il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 193 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 2
Messaggio

Ferrate Mangart

23-07-2006 00.00
Elio Copetti Elio Copetti
Ieri ho fatto l'anello del Mangart salendo per la "via della vita" e scendendo per la "ferrata italiana". Devo dire rispetto a qualche anno fa, quando le avevo fatte singolarmente, le impressioni si sono invertite: l'attrezzatura della "via della vita" mi è parsa tutta in buone condizioni e tranquillizzante, mentre nella "ferrata italiana" ho notato qualche elemento di preoccupazione. Dapprima una roccia appuntita di 6-7Kg, sospesa tra cavo e parete in una zona particolarmente esposta (è vero che il tracciato si sposta a poi vestra destra, però chi si fiderebbe a lasciare andare un simile bolide nel vuoto sottostante senza vedere dove va a finire?). Poi, in un tratto orizzontale esposto un fittone centrale è uscito, lasciando il cavo più lasco di quanto sarebbe desiderabile in un simile passaggio. Poi ancora, a lato del famoso passaggio in prossimità di un tetto, è crollata una notevole fetta di roccia, e le incrinature sembrano avvicinarsi al percorso della ferrata (prima o poi la gravità l'avrà vinta e crollerà anche quel tetto) - vedi http://www.arteadesso.net/elio_copetti/tmp/tetto.jpg . La tonalità giallastra delle roccie segnalava qui e là altri piccoli crolli (mentre nel 2003 l'intera ferrata mi era sembrata dispiegarsi su roccia solida). C'è anche qualche tratto di cavo spellato, ma non ancora in misura preoccupante. Forse durante la discesa di ieri la stanchezza accumulata mi rendeva un po' più ansioso del normale, tuttavia l'impressione generale è stata che la "via della vita" sia al momento più sicura della "ferrata italiana".
Messaggio
23-07-2006 00.00
Elio Copetti Elio Copetti
Mi scuso per i refusi, dovuti anche alla subdola azione del mio correttore ortografico. Volevo aggiungere che in effetti non so quanto quel crollo sia recente, può darsi che nel 2003 semplicemente non ci abbia fatto troppo caso, una vecchia foto dello stesso punto ( http://www.arteadesso.net/elio_copetti/foto/mangart/ferrata_5.jpg ) suggerisce che almeno in parte ci fosse già. Penso nondimento che la situazione si sia aggravata da allora, perché non ricordavo crepe così vicine al tracciato.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva