il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 99 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 34
Messaggio

Monte Chiarescons da Forni di Sotto

06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
Il monte Chiarescons (m 2168) è la Montagna di Forni di Sotto, quella in cui il paese si identifica e che dalla testata della Val Poschiedea sembra vigilare il paese. La salita al Chiarescons è qualcosa di più di una semplice ascensione ad una vetta: l'impegno fisico, la severità dei luoghi, l'attraversamento, di boschi, torrenti, cenge, il fatto di percepire la presenza della vetta solo in prossimità della cresta, la trasforma in una vera e propria avventura esplorativa. Per questi motivi, il percorso è dedicato ad escursionisti esperti, allenati e pratici delle difficoltà alpinistiche. Infatti, fino alla forcella Col della Valle (m 1820) è una escursione fattibile da tutti anche se lunga e faticosa. Dalla forcella alla vetta, invece, è necessario superare un canalino in arrampicata, giudicato di II+, III grado, cosa che rende questo ultimo tratto riservato a chi ha esperienza di arrampicata su roccia. Comunque, il raggiungimento della forcella Col della Valle può rappresentare di per sé stessa già un'appagante escursione per l’impressionante panorama che da lì spazia dalla Val Tagliamento a vette solitarie e dimenticate come Vetta Fortezze e Cengle Fortezze che racchiudono la testata del Canal di Mezzo. In più, volendo evitare il tratto finale di arrampicata le forcelle che delimitano la bastionata terminale del monte offrono degli scorci sulla Val Settimana e sul gruppo del Pramaggiore molto simili a quelli che si possono ammirare dalla cima vera e propria.
Il sentiero parte dal guado sul Tagliamento e ricalca il segnavia CAI 364 fino ad un evidente bivio a m.1026. Da qui in poi la sezione locale del CAI nel 2005 ha ripristinato i vecchi segnavia bianco-rossi sbiaditi fino alla forcella Col della Valle a m 1820. Dalla forcella alla cima la via è comunque ben segnata da evidenti bolli rossi.
Dal guado sul Tagliamento (m 700), raggiungibile in auto dalla borgata di Vico (parcheggio presso il fiume), si attraversa il fiume e tralasciando sulla destra il sentiero CAI 373 che proviene dal Col Masons, si continua sulla strada forestale a sinistra che si inoltra nella Val Poschiedea (sent. CAI 364). Si risale, così, lungamente la valle fino alla località Covardìns dove la strada termina presso uno slargo. In realtà il tratturo continua ancora per un breve tratto in discesa finché lo si abbandona definitivamente per seguire il sentiero segnato sulla sinistra (cartelli del Parco delle Dolomiti Friulane e il segnavia indicano chiaramente questa deviazione). Si oltrepassa il Riu Grant fino ad arrivare in breve a loc. Stue dove si guada il torr. Poschiedea a monte di una briglia del corso d’acqua (stazione superiore della teleferica). Si continua adesso risalendo nel bosco la riva destra orog. del torrente fino ad arrivare al bivio di quota 1026 in loc. Rubarai a poca distanza della confluenza con il torrente Chiarescons. Fino a questo punto, per maggiori dettagli si faccia riferimento anche all’escursione "Anello di forcella Lareseit da Forni di Sotto" su questo sito.
Presso il bivio si abbandona il sentiero 364 che prosegue oltre il letto del torrente verso la valle dell’Orso e forcella Lareseit. Un cartello nuovo del CAI indica la via da seguire per raggiungere il monte. Da lì in poi il sentiero è segnato con i canonici segnavia bianco rossi ma senza numerazione. Il sentiero, allora, prosegue ancora risalendo il torrente Chiarescons in ambiente via, via più selvaggio e solitario. Si perviene dopo poco ad un canale sassoso dove il sentiero tende a perdersi (m 1074). Bisogna, allora, risalire in parte questo rio asciutto affluente del torr. principale, seguendo i segnavia e qualche ometto fino a riprendere più in alto l’evidente sentiero che si inoltra nuovamente nel bosco. In questo tratto il torr. Chiarescons nel suo scorrere vorticoso a fianco del sentiero crea rapide, cascate e pozze tra le rocce verticali. Successivamente lo si attraversa (m 1264) proseguendo dalla parte opposta faticosamente in salita in un fitto bosco di matricine di faggio che poi via, via si arricchisce di alti esemplari di abete rosso. Si sbuca presso un altro rio asciutto dove bisogna fare attenzione, stavolta, ad individuare la prosecuzione del sentiero che sta qualche metro più in basso lungo la riva opposta del piccolo corso d’acqua. Rientrati nel bosco si rimonta una ripida costa che concede qualche scorcio panoramico. Ci si cala presso l’ultimo rio asciutto dell’itinerario dove il sentiero diventa decisamente più erto tra un rado bosco di larici attraversando l’ex Ciampì di Chiarescons (m 1600), luogo una volta adibito a pascolo. Si prosegue ancora in salita fino all’anfiteatro inferiore del M. Chiarescons, un circo detritico di evidente origine glaciale disseminato di massi erratici al cospetto della bastionata principale del monte. E’ sostanzialmente la testata della valle fin qui percorsa e il sentiero tra rododendri e larici raggiunge finalmente la forcella Col della Valle (m 1820, ampio panorama sulla Cengle e Vetta Fortezze che chiudono il sottostante Canal di Mezzo).
Voltando a destra e seguendo adesso gli evidenti bolli rossi si mira alla bastionata terminale della vetta la cui croce è già ben visibile. In ripida salita tra vegetazione subalpina e qualche piccolo larice si perviene ad un canalino detritico piuttosto friabile che si supera senza grosse difficoltà arrivando all’anfiteatro superiore del Chiarescons dove il panorama si espande fino al paese di Forni e sul fondovalle. Senza una traccia precisa si prosegue seguendo le segnalazioni lungo un traverso orizzontale verso destra (salendo) tra roccette e bassa vegetazione passando sotto una forcella e dirigendosi verso una cengia erbosa che in salita accede all’avancorpo sommatale del monte. A circa metà della cengia sulla sinistra si sviluppa il tratto da superare in arrampicata (segnalato). Non è esposto ma richiede esperienza su roccia (valutato tra il II+ e III grado). Sono solo 20 metri circa ma sufficienti a scoraggiare chi non ha esperienza alpinistica. Superato questo canalino si è finalmente sulla cresta sommatale che si percorre tra roccette friabili (attenzione in un tratto un po’ esposto) fino alla croce di vetta.
Su tutta la cresta si possono ammirare numerosi esemplari di Genziana froelichii e qualche Stella Alpina (Leontopodium alpinum). La lunga fatica di quasi 5 ore di salita è ampiamente ripagata dal panorama che è estesissimo a 360°, forse uno dei più completi che si possano ammirare da una delle montagne della Regione. Dalle Giulie alla Catena Carnica principale, alla Val Tagliamento. Verso ovest si distinguono chiaramente le Tre Cime e le altre Dolomiti del vicino Veneto. Completano la visuale il gruppo del Duranno-Cima dei Preti, il Pramaggiore, e la Val Settimana con i suoi monti (gruppi del Cornaget e Caserine). Più a sud, oltre il Dosaip e il Raut si può scorgere il riflesso del mare.
Il ritorno avviene per il medesimo itinerario.

Note:
Dalla forcella Col della Valle a quota m 1820 dei segnavia sbiaditi potrebbero invitare a calarsi verso il Canale di Mezzo, il vallone parallelo a quello percorso in salita che consentirebbe un rientro alternativo ad anello. Tuttavia, si sconsiglia questa variante in quanto, come riportato dalle persone del luogo e dalla sez. CAI di Forni di Sotto, il sentiero che attraversa zone decisamente impervie è ormai quasi completamente cancellato dalla vegetazione e in più punti inagibile o franato.

EMail: dorjep@inwind.it

Carta Tabacco: 02
Dislivello: 1500
Tempi: 8.30-9.00 totali
Periodo: Settembre 2006
Allegato: Copertina.jpg
Monte Chiarescons da Forni di Sotto
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
01-Il Chiarescons al mattino da Forni di Sotto
Allegato: 01-Il Chiarescons al mattino da Forni di Sotto .jpg
01-Il Chiarescons al mattino da Forni di Sotto
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
02-Il bosco misto lungo il sentiero
Allegato: 02-Il bosco misto lungo il sentiero.jpg
02-Il bosco misto lungo il sentiero
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
03-Il rio a quota 1514
Allegato: 03-Il rio a quota 1514.jpg
03-Il rio a quota 1514
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
04- Il ciampì del Chiarescons
Allegato: 04- Il ciampì del Chiarescons .jpg
04- Il ciampì del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
05-Verso l'anfiteatro inferiore di Chiarescons
Allegato: 05-Verso lanfiteatro inferiore di Chiarescons.jpg
05-Verso l'anfiteatro inferiore di Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
06-L'anfiteatro inferiore del Chiarescons
Allegato: 06-Lanfiteatro inferiore del Chiarescons.jpg
06-L'anfiteatro inferiore del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
07-Le pareti settentrionali del Chiarescons
Allegato: 07-Le pareti settentrionali del Chiarescons.jpg
07-Le pareti settentrionali del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
08-La Cima dei larici dal sentiero
Allegato: 08-La Cima dei larici dal sentiero.jpg
08-La Cima dei larici dal sentiero
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
09-La croce di vetta dall'anfiteatro inf del Chiarescons
Allegato: 09-La croce di vetta dallanfiteatro inf del Chiarescons.jpg
09-La croce di vetta dall'anfiteatro inf del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
10-Bivera e Clap Savon dall'anfiteatro inf del Chiarescons
Allegato: 10-Bivera e Clap Savon dallanfiteatro inf del Chiarescons.jpg
10-Bivera e Clap Savon dall'anfiteatro inf del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
11-Panorama verso nord dalla forcella Col della Valle
Allegato: 11-Panorama verso nord dalla forcella Col della Valle.jpg
11-Panorama verso nord dalla forcella Col della Valle
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
12-Il Col della Valle dalla forcella
Allegato: 12-Il Col della Valle dalla forcella.jpg
12-Il Col della Valle dalla forcella
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
13-Cengle e Vetta Fornezze dalla forcella Col della valle
Allegato: 13-Cengle e Vetta Fornezze dalla forcella Col della valle.jpg
13-Cengle e Vetta Fornezze dalla forcella Col della valle
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
14-Forni di Sotto dall'anfiteatro inferiore
Allegato: 14-Forni di Sotto dallanfiteatro inferiore.jpg
14-Forni di Sotto dall'anfiteatro inferiore
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
15-Panorama verso est dall'anfiteatro superiore
Allegato: 15-Panorama verso est dallanfiteatro superiore.jpg
15-Panorama verso est dall'anfiteatro superiore
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
16-Forni di Sotto dall'anfiteatro superiore
Allegato: 16-Forni di Sotto dallanfiteatro superiore.jpg
16-Forni di Sotto dall'anfiteatro superiore
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
17-La bastionata della cima
Allegato: 17-La bastionata della cima.jpg
17-La bastionata  della cima
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
18-Cengle e Vetta Fornezze dall'anfiteatro superiore
Allegato: 18-Cengle e Vetta Fornezze dallanfiteatro superiore.jpg
18-Cengle e Vetta Fornezze dall'anfiteatro superiore
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
19-La cengia poco sotto la cresta sommitale
Allegato: 19-La cengia poco sotto la cresta sommitale.jpg
19-La cengia poco sotto la cresta sommitale
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
20-Il gruppo del Cornaget dalla cresta
Allegato: 20-Il gruppo del Cornaget dalla cresta.jpg
20-Il gruppo del Cornaget dalla cresta
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
21-Il gruppo delle Caserine dalla cresta
Allegato: 21-Il gruppo delle Caserine dalla cresta.jpg
21-Il gruppo delle Caserine dalla cresta
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
22-Turlon e Vacalizza dalla cresta del Chiarescons
Allegato: 22-Turlon e Vacalizza dalla cresta del Chiarescons.jpg
22-Turlon e Vacalizza dalla cresta del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
23-Duranno e Cima dei Preti dalla cresta sommitale
Allegato: 23-Duranno e Cima dei Preti dalla cresta sommitale.jpg
23-Duranno e Cima dei Preti dalla cresta sommitale
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
24-Il Pramaggiore dalla cresta sommitale
Allegato: 24-Il Pramaggiore dalla cresta sommitale.jpg
24-Il Pramaggiore dalla cresta sommitale
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
25-La vetta del Chiarescons
Allegato: 25-La vetta del Chiarescons .jpg
25-La vetta del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
26-Gentiana froelichii sulla vetta del Chiarescons
Allegato: 26-Gentiana froelichii sulla vetta del Chiarescons.jpg
26-Gentiana froelichii sulla vetta del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
27-La visuale verso ovest dalla cima
Allegato: 27-La visuale verso ovest dalla cima.jpg
27-La visuale verso ovest dalla cima
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
28-Malga Senons dalla cresta del Chiarescons
Allegato: 28-Malga Senons dalla cresta del Chiarescons.jpg
28-Malga Senons dalla cresta del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
29-Sulla cresta sommitale del Chiarescons
Allegato: 29-Sulla cresta sommitale del Chiarescons.jpg
29-Sulla cresta sommitale del Chiarescons
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
30-Le Vette Fornezze dalla forcella Col della Valle
Allegato: 30-Le Vette Fornezze dalla forcella Col della Valle.jpg
30-Le Vette Fornezze dalla forcella Col della Valle
Messaggio
06-09-2006 00.00
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
31-La conca dell'anfiteatro inf del Chiarescons
Allegato: 31-La conca dellanfiteatro inf del Chiarescons.jpg
31-La conca dell'anfiteatro inf del Chiarescons
Messaggio
08-11-2014 18.14
lucia.bonfada lucia.bonfada
Ciao Giuseppe!
Abbiamo compiuto questo itinerario l'estate scorsa, molto bello e remunerativo! La tua relazione risulta veritiera se non per l'errata valutazione del grado nel passaggio chiave. Infatti assicuro che si tratta al massimo di un I+/II- (pochissimi metri), affrontabile tranquillamente da un escursionista esperto.
Saluti!
Messaggio
08-11-2014 22.50
giuseppe.tolazzi giuseppe.tolazzi
Ciao Lucia! Mi fa piacere che siate saliti lassù: è un posto bellissimo, dove senti la vera montagna lontano da tutto e da tutti. Sulla mia sopravvalutazione del canalino finale, ti dirò... io non arrampico e anzi quando mi trovo costretto a farlo mi spavento quasi sempre! Quella volta ho superato il passaggino grazie a dei compagni di escursione del CAI di Forni che hanno attrezzato il canalino con una corda. Comunque grazie per il messaggio e ciao! GT
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva