il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 59 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
LaboratorioSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
10/09/2011

Canon EF 17-40 mm f/4 L USM, uno zoom al Parco dei 100 Laghi

Incuriositi dal nome eravamo già stati al parco dei 100 laghi nel giugno del 2005 rimediando però solo molta acqua dal cielo. Ci siamo tornati nel 2011 per vederlo anche nei colori autunnali e, grazie anche al meteo favorevole, questa volta abbiamo potuto apprezzare fino in fondo i percorsi di cresta e i caratteristici e numerosi specchi d'acqua sparsi sul versante parmense. Studiando i vari accessi abbiamo suddiviso la cresta in 4 porzioni e, con vari accessi, siamo riusciti a percorrerla praticamente tutta. L'aria limpida autunnale e qualche gioco di nuvole hanno creato l'occasione per diversi scatti interessanti dei quali vi porponiamo qui una piccola selezione.
Canon EF 17-40 f4 LCanon EF 17-40 f4 L
Volendo dare spazio alle foto ad ampio respiro e nell'intento di valorizzare meglio le creste abbiamo lasciato a casa il fido 24-105 e abbiamo optato per l'altro zoom tuttofare di casa Canon il 17-40 f/4. Si trata di una delle lenti più utilizzate in ambito paesaggistico per l'escursione di focale, la buona resa ed il prezzo accettabile. Il diametro dei filtri da 77 mm consente di utilizzare gli stessi accessori che si montano sul 24-105 e su molte altre lenti Canon. Nella linea L ci sarebbe anche il Canon 16-35 f/2.8 L, recentemente aggiornato alla versione II. Fiumi di parole e test sono stati spesi per mettere a confronto le due lenti e vi rimando a Internet per un approfondimento e per una serie di pro e contro. Non avendo bisogno in questo caso della maggiore apertura del 16-35, la nostra scelta è caduta sul 17-40. Alcuni lamentano scarsa nitidezza ai bordi ma chiudendo a f/11 la resa appare molto buona su tutta la diagonale ad eccezione forse degli spicchi più estremi, ma si tratta di sottigliezze.
In conclusione una lente molto versatile e particolarmente adatta per portare a casa scatti di ampi panorami con la possibilità di arrivare ai 40 mm. Se non lo avete ancora fatto installate Digital Photo Professional della Canon e scaricate i profili delle lenti che utilizzate. Tra queste c'è naturalmente anche il 17-40. Il DLO (Digital Lens Optimizer) lavora particolarmente bene sui files RAW e porta ad un sensibile miglioramente nella riduzione dei difetti e delle aberrazioni tipiche della lente.
Commenti
Scegli un argomento
Ricerche
  • Ivo Pecile

    Io, il mio zaino,
    e svariati kg
    tra cavalletti, obiettivi
    e accessori vari...
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva