il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 121 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 18
Messaggio

Capre sulle cime?

21-07-2009 00.00
Marco Marco
Ieri sono stato sullo Jof di Miezegnot. Una bella classica passeggiata nel cuore delle Giulie. Era una bella giornata e arrivando già gustavo il piacere di una bella sosta sulla cima con degustazione di buoni cibi portati al sacco ovviamente. Purtroppo non è stato così. Mi è successo ancora su cime facilmente raggiungibili, anche molto panoramiche e quindi di grande valore turistico. La cima utilizzata da greggi di capre come dormitorio... totalmente imbrattata da feci e odore insopportabile. Il gregge in quel momento era nei pressi del sottostante bivacco Battaglione Gemona. Mi chiedo che utilità ci sia a far pascolare liberamente le capre in quota e non in appositi pascoli a loro destinate visto l' esito devastante sullo strao erboso e la palese incompatibilità con il normale turismo escusionistico. Apriamo il dibattito? Grazie dell' ospitalità.
Messaggio
21-07-2009 00.00
Cosimo di Grado Cosimo di Grado
a me fa sempre piacere trovare animali lungo i sentieri... sarei triste del contrario qindi non vedo il problema. Anche perchè la montagna non è dell'uomo che è invece un semplice ospite al pari delle capre.... ;-)
Messaggio
22-07-2009 00.00
Giulio TS Giulio TS
Hai proprio ragione ma cosa ci fanno le capre sui monti ? Eliminiamole o rinchiudiamole in qualche recinto in pianura e alimentiamole con farine animali ! E i pastori cosa perdono il loro tempo ad accudire gli animali e farsi il mazzo per radunarle mungerle e produrre il formaggio ma perchè non si trovano un bel lavoro in qualche fabbrica di città ? Caro Marco mi dispiace veramente che persone appassionate di montagna abbiano queste idee . Di questi tempi di spopolamento e abbandono della montagna ben vengano attività del genere . Quale soddisfazione più grande dopo una bella camminata passare in una malga ad acquistare un pezzo di formaggio un pò di burro o della ricotta il cui gusto non ha niente a che vedere con i prodotti che trovi al supermercato ! Ci sono le capre sulla cima ? Fagli una carezza e scendi un pò più in basso a consumare la tua merenda ! loro hanno lo stesso diritto che hai te a godersi il meritato riposo .
Messaggio
22-07-2009 00.00
Luca ch Luca ch
io sarei più propenso a recinti per un certo tipo di escursionisti
Messaggio
22-07-2009 00.00
Martina Martina
Ciao ! Io ho sempre creduto che sia il turismo escursionistico a doversi adattare alla montagna...e quindi anche ai suoi abitanti...! Lamentiamoci allora anche perchè ci sono le mucche sull'altipiano del Montasio...o se camminando su un sentiero sentiamo quel caratteristico odore di "selvaggio" che ci fa intendere che svoltando l'angolo o alzando gli occhi potremmo intravvedere un camoscio....Se ami la montagna, amala in tutto e per tutto...anche per gli animali e i loro "lezzi", che comunque fanno parte della sua poesia....ciao ciao
Messaggio
22-07-2009 00.00
renax renax
spero che la tua sia solo una provocazione per aprire il dibattito...
Messaggio
24-07-2009 00.00
bambinodoro bambinodoro
Avevo già letto l'altro giorno ma riesco a rispondere solo oggi...

Madonna mia, trovo SCONCERTANTE quello che dici :-(

"...Era una bella giornata e arrivando già gustavo il piacere di una bella sosta sulla cima con degustazione di buoni cibi portati al sacco ovviamente. Purtroppo non è stato così..."

Scusa, ci premureremo le prossime volte di farti trovare presso le cime dove ti recherai delle sdraio con ombrellone e il terreno cementato e pulito...

No, ma stiamo scherzando spero! Cioè, un escursionista che si lamenta perchè su una cima ci sono le capre che nel 90% dei casi hanno molto più diritto di lui di starci, su quella cima...Allora nel gruppo del Montasio istituiremo dei recinti per gli stambecchi...sai che schifo camminare sulla cengia assieme agli stambecchi?

Scusa se te lo dico, ma se trovare degli animali sulle cime ti fa così schifo consiglio di andare a camminare presso Lignano, Bibione o Caorle forse. Lì potrai degustare i tuoi buoni cibi in santa pace senza l'odore delle bestiole che così ti secca.

Mandi mandi
Messaggio
25-07-2009 00.00
marco43 marco43
Le pecore quando sono poche possono essere "decorative" dell'ambiente montano; gli allevamenti intensivi portano alla desertificazione come la storia dell'Italia meridionale potrebbe insegnare. Gli allevamenti di bovini in alta montagna sono un caso a parte, il foraggio di cui si cibano, proviene in buona parte dalla pianura
Messaggio
26-07-2009 00.00
Luca Luca
Ma c'è bisogno di fare questa ironia per dare una semplice risposta? Non è la prima volta che, tra le righe, offendi l'opinione altrui... Bastava mostrarsi d'accordo o meno sulla questione sollevata da Marco. Io, personalemente, mi trovo abbastanza d'accordo con lui. Mi riferisco al fatto che non è necessario portare un gregge intero fin su una cima per permettere alle capre di pascolare... E gli stambecchi che vedi sul Montasio o in tantissime altre zone, sono allo stato brado e vanno un pò dove pare loro, cime comprese. Queste capre, suppongo, fanno parte di un gregge pilotato dal pastore di turno...
Messaggio
27-07-2009 00.00
Lorenzo Lorenzo
Non è che il caratteristico odore di selvaggio era il mio ?
Scherzo solo per abbassare un po' i toni.
Solo che lamentarsi sul forum di Sentieri Natura delle capre in cima al monte è come lamentarsi del rumore delle motociclette sul forum del moto gp, la reazione era scontata.
Messaggio
27-07-2009 00.00
MisterZin MisterZin
dovrebbero essere pecore..anche io quando sono salito anni addietro sullo jof ho trovato la sorpresa delle pecore ..secondo me non si tratta di trovare animali selvatici o meno sulle cime..è una questione di quantità..se metti 3000 pecore (che non si presenterebbero mai in maniera NATURALE tutte così raggruppate)a dormire o pascolare sulla cime dello jof..è ovvio che imbrattano tutto di escrementi in maniera esagerata..come se tremila uomini facessero pipì tutti sulla cima di Terrarossa!! cmq basta turarsi un pò il naso e po bon!!!
Messaggio
01-08-2009 00.00
zac zac
ti dò ragione sulle tue lamentele. Un pò tutta la Val Dogna è pascolo selvaggio. A me è capitato in zona Cuel dei Pez.A parte l'amplificazione del rischio zecche , trovo soprattutto indecoroso per il fatto che tutta la valle è un museo storico a cielo aperto, comprensivo anche di aree, sebbene dismesse , ma comunque cimiteriali delle migliaia di caduti ( proprio in zone Miezegnot, ex cimitero di guerra), che pretendono comunque una sacralità di rilievo.
Messaggio
02-08-2009 00.00
Mauro Vettori Mauro Vettori
Oddio! Davvero? Siamo invasi dalle capre nelle nostre montagne? Non lo sapevo! Armiamoci, allora!
Messaggio
04-08-2009 00.00
daniele osôf daniele osôf
d'accordo con te daniele, anche sulla tua ironia... ;-)))))
p.s. daniele, ci staresti a fare un Zelig/Montagna? ciao carissimo
Messaggio
08-08-2009 00.00
Martina Martina
Caspita !!! Direi che è una bella discussione e dopo aver letto un po' le ragioni di tutti...posso anche dire che cambierei leggermente la mia...nel senso che, dopo risposte ironiche più o meno simpatiche, quello che si evince è che comunque il problema siamo sempre NOI, intesi come UMANITA', che vuole sfruttare l'ambiente in cui si vive per proprio beneficio...se da una parte le capre, o pecore che siano, sulle cime hanno più diritto a starci di noi, dall'altra un gregge di 100 pecore sulla cima dello Jof sembra una cosa eccessiva...qual'è la linea di confine tra giusta convivenza e sfruttamento troppo invasivo?...la risposta non è stata ancora trovata direi vista l'attuale situazione ambientale...ciao ciao!!
Messaggio
13-08-2009 00.00
Marco Marco
Sono particolarmente soddisfatto di aver aperto questo micro-dibattito su un problema tutto sommato marginale ma insomma "pungente". Non mi sarei mai sognato di mettere in discussione il pascolo di bovini, ad esempio. Sono proprio le capre il problema. Non sapevo nemmeno che in val Dogna il pascolo di capre si sia diffuso in modo piuttosto selvaggio. Capra selvaggia è sinonimo di "devastazione" (esagero ovviamente). Non solo per l' odore pungente ma anche della qualità del pascolo e della vegetazione in generale. Infatti nel mio messaggio originario mi chiedevo se ci fosse una tale utilità da giustificare queste iniziative, a mio giudizio, quantomeno infauste. E per lo più in un posto a grande vocazione turistica (quasi di massa). Si può trovare, come del resto suggerito in altri interventi, delle soluzioni accettabili? (recinzioni, aree dedicate etc.). Grazie al forum di esistere!
Messaggio
22-08-2009 00.00
Lucio Lucio
I pascoli alti sono lì da molto prima degli escursionisti, quindi vanno rispettati, si spera da tutti, anche da coloro che vorrebbero le montagne ad uso esclusivo. Le feci poi servono da concime NATURALE ed è anche grazie a questo che l'erba è così verde.
Messaggio
24-08-2009 00.00
zac zac
io ribadisco che la pastorizia è sacra ed inviolabile, ma posti come la Val Dogna sono ancora più sacri per la storia che possono raccontare. E quindi le due cose stridono.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva