il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 167 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Tecnologia utile o fine del romanticismo?

08-11-2007 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Leggendo su siti vari di montagna si legge di due invenzioni: la prima per me utile, la seconda ....bah, lascio a voi la valutazione.
La prima è uno strumento per la localizzazione dei telefonini: benché costoso (pare 250 mila euro) permette di rintracciare con un margine di errore ridottissimo il telefonino di chi si sta cercando, una manna per il soccorso alpino.
La seconda è il GPS applicato ai sentieri, una specie di navigatore satellitare che ti dice "svolta a destra, prosegui dritto, mancano 500 metri al rifugio, ecc.". Beh, a meno che non vada su un ghiacciaio (li' in mezzo a una bufera potrebbe effettivamente salvare la pellaccia, ma penso basti anche il semplice GPS) e l'aggeggio non abbia la voce della Bellucci (e magari qualche ologramma della medesima), mai lo comprero'. Gia' penso che in alcuni casi i segnavia siano sovrabbondanti, figuriamoci se mi tolgono anche uno degli ultimi elementi di romanticismo dell'escursionismo, la possibilità di perdersi.
Mandi
Messaggio
08-11-2007 00.00
luca.deronch luca.deronch
per la seconda dipende tanto da che utilizzo uno ne fa . un po come in macchina per uno che lavora può essere utile , mentre in altri casi spesso se ritorni nello stesso luogo senza non ti ricordi più niente . Io ho girato senza mezza Europa e non mi sono mai perso anzi con la cartina e qualche parola spiaccicata in inglese mi sono sempre divertito un sacco, cosa che con il gps non avviene , anzi quando LUI sbaglia ti incazzi anche . Per la prima i costi sono ancora troppo alti ma sarà sicuramente utile per il soccorso , basta che dici sempre alla moglie dove vai onde evitare ......
Mandi
Luca d.
Messaggio
08-11-2007 00.00
brunomik brunomik
Io la penso come te, in tanti anni che vado in montagna il GPS mi sarebbe forse servito un paio di volte (ho smarrito la traccia tante volte ma l'ho sempre ritrovata) e credo che la montagna sia maestra di vita anche per queste cose e cioè insegnandoci a uscire dalle difficoltà da soli. Se anche qui troviamo tutto pronto non credo sia un bene. Ciao a tutti.
Messaggio
22-11-2007 00.00
luca.ch luca.ch
concordo. la prima va più che bene,e se serve 100 € li dò volentieri, la seconda... ridicola e insulsa per chi si ritiene una alpinista/escursionista. l'unica valenza che ho riscontrato per il gps in montagna è quella di fare la traccia sui ghiacciai per poter fare il ritorno in sicurezza in caso di nebbia
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva