il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 132 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1833102
    La Palma - Puntallana Charco Azul
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
giovedì 30 gennaio 2020
Tag: 

Da Puntallana al Charco Azul

L’escursione di oggi è una classica dell'isola di La Palma: la traversata da San Juan de Puntallana a San Andrés, sulla costa nordorientale dell'isola. Ci siamo quindi fatti accompagnare al punto di inizio dal taxi, non prima di avere lasciato la nostra auto nel punto di arrivo del percorso (Charco Azul). Per abbreviare un poco la prima parte del percorso, meno interessante, ci facciamo portare lungo la strada che da El Granel scende alla Playa de Nogales fino all'intersezione con il GR 130 (vedi mappa).
01-Le grandi ragnatele che avvolgono i fichi d'india01-Le grandi ragnatele che avvolgono i fichi d'india
02-Lungo la risalita del barranco di Nogales02-Lungo la risalita del barranco di Nogales
Imboccato il Camino Real ci si ritrova tra gli ultimi coltivi, agavi e fichi d'India. Seguendo con attenzione le numerose indicazioni si scende ad una stradella più bassa che va seguita a sinistra tra coltivazioni di banani. Dopo varie biforcazioni sempre ben segnalate si arriva sul ciglio della scogliera che precipita sulla Playa de Nogales. Ora in vista oceano si procede in leggera salita e tenendosi a distanza di sicurezza dal precipizio. Oggi il sole scalda e sui muretti di recinzione dei bananeti è tutto un saettare di lucertole. Si arriva così ad un crocevia sul bordo del primo dei tre grandi barrancos che incontreremo durante l'escursione.
03-Il solco del barranco di Nogales03-Il solco del barranco di Nogales
04-Tratto del percorso in vista oceano04-Tratto del percorso in vista oceano
La discesa al fondo del barranco di Nogales avviene su un buon sentiero che si destreggia con qualche svolta nel consueto ambiente umido e vegetato. Sul versante di destra orografica, pochi metri sopra il fondo, si aprono alcune grandi nicchie naturali. Dopo una discesa all'ombra ci attende ora la articolata risalita sul versante esposto al sole, parzialmente protetta da staccionate. Dopo i giorni passati con temperature più fresche, la fatica e il caldo si fanno sentire. Più in alto, oltrepassato il bordo della gola, ci innestiamo su una pista cementata di servizio a bananeti, dove ha inizio la discesa che ci porterà verso il successivo barranco de la Galga. Siamo sempre nei pressi del ciglio e la vista spazia fino al nostro punto di arrivo, illusoriamente vicino. Il barranco de la Galga è decisamente più antropizzato del precedente e ricoperto di bananeti fino al suo fondo. Raggiunto il punto più basso possiamo optare per una risalita su sentiero o sulla rotabile asfaltata che si mantiene prossima alle scogliere. In ogni caso poco più in alto i due percorsi si riuniscono.
05-Il barranco de San Juan05-Il barranco de San Juan
06-La chiesetta di San Sebastian a San Andrés06-La chiesetta di San Sebastian a San Andrés
Nuovamente in discesa ci si ritrova sul bordo dell'ultimo solco, il barranco de San Juan. La discesa per arrivare in basso è breve ma ripida e si svolge lungo un camminamento lastricato, ricavato in un versante assai scosceso. Prima di proseguire facciamo visita alla spiaggia di ciottoli che si apre a destra, ottimo punto di sosta. Una stradina cementate sale sull'altro fianco del barranco fino al cimitero di San Andrés e poi, in leggera discesa, alle case del piccolo esuggestivo borgo. Il Camino Real passa proprio davanti alla chiesetta dedicata a San Sebastian e attraversa il paese. Il percorso continua lungo un camminamento turistico pedonale in vista mare verso il Charco Azul. È qui che comincia a vedersi qualche turista in più. E' un bellissimo passeggio lastricato che ci conduce anche a vedere alcune piccole piscine naturali e un vecchio porticciolo. Ormai mancano solo pochi metri al parcheggio del Charco Azul dove ritroviamo la nostra auto.
07-Verso il Charco Azul07-Verso il Charco Azul
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
  • Las Tricias
    Quella di oggi è una escursione che si svolge in ambiente rurale, tra vecchie abitazioni, ...
  • Rifugio Punta de Los Roques
    Dalla tortuosa strada che percorre la dorsale del Roque de los Muchachos raggiungiamo il b ...
  • Cabo Sao Vicente
    La strada costiera che raggiunge Cabo Sao Vicente termina ad un punto particolare del Port ...
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva