il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 153 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1740859
    Cilento - Punta Licosa
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
lunedì 9 ottobre 2017

Punta Licosa da Castellabate

Nelle vicinanze del nostro alloggio, a Castellabate, la facile passeggiata costiera di oggi ci porta a visitare Punta Licosa e oltre fino a raggiungere poi Ogliastro Marina. Il dislivello è prossimo allo zero: sarà una camminata rilassante tra la pineta e il mare. Da Castellabate scendiamo al paesino di San Marco e lasciamo l'auto nel comodo parcheggio al centro dell'abitato. Le indicazioni per Punta Licosa non mancano e compaiono anche i primi segnavia CAI. Dal porticciolo imbocchiamo la pista sterrata che corre parallela alla costa, collegando al paese le numerose abitazioni per vacanze. Nonostante i pochi scorci sul mare causa vegetazione, questo primo tratto è comunque vario e gradevole. Belle ville in vista mare si alternano alla macchia mediterranea e a qualche appezzamento coltivato.
01-Il minaccioso cartello di punta Licosa01-Il minaccioso cartello di punta Licosa
02-Sulle rocce stratificate presso punta Licosa02-Sulle rocce stratificate presso punta Licosa
03-Disegni sulle scogliere presso punta Licosa03-Disegni sulle scogliere presso punta Licosa
La stradicciola va progressivamente restringendosi, ma è comunque transitabile con mezzi particolarmente stretti. La Punta Licosa vera e propria si trova evidentemente su terreno privato e non è accessibile. La strada, pertanto, la evita svoltando a sinistra su un tratto asfaltato dove campeggia un curioso cartello che indica divieto di tutto, presenza di serpenti velenosi e altre sciagure. L'avvertimento ci mette decisamente di buonumore mentre attraversiamo appezzamenti coltivati. Ben presto la strada si riavvicina alla costa: è questo il punto migliore per abbandonarla e dirigersi verso il mare. Da qui possiamo ora apprezzare meglio la punta, la densa pineta e l'isoletta che si trova proprio di fronte al faro. Inizia ora la parte più interssante del percorso con il sentierino che procede parallelo alla costa, tenendosi a tratti pochi metri sopra le onde.
04-La pineta del Cilento lambisce il mare04-La pineta del Cilento lambisce il mare
05-Vecchia abitazione presso Ogliastro Marina05-Vecchia abitazione presso Ogliastro Marina
Le rocce stratificate che si incontrano quasi subito appartengono alla formazione del Flysch del Cilento e sono caratteritiche di questo tratto di costa. Cercando i passaggi migliori, ma rimanendo quasi sempre a ridosso del mare, si evitano alcuni brevi tratti erosi. Si arriva così nei pressi di un rudere dove si notano alcune piante di eucalipto. La rotabile è lì a pochi metri: tramite questa o rimanendo nella pineta si arriva all'ingresso della strada presso la vecchia torre di Ogliastro Marina. C'è anche una provvidenziale panca che ci permette di sostare qualche minuto prima di riprendere la via del ritorno.
06-Abitazione immersa nella pineta06-Abitazione immersa nella pineta
07-Il porticciolo di San Marco, sullo sfondo domina Castellabate07-Il porticciolo di San Marco, sullo sfondo domina Castellabate
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva