il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 196 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 2
Messaggio

Richiesta informazioni

25-06-2003 00.00
Max Max
Speriamo almeno a questo qualcuno risponda!
Cercasi informazioni sulle vie normali (praticabilita' e descrizione salita ed eventuali bolli rossi) sulle seguenti vette:
Monfalcon di Cimoliana
Monfalcon di Montanaia
Cadin D'Arade
A chiunque rispondesse... grazie! :)
Messaggio
19-08-2003 00.00
ezio ezio
Monfalcon di Montanaia. Ci sono stato la settimana scorsa; salita dalla Forc.Montanaia, discesa per il versante sud-est (Cadin di Cimoliana). La salita dalla Forc.Montanaia presenta difficoltà di 2°grado, senza esposizione eccessiva ma su terreno friabile e radi ometti a rincuorare sulla giustezza della via seguita. Dalla forc.Montanaia devi risalire il pendio che termina su una forcellina che guarda il Cadin di Arade. Prima di arrivare a questa forcellina attacchi un camino svasato sulla dx (2°). Guadagnato una cinquantina di m di dislivello segui un sistema di cenge che aggirano il versante ovest e poi sud dell'anticima più vicina a Forc.Montanaia (terreno delicato per la costante presenza di detriti). Arrivato a un ampio colatoio, rivolto a S-W, questo va risalito fino alla focella (Susanna?). A questo punto per brevi rampe e paretine (2°), spostandoti in preferenza verso dx (sud) guadagni la vetta cella croda Cimoliana.
Una volta in vetta ho scoperto l'esistenza di un altro intinerario, meno diretto ma assai più facile ed interessante di quello descritto. Innanzitutto è chiaramente più frequentato e corredato di ometti posti a distanza assai regolare (5-10 m circa). Questa traccia passa su versante meridionale della linea Croda Cimoliana-C.D'arade e scende infine nel catino sottostante (cadin di Cimoliana - omonimo ma non lo stesso di quello sotto la Forc.del Leone). Qui gli ometti sono però praticamente assenti. Superata la soglia del catino e aggirato lo sperone che origina da Punta Koegel, la traccia si congiunge al segnavia 349 che scende da Forc.del Leone poco sopra il bivio col 360 (proveniente da Forc.Comoliana). C'è un solo passaggio di 2°, breve, in un colatoio camino (chiodo con cordino) e alcuni passaggi elementari di 1° nella parte alta. L'utilizzazione anche in salita presenta sicuramente qualche problema d'individuazione della traccia nella zona del bivio tra i sentieri 360 e 349, tuttavia mi sento di consigliare questa via per la maggior varietà di paesaggi attraversati.

Non sono salito sulle altre due cime.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva