il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 106 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1690343
    Skye - Oronsay
  • P1690334
    Skye - Oronsay
  • P1690346
    Skye - Oronsay
  • P1690331
    Skye - Oronsay
  • P1690335
    Skye - Oronsay
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
lunedì 29 maggio 2017
Tag: 

Isola di Oronsay da Ullinish

Un’isola o un promontorio? Il sottile istmo che separa l'isola di Oronsay dalla terraferma è transitabile per qualche ora al giorno poi la marea ricopre tutto. In effetti potremmo vedere Oronsay circondata dal mare. Forti del fatto di aver consultato la tabella delle maree, ci rechiamo a visitare la località certi di non bagnarci i piedi, ma la giornata è uggiosa, chissà... Dalla strada che da Dunvegan porta a Sligachan, prendiamo a destra per Ullinish arrivando ad un piccolo parcheggio con un rassicurante cartello Oronsay Path che ci toglie i dubbi. Superiamo quindi il cancello per il bestiame che raccomanda di non oltrepassare la recinzione con cani. Una coppia con un labrador riflette perplessa e alla fine decide di tornare indietro. La larga pista inerbita si inoltra verso sud puntando al promontorio che precede la nostra meta.
01-Sui prati presso l'istmo di Oronsay01-Sui prati presso l'istmo di Oronsay
02-Lo stretto lembo di ciottoli che collega Oronsay da Skye02-Lo stretto lembo di ciottoli che collega Oronsay da Skye
Mentre il cielo si fa ancor più scuro, arriviamo in breve in vista dell’ istmo che separa Ullinish Point dall’isola di Oronsay. L'istmo è ancora ben emerso, i calcoli erano giusti. Il vocabolo Oronsay proviene dal norvegese e significa Isola della marea. Nelle Ebridi troviamo almeno una ventina di tali nomi, evidentemente giustificati dalla particolare orografia della costa. Scendiamo sulla costa e percorriamo l’istmo su ciottoli umidi e scivolosi, resi ancor più scuri dalla pioggerella che sta iniziando a scendere. Due tracce nel verde consentono di raggiungere facilmente la sommità di Oronsay. Alla biforcazione prendiamo a destra tenendo l’altro ramo per la discesa. La tavola erbosa alla quota più alta, frequentata dalle pecore, precipita bruscamente sull'oceano regalando forti visuali sulle scogliere.
03-La sommità di Oronsay precipita bruscamente sul mare03-La sommità di Oronsay precipita bruscamente sul mare
04-Le suggestive scogliere verticali di Oronsay04-Le suggestive scogliere verticali di Oronsay
05-Pecore al pascolo a Oronsay05-Pecore al pascolo a Oronsay
Come puntini in mezzo a questo splendido paesaggio, ci siamo noi, mimetizzati nelle mantelle verde-Scozia, entrati appieno nell’umida e consueta condizione dell’isola. Peccato non ci si possa fermare a lungo, la pioggerella fina e insistente continua anche oggi a idratarci, smetterà quando saremo vicini al parcheggio.
06-Durante la bassa marea l'istmo di Oronsay è percorribile a piedi06-Durante la bassa marea l'istmo di Oronsay è percorribile a piedi
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva