
Il colpo d'occhio è veramente straordinario e lo sguardo può spaziare su innumerevoli vette.
Messaggio
04-09-2014 16.55
claudio.65 claudio.65
Scenderemo quindi lungo il versante orientale tenendo come riferimento la lontana casera Mondeval di sopra.
Allegato: 12 Discesa.JPG
Scenderemo quindi lungo il versante orientale tenendo come riferimento la lontana casera Mondeval di sopra.
Messaggio
04-09-2014 16.58
claudio.65 claudio.65
A circa metà pendio svolteremo a settentrione, puntando all'ormai visibile edificio.
Allegato: 13 Verso C.ra Mondeval.JPG
A circa metà pendio svolteremo a settentrione, puntando all'ormai visibile edificio.
Messaggio
04-09-2014 17.00
claudio.65 claudio.65
La casera risulta essere in discrete condizioni ed aperto alla fruzione escursionistica, nonostante l'aspetto spartano.
Allegato: 14 C.ra Mondeval.JPG
La casera risulta essere in discrete condizioni ed aperto alla fruzione escursionistica, nonostante l'aspetto spartano.<br />
Messaggio
04-09-2014 17.02
claudio.65 claudio.65
Usciti dall'edificio, notiamo in basso sui verdi pascoli un enorme masso al quale ci dirigiamo.
Allegato: 15 Scendendo al masso.JPG
Usciti dall'edificio, notiamo in basso sui verdi pascoli un enorme masso al quale ci dirigiamo.
Messaggio
04-09-2014 17.06
claudio.65 claudio.65
Nei suoi pressi notiamo il sito recintato dove nel 1987 è stato ritrovato lo scheletro dell'Uomo di Mondeval, un primitivo cacciatore, frequentatore del luogo, risalente a circa 4000 anni fà.
Allegato: 16 Sepoltura Mesolitica.JPG
Nei suoi pressi notiamo il sito recintato dove nel 1987 è stato ritrovato lo scheletro  dell'Uomo di Mondeval, un primitivo cacciatore, frequentatore del luogo, risalente a circa 4000 anni fà.
Messaggio
04-09-2014 17.13
claudio.65 claudio.65
Dalla sepoltura mesolitica un sentiero verso meridione ci porta ad un bivio da dove abbiamo un bel colpo d'occhio sul Beco de Mezodì.
Allegato: 17 Beco de Mezodì.JPG
Dalla sepoltura mesolitica un sentiero verso meridione ci porta ad un bivio da dove abbiamo un bel colpo d'occhio sul Beco de Mezodì.
Messaggio
04-09-2014 17.18
claudio.65 claudio.65
Proseguiamo verso oriente lungo il CAI 466, ma dopo poche decine di metri l'abbandoniamo seguendo a destra delle tracce attraverso una zona di grossi massi verso l'evidente Col Duro, mentre alle nostre spalle appare la Croda da Lago.
Allegato: 18 Croda da Lago.JPG
Proseguiamo verso oriente lungo il CAI 466, ma dopo poche decine di metri l'abbandoniamo seguendo a destra delle tracce attraverso una zona di grossi massi verso l'evidente Col Duro, mentre alle nostre spalle appare la Croda da Lago.
Messaggio
04-09-2014 17.21
claudio.65 claudio.65
Lasciata la zona rocciosa il sentierino prosegue lungamente in falsopiano fino al Rio di Col Duro e guadatolo con pendenza maggiore si porta in vetta.
Allegato: 19 Col Duro.JPG
Lasciata la zona rocciosa il sentierino prosegue lungamente in falsopiano fino al Rio di Col Duro e guadatolo con pendenza maggiore si porta in vetta.
Messaggio
04-09-2014 17.27
claudio.65 claudio.65
Dall'erbosa cima il panorama si apre verso le bastionate della Ra Rocheta de Prendera e la casera omonima.
Allegato: 20 C.ra Prendera .JPG
Dall'erbosa cima il panorama si apre verso le bastionate della Ra Rocheta de Prendera e la casera omonima.
Messaggio
04-09-2014 17.28
claudio.65 claudio.65
Ma la visione migliore l'abbiamo alle nostre spalle.
Allegato: 21 Lastoi de Formin e Croda da Lago.JPG
Ma la visione migliore l'abbiamo alle nostre spalle.
Messaggio
04-09-2014 17.30
claudio.65 claudio.65
Lungo il versante settentrionale ci dirigiamo ora alla Forcella Col Duro, dove troveremo il CAI 436 e lungo di esso punteremo alla Forcella Ambrizzola.
Allegato: 22 F.la Ambrizzola.JPG
Lungo il versante settentrionale ci dirigiamo ora alla Forcella Col Duro, dove troveremo il CAI 436 e lungo di esso punteremo alla Forcella Ambrizzola.
Messaggio
04-09-2014 17.33
claudio.65 claudio.65
Avendo ancora energie da spendere, possiamo optare per una deviazione fino al Lago de Federa o da Lago.
Allegato: 23 Discesa al Lago de Federa.JPG
Avendo ancora energie da spendere, possiamo optare per una deviazione fino al Lago de Federa o da Lago.
Messaggio
04-09-2014 17.35
claudio.65 claudio.65
Sulle sue sponde sorge il rinnovato Rifugio Palmieri o Croda da Lago,che risulta piuttosto frequentato nella stagione estiva e rimane aperto pure durante quella invernale.
Allegato: 24 Rif. Palmieri.JPG
Sulle sue sponde sorge il rinnovato Rifugio Palmieri o Croda da Lago,che risulta piuttosto frequentato nella stagione estiva e rimane aperto pure durante quella invernale.
Messaggio
04-09-2014 17.37
claudio.65 claudio.65
Ritornati alla forcella Ambrizzola seguiremo lungamente verso occidente il CAI 436, tralasciando le deviazioni dei CAI 466 e 435, fino alla Forcella di Giau.
Allegato: 25 Rientro.JPG
Ritornati alla forcella Ambrizzola seguiremo lungamente verso occidente il CAI 436, tralasciando le deviazioni dei CAI 466 e 435, fino alla Forcella di Giau.
Messaggio
04-09-2014 17.39
claudio.65 claudio.65
Scenderemo quindi nuovamente in Val Cernera e risaliti alla Forcella de Col Piombin rientreremo infine al Passo Giau.
Allegato: 26 Rientro al P.so Giau.JPG
Scenderemo quindi nuovamente in Val Cernera e risaliti alla Forcella de Col Piombin rientreremo infine al Passo Giau.
Messaggio
04-09-2014 17.50
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota di partenza: Passo Giau 2236 metri
Quota di arrivo: M.Mondeval 2455 metri
Dislivello: 219 metri
Dislivello reale: 1010 metri comprese le varie discese e risalite
Tempo andata: 4 ore
Tempo ritorno: 3 ore
Tempo totale: 7 ore
Cartografia consigliata: Tabacco 025,"Dolomiti di Zoldo, Cadorine e Agordine"
Allegato: 27 Forc. Ambrizzola.JPG
NOTA TECNICA:<br />Quota di partenza: Passo Giau 2236 metri<br />Quota di arrivo: M.Mondeval 2455 metri<br />Dislivello: 219 metri<br />Dislivello reale: 1010 metri comprese le varie discese e risalite<br />Tempo andata: 4 ore <br />Tempo ritorno: 3 ore <
Messaggio
04-09-2014 18.02
giuseppemalfattore giuseppemalfattore
Grande Claudio! Complimenti per l'originale relazione, bello il posto e belle le foto, grande!!!
Messaggio
15-09-2014 14.00
veneto veneto
Ciao Claudio, bel report!
Ma di quand'è l'escursione?
Perché ora in vetta al Mondevàl c'è una croce (da un paio d'anni, mi pare, ma se ti serve posso esser più preciso guardando i miei appunti), piuttosto piccolina e tutto sommato piacevole.
Segnalo invece che Malga Mondevàl de Sora e Malga Prendera (e pure il Taulà de la Ruoibes) NON sono fruibili nel periodo estivo perché affittate ad un pastore: bisogna eventualmente informarsi presso le Regole di S. Vito. Attualmente (2014) è così, e nel periodo giugno - settembre è facile trovarle proprio chiuse sprangate, nonostante i cartelli in loco (Mondevàl de Sora, pure restaurata) specifichino che è consentito il ricovero d'emergenza: su questo, purtroppo, non si può contare.

Mi permetto di correggerti due dettagli: il nome del Ponte di Sasso (non Sassi) e il fatto che la sepoltura mesolitica di Mondevàl risale a ca 7500 anni or sono, non 4000 (fonte: Museo di Selva).

Per le cartine consiglio anche la Tabacco 015 e Giralpina 10, più "di zona".

Non sapevo invece del Nome della Rosa, mi ricordavo solo di Lady Hawk (molte scene girate a P.so Giau), grazie per l'informazione!

:)
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva