il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 63 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_0747
    Sardegna orientale - Punta Catirina
  • IMG_0775
    Sardegna orientale - Punta Catirina
  • IMG_0781
    Sardegna orientale - Punta Catirina
  • IMG_0814
    Sardegna orientale - Punta Catirina
  • IMG_0825
    Sardegna orientale - Punta Catirina
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
sabato 4 ottobre 2014
Tag: 

Punta Catirina da Lula

Eccoci arrivati all’ultimo giorno della nostra permanenza in Sardegna: lo dedichiamo alla visita alla Punta Catirina, massima elevazione del lunare massiccio del monte Albo. Al mattino il tempo si presenta incerto, ma siamo fiduciosi e partiamo comunque verso la nostra meta. Oggi a Lula ci sarà festa e già dal mattino c'è movimento nelle strade del paese per preparare la manifestazione Cortes Apertas. Dal piccolo centro si esce in direzione nord est seguendo la statale n.3 fino nei pressi del km 20. Qui sulla destra si incontrano le segnalazioni per l'anello di Punta Catirina (m 602, cartelli e segnavia CAI, limitato parcheggio in uno spiazzo poco prima).
01-All'interno del bosco01-All'interno del bosco
02-Belvedere nella prima parte dell'anello02-Belvedere nella prima parte dell'anello
03-I muschi ricoprono piante e rocce03-I muschi ricoprono piante e rocce
Si tratta di un sentiero ampio e ben marcato che sale in un bosco umido e ombreggiato dove non manca il muschio, elemento che qui in Sardegna ancora ci mancava. Dopo qualche svolta ravvicinata si affronta un panoramico traverso che porta ad uno sperone con veduta sulle colline circostanti. Nonostante la vegetazione celi un poco l'esposizione, l'appicco è davvero notevole, tanto che tra lecci e corbezzoli scorgiamo la nostra auto. Dopo un bivio dove ci si tiene a destra (direzione per Campu 'e Susu e Punta Catirina), il sentiero si riporta sopra la verticale del parcheggio, mentre la boscaglia inizia a diradarsi.
04-Il bosco si dirada04-Il bosco si dirada
05-Albero secco alla base della punta Catirina05-Albero secco alla base della punta Catirina
Proseguendo ancora in salita verso sud, si esce così sulle prime balze calcaree colonizzate da lecci e ginepri. In breve si arriva al margine dell'altopiano sommitale dove ci fermiamo per un istante ad ammirare il reticolo dei coltivi che si estende nei dintorni di Lula. Tenendo sempre la destra ad alcune successive deviazioni, si arriva al caratteristico Campu 'e Susu, ampio ripiano circolare colonizzato da una magra gariga.
06-Il pianoro di Campu ‘e Susu06-Il pianoro di Campu ‘e Susu
07-Lastronate rocciose alla base di Punta Catirina07-Lastronate rocciose alla base di Punta Catirina
Lo si attraversa per intero riportandosi poi nuovamente su terreno roccioso ricoperto dalla macchia arbustiva di agrifogli, lecci e ginepri. Un lungo solco naturale, una specie di corridoio carsico, ci conduce ad una insellatura dove troviamo il cartello che ci segnala a destra la nostra meta. Pochi minuti di facile risalita ed eccoci sulla Punta Catirina (m 1127, magnifico belvedere).
08-Veduta da Punta Catirina08-Veduta da Punta Catirina
09-La lunga dorsale del monte Albo09-La lunga dorsale del monte Albo
10-Campo ‘e Susu da Punta Catirina10-Campo ‘e Susu da Punta Catirina
11-Paesaggio collinare nei dintorni di Lula11-Paesaggio collinare nei dintorni di Lula
Al momento siamo soli ma dopo poco altri turisti di lingua francese ci raggiungono in vetta. L'anello prosegue nella direzione opposta a quella di arrivo, segnalato da alcuni ometti che ci guidano a superare una serie di placche rocciose. Più in basso la traccia riaffiora, ripida e ingombra di sassi, e tale si mantiene fino all'incontro con la vegetazione. Ai successivi bivi occorre sempre mantenere la destra, ma qui i cartelli non mancano e non ci sono difficoltà di orientamento.
12-Lungo il sentiero di discesa12-Lungo il sentiero di discesa
13-Punta Catirina dal sentiero di discesa13-Punta Catirina dal sentiero di discesa
14-Spalla rocciosa lungo il sentiero di discesa14-Spalla rocciosa lungo il sentiero di discesa
15-Panorama dall'orlo dell'altopiano15-Panorama dall'orlo dell'altopiano
Con andamento orizzontale il sentiero si orienta progressivamente verso ovest raggiungendo nuovamente il margine dell'altopiano presso un aereo spallone roccioso. Oltrepassato un cancelletto di recinzione si prende a calare su una pista sterrata che si allarga progressivamente fino a raggiungere la strada asfaltata sottostante. La si imbocca a destra iniziando il lungo rientro che ci riporterà esattamente al punto di partenza. Nel frattempo è uscito il sole ed il suo calore diffonde nell'aria il profumo di essenze mediterranee. I corbezzoli mostrano tutta la loro gamma riproduttiva, dal fiore al frutto acerbo e poi maturo: non avremmo potuto avere un congedo migliore da questa magnifica isola...
16-Le pendici di Punta Catirina16-Le pendici di Punta Catirina
17-Ghiande di quercia17-Ghiande di quercia
18-Frutti di corbezzolo18-Frutti di corbezzolo
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva