il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 141 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

monte Pleros

22-06-2012 22.15
brunomik brunomik
Saluti a tutti, qualcuno ha mai salito il monte Pleros? E se sì, mi può dare qualche dritta? Ringrazio anticipatamente
Messaggio
23-06-2012 09.15
michele michele
Ciao tanti anni fa ho fatto l'anello descritto nel libro Sentieri sevaggi di Mazzillis. Grosso modo dai Piani di Vas si raggiunge il rifugio Chiampizzulon, da qui si sale sul CAI 228 e lo si percorre brevemente verso ovest fino ad un ammasso di pietre e prima di un grosso masso c'è la segnalazione per il Pleros. La traccia (bolli rossi) è spesso ripida ed esposta e mi ricordo un andamento non molto lineare che, una volta raggiunta linea di cresta, si svolge soprattutto sul versante sud. Comunque è segnalato, max I/I+, e non ci si perde. Per rientro si scende per cresta Ovest sino alla forcella mt. 2184 e poi giù per roccie e pendii erbosi prima e prati e bosco poi fino a collegarsi con il CAI 227 e da qui verso est si raggiunge C.ra Campiut di Sopra. Da qui alternativamente di nuovo al rifugio Chiampizzulon o direttamente ai Piani di Vas. Direi per persone esperte ma molto appagante.
Messaggio
23-06-2012 13.53
marco.d marco.d
Ciao, anche io ti suggerirei l'anello descritto da Michele che trovi anche sul libro di Mazzilis, sottolineando comunque che si tratta di sentiero veramente "selvaggio" (per ambiente e scarsa frequentazione), con difficoltà alpinistiche, seppur contenute. Grossi problemi di orientamento non ci sono (è segnalato con bolli rossi, seppur piuttosto radi e sbiaditi, almeno l'ultima volta che l'ho percorso...). Rispetto a quanto detto esaustivamente da Michele, aggiungo che a mio parere è da evitare in caso di tempo incerto o di presenza di bagnato, visto che i verdi che si percorrono sul lato sud prima di raggiungere la cima sono davvero ripidissimi e col maltempo potrebbero diventare molto scivolosi. Inoltre non è male portarsi dietro il caschetto specie per il tratto di discesa nel canalone tra Pleros e Creta di Fuina, molto soggetto a scariche di pietre. Ciao e buona escursione
Marco (durigonm@gmail.com)
Messaggio
24-06-2012 20.03
brunomik brunomik
Ringrazio Michele e Marco per le dritte, salito oggi il monte per il tracciato segnalato da loro. E' effettivamente un itinerario più da camosci che per bipedi. Abbiamo avuto qualche dubbio poco sotto la cima del monte (spariti i bolli) ma andando a stima su per i ripidissimi pendii erbosi siamo sbucati in cresta a poca distanza dalla cima. E anche in discesa su quel costone erboso con alberi d'improvviiso i rassicuranti, anche se sbiaditi, bolli sono spariti. Ma scendendo anche qui a stima siamo riusciti a sbucare sul sentiero Tuglia-Piani di Vas. Nuovamente grazie
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva