il portale dell'escursionismo montano
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P2055405
    La Gomera - Da las Hayas a Vallehermoso
BlogSentieriNatura
martedì 24 gennaio 2023
Tag: 

Da las Hayas a Vallehermoso

L'escursione descritta si svolge nel Parco nazionale del Garajonay; non è circolare e prevede quindi organizzazione logistica. Lasciamo l'auto a Vallehermoso e con un taxi (2023, 25 euro) ci portiamo a Las Hayas. In piazzetta ci avviamo in direzione Las Creces (cartelli).
01-Nel bosco del Garajonay01-Nel bosco del Garajonay
Superati gli ultimi orti e abitazioni, il sentiero inizia entrando subito nel bosco di laurisilva, dove incrociamo due giovani camminatori scalzi. Il sottobosco di questo settore del Parco del Garajonay è ricoperto dal basso e fitto Geranium canariensis, verde e rigoglioso dopo le piogge dei giorni passati. Il sentiero confluisce su pista (segnalazioni) che in falsopiano nel fitto bosco ci porta all'area ricreativa di Las Creces, distante solo settecento metri dalla Carretera dorsal, l'arteria stradale della parte sommitale di La Gomera. Tocchiamo la strada presso la piccola costruzione della fermata dell'autobus, dove prendiamo la direzione per Embalse de la Encantadora e Risquillo de Corgo - Vallehermoso. Al bivio il GR piega direttamente a destra a iniziare la discesa per Vallehermoso. Segnaliamo però la piccola deviazione a sinistra per visitare il tratto di foresta molto suggestivo che unisce Las Creces col Raso de La Bruma. Poi ci ricongiungiamo al Mirador del Risquillo de Corgo e al sentiero di discesa (da qui a Vallehermoso mancano 6,7 chilometri).
02-Lungo il sentiero per Vallehermoso 02-Lungo il sentiero per Vallehermoso
03-I terrazzamenti del barranco de la Cuesta03-I terrazzamenti del barranco de la Cuesta
Sul ritrovato segnavia GR 131 scendiamo nel bosco compiendo una larga ansa sopra salti verticali fortunatamente coperti dalla vegetazione. Il tratto successivo evidenzia il passaggio dallo scuro bosco del crinale a quello più luminoso composto da eriche. Si perde quota con qualche svolta aiutata da gradini poi segue un tratto quasi orizzontale su costoncino che lascia intravedere qualche scorcio sui due lati. Il piacevole tratto si interrompe per riprendere a scendere in maniera decisa. Una serie di svolte gradinate ci portano su mulattiera via via più larga ad intersecare il tornante della pista sterrata de La Meseta (indicazioni per Vallehermoso). Saliamo qualche metro per aggirare lungamente con piccoli saliscendi la quota di fronte alla pista, in piena vista sulla destra, sul barranco del Ingenio o de la Cuesta coperto da palmizi che alimenta l'invaso sottostante. Usciamo dalla boscaglia di eriche e lauri e perveniamo a un dosso roccioso, completamente spoglio di vegetazione in bella visuale sulla valle verso l'Embalse de la Encantadora.
04-Paesaggio lungo la discesa a Vallehermoso04-Paesaggio lungo la discesa a Vallehermoso
Dopo il plateau si scende lungo il crinale fino a una poco marcata insellatura, si aggira un roccione sulla destra per proseguire su un panoramico filo di crinale che si apre su Rosa de Las Piedras, sul Roque Cano, su Vallehermoso e sul barranco del Ingenio. Scendiamo ancora lungo le gradinature del crinale; ignoriamo la deviazione a sinistra per Vallehermoso per il lomo del Corte. Proseguiamo diritti sul GR principale dalle scalinate in legno. Al crocevia poco sotto teniamo la direzione per Vallehermoso e presa de la Encantadora. La ripida discesa è immersa tra vegetazione lussureggiante di presenti cisti, iperici e artemisie. Con svolte e con ultimo tratto fangoso giungiamo alla strada di Rosas de Las Piedras. Ci addentriamo nelle stradicciole e seguendo le indicazioni intersechiamo il rivolo d'acqua del barranco de l'Ingenio che alimenta l'invaso de la Encantadora. Costeggiamo il bacino artificiale fino al tornante della strada dove la lasciamo per il sentiero Vallehermoso "por il camino del Lomo Pelado (PR LG7)".
05-Poco sopra Rosas de las Piedras05-Poco sopra Rosas de las Piedras
06-Tra le viuzze di Rosas de las Piedras06-Tra le viuzze di Rosas de las Piedras
Al coronamento della diga il sentiero piega a destra per la risalita al Lomo Pelado. Una serie di ripidi scalini porta alla sommità costone che ci divide dalla valletta di Vallehermoso. L'arrivo, all'aperto dalla vegetazione (Lomo Pelado penso significhi proprio questo) ci regala una bella cartolina sulla sagoma caratteristica del Roque Cano, come pure sul lago, sul paesino Rosas de las Piedras o Los Chapines sullo sfondo delle pendici cariate da cavità. Senza più risalite, dopo traversato un aperto costone, scendiamo ripidi (gradinature in legno). Quando compare la lastricatura siamo alle case della periferia (La Fortaleza) e in breve alla strada asfatalta che in discesa ci condurrà al centro di Vallehermoso.
07-In vista di Vallehermoso07-In vista di Vallehermoso
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Nella stessa zona
Ultimi post
Le guide di SentieriNatura
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva