il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 272 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1666674
    Portogallo - Bordeira Amado
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
domenica 20 ottobre 2019

Da Praia de Bordeira a Praia do Amado

Ci spostiamo oggi sulla costa occidentale. Raggiunto il paese di Carrapateira, ci si porta verso la spiaggia. Al primo parcheggio trovano sosta parecchi camper. Mi incuriosisce in particolare quello abitato da un uomo di mezza età e quattro cani di grossa taglia, dalla targa stranissima. Mi rivolgo al web: pare sia delle Isole Cayman.
Scendiamo a piedi a visitare il litorale ampio e sabbioso della Praia de Bordeira, lambito da largo canale di Ribeira da Carrapateira, in lenta dirittura di arrivo nelle acque dell’oceano.
01-La Ribeira da Carrapateira sfocia in mare01-La Ribeira da Carrapateira sfocia in mare
Poi ci portiamo con l’auto al secondo parcheggio. Si trova oltre il versante chiuso dalle dune. Una passerella pedonale scende sulla destra e conduce all’osservazione delle prime formazioni rocciose di oggi e della grande Praia de Bordeira in basso sulla destra. Il nostro percorso inizia lungo la sterrata. E’ percorribile dalle auto, quindi si può decidere quale tratto fare a piedi o addirittura arrivare in auto fino alla Praia do Amado. Dalla pista si staccano verso il mare (quindi a destra) parecchi passaggi su passerelle di legno che portano a altrettanti punti panoramici in vista scogliera. Noi abbiamo lasciato la strada per percorrere le tracce più o meno ad essa parallele. Si snodano più prossime alla linea del bordo, alti sulle scogliere, in posizione molto più favorevole.
02-La costa atlantica02-La costa atlantica
03-Tavolati scendono a picco sul mare03-Tavolati scendono a picco sul mare
Camminare prossimi al baratro, con le dovute attenzioni, ci fornisce molte occasioni in più per osservare i grandiosi panorami sulle pareti precipiti. Ad ogni angolo, ad ogni ansa le visuali sono differenti. Più avanti, la costa è molto frastagliata e mette in evidenza strati rocciosi dove il rosso e il giallo sono solo alcune delle sfumature di colore; un isolotto torreggia sul mare, solcato da strati sovrapposti colorati. E’ proprio su questa zona che si affaccia un mirador, posto su un pulpito di una banconata rocciosa. Su questi versanti così ripidi sono stati costruiti piccoli ricoveri di pescatori. Una scaletta traballante in legno scende fino ai precari ripiani sui quali sono state issate un paio di imbarcazioni. Due pescatori stanno pescando esposti sul nulla. Si tratta del porticciolo di Zimbreirinha. Nonostante l’asprezza del luogo, da tempi remoti fu scelta questa insenatura in quanto ritenuta più riparata e sicura. Le scogliere dirute di Carrapateira, tagliate a picco sul mare e sferzate dal vento, sono considerate un vero e proprio “geomonumento”, composto da una varietà di rocce che ci racconta la storia della terra. Stanotte è piovuto e il terreno è a tratti fangoso. Si susseguono le grandi visuali su splendidi scogli colorati e su un grande promontorio che si protrae sul mare. I mirador sono contrassegnati da grandi lettere. Alla J un cartello racconta della presenza di resti di costruzioni stagionali di pescatori arabi, risalenti al sec XII. Durante l’occupazione islamica della penisola iberica, mori e cristiani non furono sempre avversari. Di questi edifici sono visibili i contorni perimetrali.
04-Promontorio segnato da strati rocciosi04-Promontorio segnato da strati rocciosi
05-Le protezioni del sentiero presso antichi resti di costruzioni05-Le protezioni del sentiero presso antichi resti di costruzioni
La strada si esaurisce nell'ampio parcheggio che precede la Praia do Amado. Scalette in legno scendono alla ampia spiaggia, una delle più ricercate dagli amanti del surf. Anche oggi è molto frequentata da questi sportivi. Osservando la estrema difficoltà che incontrano anche solo per tentare di salire sull'onda, mi rendo conto di come sia necessaria molta esperienza e soprattutto costanza.
06-Cella temporalesca in avvicinamento06-Cella temporalesca in avvicinamento
Dopo la visita alle splendide coste di Carrapateira, lungo la strada del rientro, decidiamo di visitare la fortezza di Almadena. L'edificio fu costruito nel XVII secolo a difesa del magazzino del pesce di Boca do Rio dalle scorrerie dei pirati. La porta di accesso era preceduta da un ponte levatoio; all’interno la cappella aveva anche la funzione di punto di osservazione; le batterie di cannoni erano rivolte al mare. Pirati e corsari attaccavano spesso la costa portoghese: mentre i “pirati” agivano fuori dalla legge, i “corsari” erano in qualche modo legittimati dal governo e potevano attaccare navi mercantili nemiche.
07-La larga Praia do Amado07-La larga Praia do Amado
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
  • Las Tricias
    Quella di oggi è una escursione che si svolge in ambiente rurale, tra vecchie abitazioni, ...
  • Rifugio Punta de Los Roques
    Dalla tortuosa strada che percorre la dorsale del Roque de los Muchachos raggiungiamo il b ...
  • Cabo Sao Vicente
    La strada costiera che raggiunge Cabo Sao Vicente termina ad un punto particolare del Port ...
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva