il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 143 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1820346
    Sardegna - Monte Albo
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
venerdì 24 maggio 2019
Tag: 

Monte Albo da Lula

Il monte Albo è il gruppo montuoso composto da calcare carsificato localizzato nella zona nord orientale di Nuoro. I venti chilometri dell’allungata linea di dorsale si protraggono da sud ovest presso Lula fino nord est verso Siniscola. Il suo candore oltre a dargli il nome lo rende ben riconoscibile anche da lontano. Delle quote comprese nel gruppo, Punta Catirina l’abbiamo salita qualche tempo fa; Punta Gurturgius e Su Mutucrone sono cime poste più a settentrione: oggi le visiteremo entrambe. Da Lula percorriamo la strada che fiancheggia il lungo versante occidentale del gruppo. Si parcheggia l’auto dove la strada compie un’ansa in corrispondenza della casa cantoniera Guzzurra (m 800). Tabelli e segnavia CAI indicano l’inizio del nostro percorso, il CAI n.105.
01-Boscaglia alle pendici del monte Albo01-Boscaglia alle pendici del monte Albo
02-La Punta Su Mutucrone02-La Punta Su Mutucrone
Superiamo subito un cancello metallico dopo il quale una pista si inoltra nella bella macchia mediterranea fiorita. Ai due bivi successivi teniamo la destra. Basta alzarsi di poco per scorgere in lontananza la sagoma montuosa dell’isola Tavolara. Con un tratto rettilineo, un poco inerbito, superiamo una recinzione con una piccola scaletta metallica per poi entrare nel bosco. Lasciamo sulla destra la discesa per Fontana Mariane Iana e SS provinciale e proseguiamo diritti, in falsopiano tra le profumate fioriture di ciclamini. Improvvisamente il bosco si apre in una radura attrezzata con tavoli e panche e collocata in posizione panoramica (m 910). Qui si tocca la dorsale principale ed ora il sentiero inverte la direzione, proseguendo a sinistra sulla linea di cresta. Da qui in poi dovremo affidarci a ometti e disporre di una certa autonomia di movimento poiché le segnalazioni sono scarse e sbiadite. Il boschetto di lecci di tanto in tanto ci concede qualche schiarita panoramica. Saliamo per un tratto sul versante esposto a est, in vista sulla SS 131, dove grossi blocchi ingombrano la vegetazione del pendio. Si prosegue in falsopiano finchè ometti ci fanno salire su roccioni stabili verso una insellatura. Ci troviamo ormai sul bordo del vasto altopiano del monte Albo, dove ritroviamo la segnaletica del CAI. Voltiamo direzione e a sinistra saliamo liberamente tra prati e placche rocciose, in un gradevole procedere, fino alla quota più elevata della Punta Su Mutucrone (m 1050, ometto di pietre e cartello).
03-Il brullo paesaggio del pianoro sommitale03-Il brullo paesaggio del pianoro sommitale
04-I rilievi del massiccio del monte Albo04-I rilievi del massiccio del monte Albo
Dalla quota diamo uno sguardo all’altopiano su cui ci muoveremo: è disseminato da grossi blocchi calcarei ma anche da estese superfici prative, un paesaggio che contraddistingue tutta la dorsale. Ridiscesi alla forcellina, imbocchiamo la direzione del segnavia 101 che prosegue per il bivio Punta Sos Aspros. Si divalla cercando gli ometti che ci portano a contornare l’altopiano sul suo bordo destro. Su terreno aperto raggiungiamo un albero isolato, da dove si continua a traversare fino a una specie di insellatura verde. Su traccia terrosa battuta si passa accanto a due grandi alberi isolati e poi si punta al fondo della bella valletta dove pascola qualche mucca (Loc. Sos Aspros, m 929). Seguendo ora le indicazioni per la Punta Gurturgius, con un buon sentiero ci portiamo al successivo bivio (loc. S'Ena e Talisi, 943, punto di sosta): da qui una deviazione a destra (sentiero 101) ci porta a raggiungere velocemente la punta Gurturgius. Tra moltissime fioriture di gigli, il sentierino sempre evidente imbocca una sorta di corridoio verde che si fa largo tra i sassi calcarei del versante e arriva senza difficoltà alla cima, da cui si apre un panorama vasto su tutta la isola (Punta Gurturgius, m 1042). Ridiscesi ai tabelli sottostanti abbiamo preso la direzione bivio sentiero 103, SS prov 3, spostandoci più avanti verso il bordo destro dell’altopiano. La discesa avviene in vista della strada asfaltata sottostante, con qualche svolta in mezzo a ricche fioriture. Superata una recinzione metallica poco sopra la strada asfaltata, la raggiungiamo e la percorriamo per chiudere a sinistra l’anello verso il parcheggio.
05-Corridoio verde alla cima Gurturgius05-Corridoio verde alla cima Gurturgius
06-L'altopiano del monte Albo06-L'altopiano del monte Albo
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva