il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 89 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • P1620756
    Lanzarote - Monte Corona
  • P1620702
    Lanzarote - Monte Corona
  • P1620678
    Lanzarote - Monte Corona
  • P1630003
    Lanzarote - Monte Corona
  • P1620670
    Lanzarote - Monte Corona
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
giovedì 23 marzo 2017
Tag: 

Monte Corona da Yé

Abbiamo già visitato il borgo di Yé per la discesa alla Playa del Risco. Oggi torniamo sul posto per la facile passeggiata che porta al monte Corona, l’ennesimo cratere vulcanico di Lanzarote. Non è però un vulcano qualunque: con i suoi 609 metri di altezza è il più alto di questo settore dell'isola. La strada che attraversa il borgo è stretta e conviene lasciare l'auto presso il comodo parcheggio davanti alla chiesa.
01-Il pendio da Yé sale verso il Mirador del Rio01-Il pendio da Yé sale verso il Mirador del Rio
L'imbocco del sentiero si trova 200 metri prima: si tratta di una pista (segnalazioni) che si inoltra tra i coltivi e le viti prostrate, protette dai muretti circolari. Più avanti, oltrepassati i terreni attualmenente lavorati, si procede ad attraversare una fascia di coltivi molto vecchi. A giudicare dagli arbusti infestanti e dai vetusti muretti coperti da licheni, sembrerebbero abbandonati. In breve siamo sotto il bordo del cratere dove il sentiero incontra una palma solitaria. Proseguiamo ancora un poco tra rocce completamente ricoperte da licheni; poi in un mare verde di euforbie fino ad oltrepassare il varco di una recinzione in pietra.
02-Il paesaggio dalle pendici del monte Corona02-Il paesaggio dalle pendici del monte Corona
03-Euforbie presso il bordo del monte Corona03-Euforbie presso il bordo del monte Corona
Giunti sul bordo, la vista si apre improvvisamente sul grande cratere nel quale prevalgono le colorazioni rossastre. Durante l'eruzione che avvenne in un periodo imprecisato (si parla di diverse migliaia di anni), la lava uscì dal fianco orientale creando poi a valle l'immenso Malpais de la Corona: una particolare zona di Lanzarote che vale la pena di visitare percorrendo in auto la strada costiera da Punta Mujeres a Orzola.
04-Il cratere del monte Corona04-Il cratere del monte Corona
Scendendo qualche metro all'interno del cratere troviamo un buon punto di sosta al riparo dal vento. La stessa cosa deve aver pensato la Gallotia atlantica con la quale condividiamo il tepore dei raggi solari.
05-Gallotia atlantica nel cratere del monte Corona05-Gallotia atlantica nel cratere del monte Corona
06-I vigneti di Yé06-I vigneti di Yé
07-Fioriture nei campi presso le case di Yé07-Fioriture nei campi presso le case di Yé
08-Yé: la Chiesa08-Yé: la Chiesa
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Nella stessa zona
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva