il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 308 ospiti - 2 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_6394
    Sentiero naturalistico del Lander da Piano d'Arta
    Alpi Carniche
  • IMG_4251
    Sentiero naturalistico del Lander da Piano d'Arta
    Alpi Carniche
  • IMG_6398
    Sentiero naturalistico del Lander da Piano d'Arta
    Alpi Carniche
  • IMG_6392
    Sentiero naturalistico del Lander da Piano d'Arta
    Alpi Carniche
  • IMG_6412
    Sentiero naturalistico del Lander da Piano d'Arta
    Alpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNaturaR20

Sentiero naturalistico del Lander da Piano d'Arta

Avvicinamento

Percorrendo da Tolmezzo la Strada Statale n.52bis, giunti all'altezza di Arta Terme si entra a destra percorrendo via Carducci e quindi via Marconi. Con quest'ultima si esce da Piano d'Arta poi, dopo il ponte sul rio Randice, si devia a destra (indicazioni per il sentiero del Lander). Oltrepassati il maneggio e la maina Madonute si prosegue ancora lungo una stretta rotabile fino ad incontrare l'inizio del sentiero (m 680, piccolo parcheggio, cartelli, segnavia CAI n.408).

Descrizione

Questa descrizione e la relativa scheda di approfondimento sono disponibili nel volume I Sentieri della Rupe
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Giugno
Carta Tabacco
09
Dislivello
600
Lunghezza Km
6,5
Altitudine min
680
Altitudine max
1300
Tempi
Dati aggiornati al
2019
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 27/06/2020 27/06/2020 Escursione facile, anche se il dislivello è di media portata, il sentiero è ben largo e percorribile mantenendo quasi costantemente la stessa pendenza, forse la parte iniziale dove il sentiero si stacca dal torrente verso nord si cammina un po nell'erba alta, ma la traccia è ben visibile, al primo terzo di percorso cìè una serie di pini caduti con la tormenta di un paio di anni fa, ma anche li si cammina senza problemi, dalla metà in poi il sentiero sale a lunghi zig zag dopo l'ultimo tornantino verso sx inizia un lungo dritto verso nord e ci sono due modi di raggiungere il bivacco Lander il primo, non segnalato, è ad un centinaio di metri circa dall'ultimo sul dritto sopracitato, è ben visibile sulla dx una traccia stretto che sale ripida verso i prati sovrastanti basta seguirla e si arriva dopo una ventina di minuti al bivacco, altrimenti si segue il dritto fino all'altezza di Casera Mondovana dove si trova l'indicazione per il bivacco Lander lasciando quindi il sentiero 408, dopo alcuni zig zag ci si arriva comodamente. La zona è molto bella e panoramica, il bivacco è ben tenuto, ma non usufruibile a causa del Covid, da li poi la traccia prosegua dietro al bivacco salendo con degli scalini in circa un quarto d'ora si raggiunge il belvedere sul Campanile Lander, bellissima la zona, da contemplare dopo aver letto le info sul cartello ivi situato. Bel percorso magari da fare anche nella stagione autunnale quando i faggi si colorano di giallo-arancio
  • 12/06/2020 Il dislivello sulla carta potrebbe spaventare un principiante, ma in realtà il sentiero è largo e ben percorribile, la fatica si sente appena; giusto l'ultimo tratto, poco prima dell'arrivo, aumenta la pendenza e si svolge su un sentiero più stretto. Lungo il percorso numerosi tronchi sono caduti sul sentiero, ma sono stati disposti o tagliati in modo da rendere possibile il passaggio. Sono presenti anche diversi punti con tavoli per picnic, per ristorarsi; il bivacco tuttavia è ancora chiuso a causa delle norme igieniche contro il virus. All'arrivo manca il cartello con la descrizione delle erosioni dei monti, che formano i cosiddetti campanili... forse è stato tolto? In generale anche gli altri cartelli non sono stati mantenuti: molti sono adagiati per terra, perché i sostegni si sono rotti, o mancano. Bellissima la vista da lassù, allego foto.
  • 03/02/2020 Saliti ieri, 02/02/2020, spettacolo della natura un tot compromesso da nubi basse , ma il sole per un attimo ci ha regalato un'apertura inaspettata. Nniete da aggiungere rispetto alla relazione di Sandra. Notevole il lavoro svolto per ripulire il sentiero dalla tempesta Vaia.Grazie a coloro che si prodigano per la fruibilita' dei sentieri. Buona vita.
  • 14/01/2019 13/0/2019-Da Piano d'Arta saliti al bivacco Lander e al belvedere sui campanili del Lander. La salita è "istruttiva" in quanto si svolge all'interno del cataclisma provocato dal vento della fine di ottobre. A settori, le conifere sono state schiantate in numero impressionante, così come imponenti sono le altezze e le età. Il sentiero che sale al bivacco è stato rimesso a posto, i fusti che ingombravano la sede sono stati tagliati con un lavoro di squadra ammirevole. Per un tratto però si segue un tracciato diverso da quello preesistente, più ripido e diretto. Diversi escursionisti fanno meta al belvedere sui Campanili del Lander: ogni anno più erosi. Primula fiorita alla partenza.
  • 25/07/2016 Bella passeggiata tutta in ombra nel bosco su un morbido fondo di foglie, quindi al riparo dal caldo e con un facile appoggio dei piedi. Il sentiero ha una buona e costante pendenza. Non è però ben segnalata la partenza, il numero di sentiero lo si trova solo molto piu' in alto. Il bivacco è al momento chiuso in quanto verrà ricostruito.
  • 24/01/2016 Percorso oggi il sentiero del Lander. Una tranquilla escursione da mezza giornata. Sentiero in ordine. Nessuna traccia di neve. Molto interessante la vista sui campanili e l'ascolto del rumore della continua caduta di sassi. Mauro.
  • 02/07/2014 Itinerario compiuto il 1 luglio 2014.Il percorso si svolge alll'interno del boscoDopo un primo tratto con pendenza decisa su terreno sassoso molto sconnesso (che ci ha impegnato poi nella discesa perché intanto aveva iniziato a piovere) si prosegue, senza alcun problema di orientamento, sino al bivio ben segnalato per il bivacco e la madonnina. Si prende quindi a destra e dopo pochissimo si raggiunge il bivacco. Altri cinque minuti si salita, questa volta bella tosta, ma in ambiente panoramico sul ciglio del dirupo, e si raggiunge il belvedere con madonnina e bandiera.eDevo dire che i campanili non sono un granché, ma tutto l'insieme risulta molto interessante.Ore 1 e mezza per la salita, altrettanto la discesa
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • la vista sui campanili e la vallata, all'arrivo in cima
    12/06/2020 la vista sui campanili e la vallata, all'arrivo in cima
  • Gigli rossi lungo il Sentiero naturalistico del Lander. 30/0 ...
    01/07/2019 Gigli rossi lungo il Sentiero naturalistico del Lander. 30/0 ...
  • Faggio secolare lungo il CAI 408, Sentiero naturalistico del ...
    01/07/2019 Faggio secolare lungo il CAI 408, Sentiero naturalistico del ...
  • I campanili dei Lander con un buon manto nevoso (febbraio 20 ...
    13/12/2012 I campanili dei Lander con un buon manto nevoso (febbraio 20 ...
  • Bivacco Lander in veste invernale (febbraio 2010)
    13/12/2012 Bivacco Lander in veste invernale (febbraio 2010)
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
Webcam più vicine
  • Webcam Ligosullo
  • Webcam Tenchia
  • Webcam Zoufplan
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva