il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 73 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1655460
    Creta-Gola di Topolia
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
lunedì 11 ottobre 2021
Tag: 

Gola di Topolia

Creta è l'isola dalle mille gole e ci piace continuare a percorrerne alcune: anche quelle "minori" presentano ambienti suggestivi. Oggi è la volta della gola di Topolia, o meglio di una sua parte. Arriviamo a Topolia dalla direzione nord (da Chania) e lasciata l'auto, raggiungiamo la chiesa del paese dalla quale scendiamo dapprima costeggiando il cimitero per poi proseguire in discesa lungo le polverose piste carrabili, tra i terrazzamenti degli oliveti (per l'orientamento è meglio seguire il tracciato gps).
01-Numerose cavità si aprono nelle pareti della gola01-Numerose cavità si aprono nelle pareti della gola
Più in basso, attraversati gli ultimi coltivi, cominciano a palesarsi anche i segni giallo neri della traversata della gola di Topolia; sono frequenti e ci guidano molto bene. Al fondo della gola, il sentiero attraversa una recinzione metallica per le capre. Si segue il fondo pietroso per alcune centinaia di metri, poi i segni ci invitano ad alzarci sulla sinistra per raggiungere una sorta di ripiano sul fianco della gola lungo il quale si snoda il sentiero.
02-Lungo la gola di Topolia02-Lungo la gola di Topolia
Fanno la loro comparsa grosse tubature per incanalare l'acqua sulle quali talvolta ci si deve destreggiare. Tra il secco della vegetazione crescono gli oleandri e qualche euforbia. Il sentiero comincia a farsi migliore e in falsopiano scende sul greto del fiume Tyflos. Un passaggio su guado cementato ci porta ad attraversare il fondo, oggi quasi asciutto, per guadagnare la sinistra orografica. Alzando gli occhi sopra di noi possiamo intuire facilmente la presenza della strada asfaltata che corre sopra il canyon. Sulla gola volteggiano anche numerosi grifoni: forse nidificano sulle rocce che la racchiudono. Le alte pareti sono colonizzate da piante di carrubo che a Creta sembrano sostituire in questo habitat i lecci nostrani. Il sentiero poi continua molto comodo ancora per un tratto.
03-Lungo la gola di Topolia03-Lungo la gola di Topolia
04-Pareti giallastre e cariate rinserrano la gola di Topolia04-Pareti giallastre e cariate rinserrano la gola di Topolia
L'alveo del Tyflos è colonizzato da grandi piante di platano. Più avanti la zona è stata interessata da una frana che ha rovinato l'uscita verso la strada. Qualora la si raggiunga, segnalo che molto vicina alla sede stradale è ubicata la grotta con cappella di Agia Sofia (Santa Sofia). Ci si può anche fermare come abbiamo fatto noi presso un grande macigno che ingombra l'alveo oppure proseguire ancora un po' fino all'uscita successiva. Per lo stesso itineraro abbiamo poi fatto ritorno a Topolia.
05-Ciclamini nella gola di Topolia05-Ciclamini nella gola di Topolia
06-La gola di Topolia06-La gola di Topolia
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Nella stessa zona
  • Gola di Deliana
    Percorriamo oggi un tratto del canyon di Deliana. In effetti il nome della gola è conteso ...
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva