il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 42 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1011258
    Gran Canaria - Cuevas del Caballero
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
mercoledì 24 gennaio 2018

Cuevas del Caballero da Artenara

Con i suoi 1270 metri di altezza, Artenara non solo è il paese più alto di Gran Canaria ma è anche un balcone straordinario sul barranco di Tejeda e sui picchi centrali. Una semplice passeggiata nelle viuzze offre il modo di scoprire facilmente i mirador sulle valli sottostanti e sul Roque Nublo. Il paese è anche punto di partenza del percorso odierno che ci porterà alle Cuevas del Caballero e oltre.
01-La chiesa di San Matias in Artenara01-La chiesa di San Matias in Artenara
02-Dal belvedere di Artenara la vista si apre sul tavolato di Acusa e sui picchi centrali02-Dal belvedere di Artenara la vista si apre sul tavolato di Acusa e sui picchi centrali
Seguendo le indicazioni per la Ermita de la Cuevita si arriva presto alla panoramica passeggiata che conduce alla chiesetta. L’edificio di culto merita di essere visitato anche per l’insolita ubicazione: è ricavato, infatti, nell'oscurità di una grotta ed è sempre aperto. All’interno, la statua della Virgen de la Cuevita attende la grande festa a lei dedicata che cade il 15 agosto. L'imbocco del sentiero si trova proprio a fianco della Ermita e coincide con una lunga gradinata (mi sono divertita a contare i suoi 150 gradini) che sale alle case più a monte.
03-L'interno della Ermita de la Cuevita03-L'interno della Ermita de la Cuevita
All'incrocio con una stretta rotabile asfaltata, procediamo diritti verso i cartelli che ci confermano la direzione per la Cruz de Tejeda. Il percorso ufficiale rimane sul lato nord della dorsale, all'interno della pineta, ma c'è anche un comodo sentiero parallelo che si tiene sul ciglio ed è a questo che punteremo. Trovato così il Camino del Borde, iniziamo a risalire avendo costantemente sulla destra la visuale aperta sui picchi centrali. La pendenza si riduce nei pressi di una spianata rocciosa dove troviamo anche le indicazioni per salire alla Montaña de Artenara. Davanti a noi vediamo ora molto chiaramente la prosecuzione dell'itinerario sul filo della cresta che precipita bruscamente a destra. Dopo una breve discesa inizia un tratto molto piacevole che, in lieve saliscendi tra lembi di pineta e piccole radure, arriva alla base del Moriscos. La pista ufficiale qui dista pochi metri ma possiamo ancora ignorarla a favore del sentiero che sale a piccole svolte nella pineta. Alla fine ci dobbiamo comunque innestare sulla forestale che a destra ci conduce in breve al sito delle Cuevas del Caballero.
04-Lungo la dorsale in direzione del Moriscos04-Lungo la dorsale in direzione del Moriscos
05-Piante di Aeonium presso le Cuevas05-Piante di Aeonium presso le Cuevas
Si trovano sul versante esposto a meridione, sulle balze rocciose in vista spettacolare della Caldera di Tejeda. All’interno delle Cuevas, attualmente protette da inferriate, sono stati ritrovati graffiti dai quali si ritiene che qui venissero svolte cerimonie propiziatorie legate alla fertilità.
07-La parete rocciosa che ospita il sito delle Cuevas del Caballero07-La parete rocciosa che ospita il sito delle Cuevas del Caballero
06-Vista dell'interno di una delle Cuevas del Caballero06-Vista dell'interno di una delle Cuevas del Caballero
A questo punto si può rientrare o allargare l'escursione all'anello che aggira la quota 1772 di los Moriscos. In questo secondo caso, subito dopo le Cuevas, si abbandona nuovamente la pista per tenersi a destra lungo il bordo. Il sentiero dapprima risale nella pineta per poi traversare con percorso molto aereo guadagnando la insellatura a est della cima. Qui si scende ancora per poco invertendo quindi la direzione. Tralasciate tutte le direzioni che scendono verso nord si completa l'aggiramento su pista ritornando al sito delle Cuevas. A questo punto, tramite la strada (invero un poco monotona) o ripercorrendo a ritroso quanto fatto all'andata, si rientra ad Artenara.
08-I disegni dei campi terrazzati di Tejeda08-I disegni dei campi terrazzati di Tejeda
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva