il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 75 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Le vostre relazioni   Precedente Successivo
N. record trovati: 54
Messaggio

Col di Caneva (1939) con le ciaspole da Cima Sappada.

19-01-2021 14:18
claudio.65 claudio.65
Fantastica escursione lungo l'innevata Val Sesis, abbinabile alla classica e talvolta frequentata salita invernale alle Sorgenti del Piave.
Allegato: 1. Col di Caneva.jpg
Col di Caneva (1939) con le ciaspole da Cima Sappada.
Messaggio
19-01-2021 14:22
claudio.65 claudio.65
AVVICINAMENTO: Da Forni Avoltri lungo la SR 355 raggiungiamo la borgata di Cima Sappada, dove parcheggiamo nell'ampio spiazzo nei pressi della chiesa di Sant'Osvaldo.
Allegato: 2. Cima Sappada.jpg
AVVICINAMENTO: Da Forni Avoltri lungo la SR 355 raggiungiamo la borgata di Cima Sappada, dove parcheggiamo nell'ampio spiazzo nei pressi della chiesa di Sant'Osvaldo.
Messaggio
19-01-2021 14:25
claudio.65 claudio.65
DESCRIZIONE: Percorrendo le pittoresche viuzze, usciamo in breve dall'abitato, seguendo le indicazioni dirette alle Sorgenti del Piave.
Allegato: 3. Rotabile.jpg
DESCRIZIONE: Percorrendo le pittoresche viuzze, usciamo in breve dall'abitato, seguendo le indicazioni dirette alle Sorgenti del Piave.
Messaggio
19-01-2021 14:37
claudio.65 claudio.65
Alla grande radura dei Piani di Plotzn, svoltiamo a sinistra con una lunga diagonale sino ad un rustico di recente costruzione, nei pressi del bivio con la diramazione proveniente dal fondovalle.
Allegato: 4. Piani di Plotzn.jpg
Alla grande radura dei Piani di Plotzn, svoltiamo a sinistra con una lunga diagonale sino ad un rustico di recente costruzione, nei pressi del bivio con la diramazione proveniente dal fondovalle.
Messaggio
19-01-2021 14:41
claudio.65 claudio.65
Superata la sbarra d'accesso e, constatata l'assenza di ordinanze locali inerenti eventuali divieti al transito, c'inoltriamo nell'ombrosa Valle di Sesis.
Allegato: 5. Sbarra.jpg
Superata la sbarra d'accesso e, constatata l'assenza di ordinanze locali inerenti eventuali divieti al transito, c'inoltriamo nell'ombrosa Valle di Sesis.
Messaggio
19-01-2021 14:44
claudio.65 claudio.65
Un centinaio di metri ci separano dall'inizio del "Sentiero Naturalistico Piave-Val Sesis", percorso già descritto in "Laghi d'Olbe e M. Lastroni (2449 metri) da Cima Sappada", presente in questo forum.
Allegato: 6. Bivio.jpg
Un centinaio di metri ci separano dall'inizio del "Sentiero Naturalistico Piave-Val Sesis", percorso già descritto in "Laghi d'Olbe e M. Lastroni (2449 metri) da Cima Sappada", presente in questo forum.
Messaggio
19-01-2021 14:48
claudio.65 claudio.65
Tralasciando la diramazione segnalata, proseguiamo sulla rotabile innevata sino alle successive svolte ravvicinate, dove abbandoniamo il percorso stradale, imboccando a destra il "Sentiero Naturalistico Piave -Val Sesis".
Allegato: 7. Bivio.jpg
Tralasciando la diramazione segnalata, proseguiamo sulla rotabile innevata sino alle successive svolte ravvicinate, dove abbandoniamo il percorso stradale, imboccando a destra il "Sentiero Naturalistico Piave -Val Sesis".
Messaggio
19-01-2021 14:50
claudio.65 claudio.65
Una pista sommariamente battuta s'inoltra in destra orografica, raggiungendo in breve la cappelletta dedicata a Santa Maria di Luggau, ex voto risalente all'anno 1844, restaurata nel 1984.
Allegato: 8. Cappelletta.jpg
Una pista sommariamente battuta s'inoltra in destra orografica, raggiungendo in breve la cappelletta dedicata a Santa Maria di Luggau, ex voto risalente all'anno 1844, restaurata nel 1984.
Messaggio
19-01-2021 14:53
claudio.65 claudio.65
A poca distanza un ponticello porta sulla sponda opposta del torrente, dove iniziamo a risalire verso settentrione.
Allegato: 9. Sentiero.jpg
A poca distanza un ponticello porta sulla sponda opposta del torrente, dove iniziamo a risalire verso settentrione.
Messaggio
19-01-2021 14:56
claudio.65 claudio.65
Prestando attenzione nei tratti particolarmente ripidi, raggiungiamo con l'ultimo balzo la rotabile innevata nei pressi di un ponticello.
Allegato: 10. Sentiero.jpg
Prestando attenzione nei tratti particolarmente ripidi, raggiungiamo con l'ultimo balzo la rotabile innevata nei pressi di un ponticello.
Messaggio
19-01-2021 14:59
claudio.65 claudio.65
Ci troviamo ai Piani del Cristo dove, a poca distanza dal Crocefisso, spicca l'omonima struttura, aperta durante la bella stagione.
Allegato: 11. Piani del Cristo.jpg
Ci troviamo ai Piani del Cristo dove, a poca distanza dal Crocefisso, spicca l'omonima struttura, aperta durante la bella stagione.
Messaggio
19-01-2021 15:03
claudio.65 claudio.65
Lasciata l'ampia radura, proseguiamo il cammino, distinguendo chiaramente alla nostra destra la mole del Monte Casaro.
Allegato: 12. Monte Casaro.jpg
Lasciata l'ampia radura, proseguiamo il cammino, distinguendo chiaramente alla nostra destra la mole del Monte Casaro.
Messaggio
19-01-2021 15:06
claudio.65 claudio.65
Un lungo rettilineo conduce al Pian delle Bombarde, dove si trova la Baita Rododendro, aperta durante al stagione invernale, sovrastata dal Monte Lastroni.
Allegato: 13. Baita Rododendro.jpg
Un lungo rettilineo conduce al Pian delle Bombarde, dove si trova la Baita Rododendro, aperta durante al stagione invernale, sovrastata dal Monte Lastroni.
Messaggio
19-01-2021 15:08
claudio.65 claudio.65
Un paio di svolte ravvicinate, con sullo sfondo le vette innevate dei Monti Chiadin e Casaro, ci fanno guadagnare subito quota, quando siamo giunti circa metà del percorso.
Allegato: 14. Svolte.jpg
Un paio di svolte ravvicinate, con sullo sfondo le vette innevate dei Monti Chiadin e Casaro, ci fanno guadagnare subito quota, quando siamo giunti circa metà del percorso.
Messaggio
19-01-2021 15:16
claudio.65 claudio.65
Poche centinaia di metri ci separano dal Ponte Schordan, dove la Peralba fà capolino dietro agli alberi ed alcune strutture paramassi sono quasi completamente sommerse dalla coltre bianca.
Allegato: 15. Rotabile.jpg
Poche centinaia di metri ci separano dal Ponte Schordan, dove la Peralba fà capolino dietro agli alberi ed alcune strutture paramassi sono quasi completamente sommerse dalla coltre bianca.
Messaggio
19-01-2021 15:18
claudio.65 claudio.65
La successiva serie di svolte è interessata dalla slavina, proveniente dal Monte Lastroni, e va percorsa con qualche cautela.
Allegato: 16. Tornanti.jpg
La successiva serie di svolte è interessata dalla slavina, proveniente dal Monte Lastroni, e va percorsa con qualche cautela.
Messaggio
19-01-2021 15:22
claudio.65 claudio.65
Un ponticello in pietra a doppia arcata porta alle pittoresche radure dei Fienili di Sesis.
Allegato: 17. Fienili di Sesis.jpg
Un ponticello in pietra a doppia arcata porta alle pittoresche radure dei Fienili di Sesis.
Messaggio
19-01-2021 15:25
claudio.65 claudio.65
Sul posto si trova pure il Sacello della Madonna Miracolosa.
Allegato: 18. Madonna Miracolosa.jpg
Sul posto si trova pure il Sacello della Madonna Miracolosa.
Messaggio
19-01-2021 15:27
claudio.65 claudio.65
Un breve rettilineo conduce quindi al Pian dei Pastori con il grazioso Ochsn Hütte.
Allegato: 19. Rotabile.jpg
Un breve rettilineo conduce quindi al Pian dei Pastori con il grazioso Ochsn Hütte.
Messaggio
19-01-2021 15:56
claudio.65 claudio.65
Il nostro cammino prosegue verso gli inconfondibili profili della Peralba, Pic e Monte Chiadenis.
Allegato: 20. Rotabile.jpg
Il nostro cammino prosegue verso gli inconfondibili profili della Peralba, Pic e Monte Chiadenis.
Messaggio
19-01-2021 15:57
claudio.65 claudio.65
Alla successiva svolta a sinistra, notiamo finalmente in lontananza la sagoma del Col di Caneva.
Allegato: 21. Col di Caneva.jpg
Alla successiva svolta a sinistra, notiamo finalmente in lontananza la sagoma del Col di Caneva.
Messaggio
19-01-2021 16:06
claudio.65 claudio.65
Un paio di lunghi rettifili inframezzati da una curva portano alla deviazione segnalata verso il Passo Avanza e la Casera di Casa Vecchia.
Allegato: 22. Bivio.jpg
Un paio di lunghi rettifili inframezzati da una curva portano alla deviazione segnalata verso il Passo Avanza e la Casera di Casa Vecchia.
Messaggio
19-01-2021 16:07
claudio.65 claudio.65
Tralasciando la diramazione, svoltiamo a sinistra, risalendo con alcune svolte il pendio.
Allegato: 24. Svolte.jpg
Tralasciando la diramazione, svoltiamo a sinistra, risalendo con alcune svolte il pendio.
Messaggio
19-01-2021 16:11
claudio.65 claudio.65
Poche centinaia di metri ci separano dalle ampie radure dell'Alta Val Sesis, sovrastate dai profili rocciosi del Monti Lastroni, Olbe e Franza.
Allegato: 23. Alta Val Sesis.jpg
Poche centinaia di metri ci separano dalle ampie radure dell'Alta Val Sesis, sovrastate dai profili rocciosi del Monti Lastroni, Olbe e Franza.
Messaggio
19-01-2021 16:15
claudio.65 claudio.65
Un rettilineo con alcune svolte conduce infine al Rifugio Sorgenti del Piave.
Allegato: 25. Rotabile.jpg
Un rettilineo con alcune svolte conduce infine al Rifugio Sorgenti del Piave.
Messaggio
19-01-2021 16:17
claudio.65 claudio.65
A breve distanza si trova il caratteristico monumento, dedicato al Fiume Sacro alla Patria.
Allegato: 26. Sorgenti del Piave.jpg
A breve distanza si trova il caratteristico monumento, dedicato al Fiume Sacro alla Patria.
Messaggio
19-01-2021 16:21
claudio.65 claudio.65
Dalla struttura aperta durante la bella stagione, ci dirigiamo a meridione senza via obbligata verso il Passo del Roccolo.
Allegato: 27. Pendio.jpg
Dalla struttura aperta durante la bella stagione, ci dirigiamo a meridione senza via obbligata verso il Passo del Roccolo.
Messaggio
19-01-2021 16:24
claudio.65 claudio.65
Raggiunte le pendici orientali del Col di Caneva, svoltiamo a destra, risalendo l'innevata dorsale.
Allegato: 28. Pendio.jpg
Raggiunte le pendici orientali del Col di Caneva, svoltiamo a destra, risalendo l'innevata dorsale.
Messaggio
19-01-2021 16:27
claudio.65 claudio.65
Scegliendo la via migliore, prestando un pò d'attenzione nei tratti più ripidi, raggiungiamo una spoglia altura intermedia.
Allegato: 29. Pendio.jpg
Scegliendo la via migliore, prestando un pò d'attenzione nei tratti più ripidi, raggiungiamo una spoglia altura intermedia.
Messaggio
19-01-2021 16:29
claudio.65 claudio.65
Uno sparuto cartello in legno precede l'arrivo alla zona sommitale.
Allegato: 30. Cartello.jpg
Uno sparuto cartello in legno precede l'arrivo alla zona sommitale.
Messaggio
19-01-2021 16:33
claudio.65 claudio.65
Curvando leggermente a sinistra, raggiungiamo la vetta del Col di Caneva, caratterizzata dal capitello ligneo contenente la statuetta di Nostra Signora dei Pastori.
Allegato: 31. Col di Caneva.jpg
Curvando leggermente a sinistra, raggiungiamo la vetta del Col di Caneva, caratterizzata dal capitello ligneo contenente la statuetta di Nostra Signora dei Pastori.
Messaggio
19-01-2021 16:39
claudio.65 claudio.65
Il panorama dalla tondeggiante elevazione risulta notevole, spaziando dalle Dolomiti di Sesto alla Catena Carnica.
Allegato: 32. Panorama.jpg
Il panorama dalla tondeggiante elevazione risulta notevole, spaziando dalle Dolomiti di Sesto alla Catena Carnica.
Messaggio
19-01-2021 16:49
claudio.65 claudio.65
Lasciata la panoramica vetta, scendiamo lungo la via dell'andata.
Allegato: 33. Discesa.jpg
Lasciata la panoramica vetta, scendiamo lungo la via dell'andata.
Messaggio
19-01-2021 16:55
claudio.65 claudio.65
Raggiunta la sottostante conca innevata, lasciando a sinistra il percorso diretto alle Sorgenti del Piave, proseguiamo il cammino, puntando a Pic e Monte Chiadenis.
Allegato: 34. Conca.jpg
Raggiunta la sottostante conca innevata, lasciando a sinistra il percorso diretto alle Sorgenti del Piave, proseguiamo il cammino, puntando a Pic e Monte Chiadenis.
Messaggio
19-01-2021 17:00
claudio.65 claudio.65
Destreggiandoci fra i vari rigagnoli ghiacciati e ricoperti dalla neve, arriviamo con alcuni saliscendi alla rotabile nei pressi del bivio diretto al Rifugio Calvi.
Allegato: 35. Rotabile.jpg
Destreggiandoci fra i vari rigagnoli ghiacciati e ricoperti dalla neve, arriviamo con alcuni saliscendi alla rotabile nei pressi del bivio diretto al Rifugio Calvi.
Messaggio
19-01-2021 17:04
claudio.65 claudio.65
Proseguendo lungamente a levante, arriviamo al bivio con la deviazione diretta al Passo Avanza.
Allegato: 36. Rotabile.jpg
Proseguendo lungamente a levante, arriviamo al bivio con la deviazione diretta al Passo Avanza.
Messaggio
19-01-2021 17:07
claudio.65 claudio.65
Seguendo ora a sinistra la carrareccia, contrassegnata dal CAI 173, raggiungiamo l'ampio valico.
Allegato: 37. Passo Avanza.jpg
Seguendo ora a sinistra la carrareccia, contrassegnata dal CAI 173, raggiungiamo l'ampio valico.
Messaggio
19-01-2021 17:11
claudio.65 claudio.65
Alcune svolte ravvicinate conducono in vista della Casera di Casa Vecchia, monticata nella stagione estiva con vendita di ottimi prodotti caseari.
Allegato: 38. Casera.jpg
Alcune svolte ravvicinate conducono in vista della Casera di Casa Vecchia, monticata nella stagione estiva con vendita di ottimi prodotti caseari.
Messaggio
19-01-2021 17:14
claudio.65 claudio.65
Una breve discesa porta al complesso malghivo, in parte sepolto dalla neve.
Allegato: 39. Stalloni.jpg
Una breve discesa porta al complesso malghivo, in parte sepolto dalla neve.
Messaggio
19-01-2021 17:16
claudio.65 claudio.65
Risaliti al Passo Avanza, ritorniamo in breve alla rotabile della Val Sesis.
Allegato: 40. Passo Avanza.jpg
Risaliti al Passo Avanza, ritorniamo in breve alla rotabile della Val Sesis.
Messaggio
19-01-2021 17:18
claudio.65 claudio.65
Arrivati alla successiva svolta, in caso di manto nevoso stabile possiamo scendere direttamente lungo il pendio, puntando al Pian dei Pastori.
Allegato: 41. Discesa.jpg
Arrivati alla successiva svolta, in caso di manto nevoso stabile possiamo scendere direttamente lungo il pendio, puntando al Pian dei Pastori.
Messaggio
19-01-2021 17:26
claudio.65 claudio.65
Dall'Ochsn Hütte, proseguendo lungamente verso meridione, raggiungiamo nuovamente la Baita Rododendro.
Allegato: 43. Baita Rododendro.jpg
Dall'Ochsn Hütte, proseguendo lungamente verso meridione, raggiungiamo nuovamente la Baita Rododendro.
Messaggio
19-01-2021 17:34
claudio.65 claudio.65
Al Pian delle Bombarde, abbandonata la rotabile, valichiamo nuovamente il Piave su un ponticello in legno.
Allegato: 44. Ponticello.jpg
Al Pian delle Bombarde, abbandonata la rotabile, valichiamo nuovamente il Piave su un ponticello in legno.
Messaggio
19-01-2021 17:39
claudio.65 claudio.65
Un sentierino evidente prosegue lungamente in versante orografico destro, inoltrandosi a tratti nella boscaglia.
Allegato: 44. Sentiero.jpg
Un sentierino evidente prosegue lungamente in versante orografico destro, inoltrandosi a tratti nella boscaglia.
Messaggio
19-01-2021 17:43
claudio.65 claudio.65
Raggiunta la riva del torrente parzialmente ghiacciato, passiamo agevolmente sull'altra sponda, dirigendoci all'ampia radura dei Piani del Cristo.
Allegato: 45.Guado.jpg
Raggiunta la riva del torrente parzialmente ghiacciato, passiamo agevolmente sull'altra sponda, dirigendoci all'ampia radura dei Piani del Cristo.
Messaggio
19-01-2021 17:48
claudio.65 claudio.65
Scendendo con cautela lungo il Sentiero Naturalistico, già percorso all'andata, sfiorando la cappelletta dedicata a Santa Maria di Luggau, raggiungiamo nuovamente la rotabile.
Allegato: 46. Rotabile.jpg
Scendendo con cautela lungo il Sentiero Naturalistico, già percorso all'andata, sfiorando la cappelletta dedicata a Santa Maria di Luggau, raggiungiamo nuovamente la rotabile.
Messaggio
19-01-2021 17:54
claudio.65 claudio.65
Proseguendo lungamente verso meridione lungo la viabilità ordinaria, raggiungiamo il bivio con il Sentiero Naturalistico, incontrato all'andata.
Allegato: 47. Discesa.jpg
Proseguendo lungamente verso meridione lungo la viabilità ordinaria, raggiungiamo il bivio con il Sentiero Naturalistico, incontrato all'andata.
Messaggio
19-01-2021 17:58
claudio.65 claudio.65
In alternativa dal punto precedente, possiamo svoltare a destra, raggiungendo in breve la prosecuzione del "Sentiero Naturalistico Piave-Val Sesis".
Allegato: 48. Sentiero.jpg
In alternativa dal punto precedente, possiamo svoltare a destra, raggiungendo in breve la prosecuzione del "Sentiero Naturalistico Piave-Val Sesis".
Messaggio
19-01-2021 18:02
claudio.65 claudio.65
Il percorso, riservato durante la stagione invernale ad escursionisti particolarmente esperti di ambiente innevato, scende al corso del Piave con tratti impegnativi.
Allegato: 49. Torrente Piave.jpg
Il percorso, riservato durante la stagione invernale ad escursionisti particolarmente esperti di ambiente innevato, scende al corso del  Piave con tratti impegnativi.
Messaggio
19-01-2021 18:04
claudio.65 claudio.65
Un ponticello in legno conduce sulla sponda opposta, da dove risaliamo alla rotabile innevata.
Allegato: 50. Sentiero.jpg
Un ponticello in legno conduce sulla sponda opposta, da dove risaliamo alla rotabile innevata.
Messaggio
19-01-2021 18:07
claudio.65 claudio.65
Ripreso l'itinerario principale, raggiungiamo la sbarra ed al bivio successivo, svoltiamo a destra, evitando l'ampia ansa dei Piani di Plotzn.
Allegato: 51. Bivio.jpg
Ripreso l'itinerario principale, raggiungiamo la sbarra ed al bivio successivo, svoltiamo a destra, evitando l'ampia ansa dei Piani di Plotzn.
Messaggio
19-01-2021 18:10
claudio.65 claudio.65
La diramazione, dirigendosi al fondovalle sappadino, conduce alle prime abitazioni.
Allegato: 52. Diramazione.jpg
La diramazione, dirigendosi al fondovalle sappadino, conduce alle prime abitazioni.
Messaggio
19-01-2021 18:12
claudio.65 claudio.65
Una breve risalita a sinistra lungo la strada asfaltata, ci riporta infine a Cima Sappad, concludendo l'escursione odierna.
Allegato: 53. Cima Sappada.jpg
Una breve risalita a sinistra lungo la strada asfaltata, ci riporta infine a Cima Sappad, concludendo l'escursione odierna.
Messaggio
19-01-2021 18:21
claudio.65 claudio.65
NOTA TECNICA:
Quota minima: Cima Sappada 1265 metri
Quota massima: Col di Caneva 1939 metri
Dislivello: 674 metri
Dislivello reale: 790 metri, calcolando le varie risalite
Tempo andata: 3 ore e mezza
Tempo ritorno: 3 ore
Tempo totale: 6 ore e mezza, escluse le eventuali soste
Periodo escursione: Gennaio 2021
Cartografia consigliata: Tabacco 01 "Sappada-S.Stefano-Forni Avoltri"
Allegato: 54. Col di Caneva.jpg
NOTA TECNICA:<br />Quota minima: Cima Sappada 1265 metri<br />Quota massima: Col di Caneva 1939 metri<br />Dislivello: 674 metri<br />Dislivello reale: 790 metri, calcolando le varie risalite<br />Tempo andata: 3 ore e mezza<br />Tempo ritorno: 3 ore<br /
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Elenco Forum
Quiz
In evidenza
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva