il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 373 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 13
Messaggio

Poldanovec con le ciaspe

21-02-2013 11.44
pitusso2012 pitusso2012
Oggi vi propongo una bella escursione con le ciaspe, da farsi dopo una bella nevicata, su una delle cime più elevate della catena dei Govci, al limite settentrionale della Selva di Tarnova-Trnovski Gozd.
Allegato: Poldanovec.JPG
Poldanovec con le ciaspe
Messaggio
21-02-2013 11.51
pitusso2012 pitusso2012
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo Solkan e, usciti dall'abitato ,tralasciando a sinistra le deviazioni per la Brda,Bovec e Tolmin, passato il semaforo prendiamo in salita la rotabile 608, che dopo uno stretto tornante ci porta nei pressi della gostilna Skalnica.
Trascurata a sinistra la deviazione per la Sveta Gora, proseguiamo fino al successivo bivio, dove seguiamo a destra la rotabile per Lokve.
Continuando lungamente lungo la rotabile 608 raggiungiamo in una ventina di chilometri la nostra meta, transitando per i paesini di Ravnica, Trnovo e Nemci.

DESCRIZIONE: Lasciata l'auto nella piazzetta di Lokve, imbocchiamo verso nord-est la rotabile asfaltata che in 5 km ci porterebbe al Dom na Lazni. Transitando per le borgate di Krotna e Cibja Vas, usciamo dall'abitato e dopo 1,5 km raggiungiamo il bivio di quota 1065, dove troviamo un cartello con l'indicazione della nostra meta ed il tempo stimato per raggiungerla.
Volendo potremmo arrivare fin quì anche con l'auto, ma l'esiguo parcheggio non viene quasi mai liberato dalla neve nella stagione invernale.
Allegato: Bivio 1065.JPG
ACCESSO: Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo Solkan e, usciti dall'abitato ,tralasciando a sinistra le deviazioni per la Brda,Bovec e Tolmin, passato il semaforo prendiamo in salita la rotabile 608, che dopo uno stretto tornante ci port
Messaggio
21-02-2013 11.55
pitusso2012 pitusso2012
Calzate le ciaspe, imbocchiamo l'ottima forestale innevata e, tralasciando poco dopo l'inizio, la deviazione a sinistra per lo Stanov Rib, proseguiamo nella spoglia faggeta mista ad abeti, lungo le pendici del Veliki Cesevnik, con squarci panoramici sulle alture circostanti e sulle innumerevoli doline.
Tralasciando a destra una flebile deviazione per il Turski Klanec, dopo una curva a gomito verso sinistra raggiungiamo il Mojsko Sedlo, dove potremmo trovare grossi accumuli di neve ventata a cancellare il tracciato.
Ritrovata eventualmente la giusta direzione, scendiamo fino al sottostante bivio di quota 1224, dove troviamo un cartello esplicativo del percorso.
Allegato: Cartello bivio 1224.JPG
Calzate le ciaspe, imbocchiamo l'ottima forestale innevata e, tralasciando poco dopo l'inizio, la deviazione a sinistra per lo Stanov Rib, proseguiamo nella spoglia faggeta mista ad abeti, lungo  le pendici del Veliki Cesevnik, con squarci panoramici sull
Messaggio
21-02-2013 12.00
pitusso2012 pitusso2012
Dopo una sosta proseguiamo in discesa a sinistra, contornando il lato occidentale della Mojska Draga, profonda dolina boscosa ed intravvedendo nella faggeta la nostra meta, il roccioso monte Poldanovec.
Allegato: Il Poldanovec dalla faggeta.JPG
Dopo una sosta proseguiamo in discesa a sinistra, contornando il lato occidentale della Mojska Draga, profonda dolina boscosa ed intravvedendo nella faggeta la nostra meta, il roccioso monte Poldanovec.
Messaggio
21-02-2013 12.07
pitusso2012 pitusso2012
Scendiamo ulteriormente fino a raggiungere un paio di curve ed il bivio di quota 1156, dove abbiamo due possibilità:
1-Dal bivio, tralasciando il ripido sentiero bollato a sinistra, riservato ad escursionisti esperti con assenza di vertigini, proseguiamo ancora lungo la carrareccia fino ad un successivo bivio dove,lasciando il comodo percorso della forestale, prenderemo l'ampio sentiero a sinistra, collegandoci poco dopo all'uscita del tratto più impervio del percorso 2.
2-Dal bivio sulla sinistra seguendo la segnalazione sul tronco di un albero, raggiungiamo ripidamente la dorsale nord ovest del Poldanovec e per un esile sentierino bollato continuiamo lungamente verso destra con ampi squarci panoramici sulla sottostante vallata della Gorenja Trebusa.
Allegato: Cresta .JPG
Scendiamo ulteriormente  fino a raggiungere un paio di curve ed il bivio di quota 1156, dove abbiamo due possibilità:<br />1-Dal bivio, tralasciando il ripido sentiero bollato a sinistra, riservato ad escursionisti esperti con assenza di vertigini, proseg
Messaggio
21-02-2013 12.13
pitusso2012 pitusso2012
Raggiunto il bivio con il largo sentiero proveniente da sud (variante 1), riprendiamo il percorso comune affrontando la rampa in salita, ed arrivando ad un ulteriore bivio.
Allegato: Rampa.JPG
Raggiunto il  bivio con il largo  sentiero proveniente da sud (variante 1), riprendiamo il percorso comune affrontando la rampa in salita, ed  arrivando ad un ulteriore bivio.<br />
Messaggio
21-02-2013 12.19
pitusso2012 pitusso2012
Tralasciamo la deviazione in discesa a destra, che seguiremo al rientro, e continuiamo ancora ripidamente verso nord fino a raggiungere l'aerea cima del Poldanovec, esposta verso nord, dove soffia a tratti un vento gelido.
Allegato: Vetta Poldanovec.JPG
Tralasciamo la deviazione in discesa a destra, che seguiremo al rientro, e continuiamo ancora ripidamente verso nord fino a raggiungere l'aerea cima del Poldanovec, esposta verso nord, dove soffia a tratti un vento gelido.
Messaggio
21-02-2013 12.25
pitusso2012 pitusso2012

Dalla panoramica vetta, scendiamo ripidamente al primo bivio,l'ultimo in salita, da dove proseguendo a sinistra con un paio di svolte,raggiungiamo nuovamente la forestale poco prima dell'ampia curva,quasi al limite nord orientale della Mojska Draga.
Allegato: Scendendo dalla cima.JPG
<br />Dalla panoramica vetta, scendiamo ripidamente al primo bivio,l'ultimo in salita, da dove proseguendo  a sinistra con un paio di svolte,raggiungiamo nuovamente la forestale poco prima dell'ampia curva,quasi al limite nord orientale della Mojska Draga
Messaggio
21-02-2013 12.29
pitusso2012 pitusso2012
Ne costeggiamo lungamente il lato orientale,fino a raggiungere una malridotta Gojska Koca, semisepolta dalla neve, a quota 1168.
Allegato: Gojska Koca.JPG
Ne costeggiamo lungamente il lato orientale,fino a raggiungere una malridotta Gojska Koca, semisepolta dalla neve, a quota 1168.
Messaggio
21-02-2013 12.34
pitusso2012 pitusso2012
Dalla precaria capanna, rientriamo lungamente fino al bivio di quota 1224, contornando l'ampia dolina sul lato meridionale e trovando ancora lungo il percorso tratti della forestale cancellati dall'accumulo di neve ventata.
Raggiunto il bivio risaliamo nuovamente al Mojsko Sedlo e da quì scendiamo lungamente a Lokve lungo il percorso fatto all'andata.
Allegato: Rientro.JPG
Dalla precaria capanna, rientriamo lungamente fino al bivio di quota 1224, contornando l'ampia dolina sul lato meridionale e trovando ancora lungo il percorso tratti della forestale cancellati dall'accumulo di neve ventata.<br />Raggiunto il bivio risalia
Messaggio
21-02-2013 14.21
pitusso2012 pitusso2012
NOTA TECNICA:
Quota di partenza : Lokve 946 metri
Quota di arrivo : Poldanovec 1299 metri
Dislivello : 353 metri
Dislivello reale : 540 metri, calcolando anche le varie discese e risalite
Tempo andata: 2,5 ore
Tempo ritorno : 2 ore
Cartografia consigliata:
Scala 1:50.000 "NANOS,Trnovski Gozd, Idrijsko in Cerkljansko Hribovje"
Scala 1.25.000 "CEPOVAN" Drzavna topografska karta foglio 110
Allegato: Il Poldanovec dalla Gojska Koca .JPG
NOTA TECNICA:<br />Quota di partenza : Lokve 946 metri<br />Quota di arrivo : Poldanovec 1299 metri<br />Dislivello : 353 metri<br />Dislivello reale : 540 metri, calcolando anche le varie discese e risalite<br />Tempo andata: 2,5 ore<br />Tempo ritorno :
Messaggio
21-02-2013 18.56
pitusso2012 pitusso2012
La denominazione esatta della capanna di quota 1168 è "gozdna koca", cioè "casa forestale" e non "gojska koca", come indicato nella relazione a causa
di un madornale errore di trascrizione!!
Me ne scuso con gli eventuali lettori.
Messaggio
21-03-2013 06.50
brunomik brunomik
Il Poldanovec è davvero una bella cima che merita senz'altro di essere salita. Anche io ho quasi sempre fatto il giro che hai fatto tu, ossia dal cartello in senso orario. Ricordo però che in occasione della prima salita per tornare indietro ho preso un sentiero che con qualche tratto attrezzato portava verso Mala Lazna. Questo grazie alle indicazioni (e alle tracce sulla neve) di un gruppo di escursionisti goriziani incontrati per caso. Mi pare di ricordare che lo hanno chiamato il "sentiero dei cacciatori". Ne sai qualcosa?
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva