il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 139 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_9381
    Liguria orientale - Anello di Punta Manara
  • IMG_9405
    Liguria orientale - Anello di Punta Manara
  • IMG_9372
    Liguria orientale - Anello di Punta Manara
  • IMG_9395
    Liguria orientale - Anello di Punta Manara
  • IMG_9379
    Liguria orientale - Anello di Punta Manara
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
domenica 6 aprile 2014

Anello di Punta Manara da Sestri Levante

Primo giorno, oggi, della nostra visita alla Riviera di Levante. Siamo arrivati in tarda mattinata e ci siamo sistemati a Lavagna, in quello che sarà il nostro punto di appoggio: l'hotel che porta lo stesso nome del paese. Lavagna è in pratica tutt'uno con Chiavari, separata da questa dal largo letto del torrente Entella. Lungo la riviera, addossata alla linea di costa, corre la linea ferroviaria che può essere adoperata per raggiungere i vari centri costieri in alternativa all'auto. Come primo assaggio ci dirigiamo verso la stazione di Lavagna e prendiamo la corsa per Sestri Levante. Il treno arriva puntuale e dopo pochissimi minuti raggiunge Sestri, la località costiera più ad est rispetto alla nostra base.
01-Olivi sui terrazzamenti di Sestri Levante01-Olivi sui terrazzamenti di Sestri Levante
Dalla stazione ci portiamo verso il centro e quindi alla frequentata via che porta alla Baia del Silenzio. E’ la classica stradicciola dei negozi, meta della passeggiata di turisti e residenti che già si cominciano a vedere. Ne percorriamo un tratto fino ad imboccare, sulla sinistra, Vico del Bottone, punto di inizio del sentiero per Punta Manara (cartelli). Dopo un sottopassaggio il sentiero si inerpica su una scalinata compresa tra alti muretti, ville e orti trasformandosi ben presto in sentiero in terra battuta. Con pendenza ora molto più attenuata, attraversiamo alcuni oliveti per poi raggiungere un punto panoramico presso i casolari Mandrelli.
02-Le case Mandrelli sopra Sestri Levante02-Le case Mandrelli sopra Sestri Levante
03-Vegetazione alle pendici del monte Castello03-Vegetazione alle pendici del monte Castello
04-Le scogliere di Punta Manara04-Le scogliere di Punta Manara
L'aria pomeridiana è tiepida e con i soffi della brezza entriamo di fatto nella atmosfera mediterranea e nei suoi profumi. Ancora pochi metri e il sentiero si inerpica per una serie di gradinate rocciose sul fianco del monte Castello. La pendenza si attenua nuovamente nel piacevole falsopiano che segue, tra alti pini e arbusti. Ad un crocevia di direzioni proseguiamo ancora oltre per arrivare al bivacco di Punta Manara. All'ombra degli alberi sostano parecchie persone, raggiunte subito dopo da una nutrita comitiva che affolla per poco il vicino stretto belvedere. Sopra il bivacco, una ripida scalinata conduce ai ruderi di una torre di avvistamento. Ci troviamo a 139 metri e possiamo proseguire ancora fino ad una punta rocciosa vertiginosamente affacciata sulla costa. Il sentierino passa sopra alte scogliere e dobbiamo agevolare il transito delle persone che vanno e vengono da quello che è il belvedere più avanzato di Punta Manara.
05-Eriche e pini sulle pendici del monte Castello05-Eriche e pini sulle pendici del monte Castello
06-Il promontorio di Sestri Levante06-Il promontorio di Sestri Levante
Dopo una breve sosta ritorniamo sui nostri passi per proseguire a destra sulle pendici del monte Castello. Improvvisamente la presenza umana scompare e così decidiamo di visitare anche la cima del monte Castello che ci dovrebbe regalare maggiore tranquillità. Al successivo bivio lasciamo quindi a destra la discesa a Riva Trigoso per prendere a sinistra il sentiero che in pochi minuti raggiunge una ampia schiarita. Da qui si può risalire comodamente fino in vetta al monte Castello dove, alla ragguardevole quota di 265 m, troviamo una panca e i ruderi di un edificio. Per un attimo ci viene alla mente il friulano monte Castello, sopra Barcis, che così poco ha da spartire con questa dolce sommità. La boscaglia offre una gradevole frescura ma toglie quasi completamente la visibilità. Poco male, tenendosi ora a destra rispetto alla direzione di arrivo, si può scendere lungo un panoramico percorso che si ricongiunge al sentiero dell’andata poco prima di casolari Mandrelli.
07-Belvedere lungo il sentiero per Punta Manara07-Belvedere lungo il sentiero per Punta Manara
08-Il viottolo che da' accesso alla passeggiata08-Il viottolo che da' accesso alla passeggiata
Ritornati a Sestri Levante, con un cambio repentino di immagini e suoni, ci rituffiamo nella ormai affollatissima via centrale. Prima però non ci facciamo mancare la visita alla Baia del Silenzio, una pittoresca insenatura nella cui spiaggetta alcune persone prendono il primo sole. Si tratta ora di affrontare la parte più difficile dell’escursione: la risalita di un ininterrotto flusso umano che si dirada solo nel corso principale.
09-La baia del Silenzio09-La baia del Silenzio
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva