il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 20 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 8
Messaggio

Cridola e Col Nudo

12-03-2008 00.00
bruno bruno
Ciao a tutti, sto facendo un programmino per le prossime escursioni estive e chiedo se qualcuno può aiutarmi con qualche informazione recente sulle salite al Cridola per la via normale (o eventualmente per la via a spirale) della guida delle Dolomiti di Sinistra Piave del Berti e per quella al Col Nudo dall'Alpago. Ringrazio a saluti.
Messaggio
12-03-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
- CRIDOLA: la salita per la via normale è veramente bella! Io sono salito dal Padova (risparmi un po' di dislivello rispetto al Giaf), poi Forcella Scodavacca e Tacca del Cridola (ghiaione...solito di queste parti). Da li inizia la normale. Non è mai difficile, pochi passaggi di II e, tranne in un punto, poco sotto la vetta, quasi mai esposta. La roccia è anche abbastanza ripulita a confronto con le vette circostanti, in quanto abbastanza frequentata. Mi risulta che un paio (?) d'anni fa siano stati messi spit (inutili) su alcuni passaggi...Quando ci sono stato io (2003) ricordo solo un chiodo mi pare. Portati comunque casco e uno spezzone di corda che non si sa mai! Per la relazione, ticonsiglio assolutamente il libro di Luca Visentini, Dolomiti d'oltre Piave, Athesia (se ne trovano ancora le ultime copie...).
- COL NUDO: non l'ho mai fatta d'estate (l'ha però fatta mio papà) ma solo d'inverno. Salendo per il Passo Valbona e la Cima Lastei e poi per cresta al Col Nudo, non ci sono difficoltà, tranne un breve tratto di cresta tra le due cime (esposto). In discesa consigliabile il percorso invernale (che sta sulla sinistra, salendo, del vallone. Quindi ti porta in cima senza passare per Passo Valbona, Cima Lastei e crestina esposta). Dalla cima scendi dritto per dritto passando vicino a Cima Secca (ghiaione) che in meno di un'ora ti porta alla macchina.
Messaggio
13-03-2008 00.00
bruno bruno
grazie per le esaurienti spiegazioni, ciao.
Messaggio
18-03-2008 00.00
Devid Devid
Sintetica "relazione" che spero possa esserti utile per il Col Nudo:dall'Alpago siamo partiti da q.1049,lasciando la macchina al bivio sotto Casera Stabili.La salita è ben segnalata fino a Passo Valbona,poi pochi bolli sbiaditi per tutta la cresta fino ai ripidi prati sotto Cima Laste.Poi a vista fino alla cima.Trattandosi di circa 1400 m di dislivello bisogna considerare un tempo di percorrenza adeguato,soprattutto accompagnando persone poco allenate.Attenzione a possibili nevai ghiacciati residui all'inizio di stagione sul tratto inclinato sotto C. Laste.Se siete a vostro agio sul terreno "accidentato" potete rientrare scendendo per la cresta nord,passando per la Forc. bassa del C.Nudo e ricongiungendovi al 965 dalla base dei ghiaioni sotto la forcella passando per prati e radi mugheti (ATTENZIONE:la discesa proposta non è segnalata,da fare solo con tempo buono e se pratici di fuoripista!!)Spero di esserti stato utile,buona passeggiata!!CIAO
Messaggio
20-03-2008 00.00
bruno bruno
Ringrazio anche te, tutto può servire. Ciao.
Messaggio
14-06-2008 00.00
papaflavio@virgilio.it papaflavio@virgilio.it
Ho risalito la vetta del Col Nudo dalla valle Chiadelina per ben 2 volte nel 2007.La prima volta al passo di Valbona ho dovuto ripiegare causa maltempo. La seconda sono arrivato in cima. L'anticima Lastei non presenta difficoltà particolari (fatica a parte) mentre la cima principale è tosta per l'attraversamento della sottile cresta di collegamento che è esposta, friabile e sottile. Qualcuno mi aveva consigliato di procedere a cavalcioni...ma effettivamente se energie e fiato sono ancora buoni la normale camminata (sia pur cauta e ben calcolata) è abbastanza fattibile. la risalita dall'Alpago è più facile e meno faticosa ma molto meno remunerativa per livello di difficoltà e varietà di paesaggi. La cresta finale va comunque affrontata ugualmente. La Cridola l'ho salita una ventina d'anni fa e la ricordo meno problematica del col Nudo anche se più complicata per l'orientamento in cresta. Ma sono ricordi vecchissimi...
Il col Nudo per la val Chiadelina sono almeno 1700 mt. di dislivello spesso ripidi e in roccia. Sorprendente il modo in cui si perviene al passo di Valbona.
Buon divertimento.
Messaggio
15-06-2008 00.00
bambinodoro bambinodoro
Non è per fare il bastian contrario...ma non credo sia giusto paragonare la salita del Cridola al Col Nudo. Qualcuno potrebbe trovarsi nei casini leggendo che il Cridola è più facile del Col Nudo! Il Col Nudo presenta quel tratto di cresta (non credo sia possibile dare dei gradi, è esposto e punto), tra l'altro, come avevo già scritto è evitabile salendo dall'Alpago (o anche da Cellino, se al Passo Valbona ci si abbassa un poco tagliando verso la Cima Busa Secca) e salendo sulla destra orografica del vallone puntare alla cresta tra la Cima Busa Secca e Col Nudo (Forc. Bassa del Col Nudo sulla Tabacco) di li in cresta e in cima senza alcuna difficoltà (itinerario scialp). Il Cridola presenta circa 300 m (con sviluppo maggiore) di roccette, pur facili, ma con passi anche di II (e uno di II+ dicono alcune guide), da farsi anche in discesa!!! Se poi si va a vedere l'impegno fisico del Col Nudo da Cellino (circa 1850 m di dislivello) certamente è maggiore rispetto ai "soli" 1300 del Cridola, ma è un discorso diverso. Mandi
Messaggio
15-06-2008 00.00
Andrea P Andrea P
Io aggungerei che la roccia delle due mntagne è completamente diversa... Col Nudo calcare compatto a laste e rigato dall'acqua...
Cridola dolomia friabile almeno dal lato della Tacca ;-) sul Cridola una corda ce la porterei comunque (anche perchè la via è stata protetta da chiodi e spit) sul Col Nudo dall'Alpago la corda che ce la porti a fare che comunque non ti proteggi ;) Ciao
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva