il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 123 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_3806
    Fanes Sennes Braies - Forcella Lerosa
  • IMG_3827
    Fanes Sennes Braies - Forcella Lerosa
  • IMG_3857
    Fanes Sennes Braies - Forcella Lerosa
  • IMG_3797
    Fanes Sennes Braies - Forcella Lerosa
  • IMG_3819
    Fanes Sennes Braies - Forcella Lerosa
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
mercoledì 20 febbraio 2013

Traversata di Forcella Lerosa da Cimabanche

Qualche giorno di vacanza sulla neve in val Pusteria e la compagnia di una coppia di amici ci hanno permesso di compiere una escursione sulla bianca coltre delle Dolomiti Ampezzane. Disponendo infatti di due automezzi, abbiamo potuto traversare da Cima Banche a Podestagno, passando ai piedi della maestosa Croda Rossa d'Ampezzo. Organizzandosi per il rientro è una buona idea per una facile passeggiata anche nel periodo estivo.
01-Le pendici della Croda Rossa01-Le pendici della Croda Rossa
02-Lungo la pista in val de Gotres02-Lungo la pista in val de Gotres
03-La Croda de R'Ancona03-La Croda de R'Ancona
Provenendo da Carbonin, si supera il passo di Cimabanche per divallare sul versante opposto fino al punto in cui si stacca a destra una evidente pista. La neve è abbondante e già da qui calziamo le ciaspe imboccando il segnavia n.8. Questo, dopo un marcato tornante, inizia a salire in diagonale a mezza costa nel rado bosco ed in bella visuale sul gruppo del Cristallo. Intorno a quota 1700 la pista entra lentamente nel solco della Val de Gotres, racchiusa tra il lungo costone della Croda de R'Ancona e le pendici della Croda Rossa. Tenendosi a poca distanza dal greto, la pista sale all'interno della abetaia in una atmosfera ovattata, dovuta soprattutto al fatto che si attraversano zone d'ombra dove la neve permane anche sulle piante. Più in alto la pendenza diminuisce e la pista si porta su terreno decisamente più aperto, in bella visuale sui colorati affioramenti della Croda de R'Ancona.
04-La Croda Rossa da forcella Lerosa04-La Croda Rossa da forcella Lerosa
05-Particolare della Croda Rossa 05-Particolare della Croda Rossa
06-Nei pressi di forcella Lerosa06-Nei pressi di forcella Lerosa
07-Paesaggio dolomitico da forcella Lerosa07-Paesaggio dolomitico da forcella Lerosa
Si giunge così al punto più alto della escursione, posto poco sopra la forcella Lerosa (m 2020). Complice il manto nevoso e la scarsa pendenza, la sella in verità è di difficile individuazione. Si esce infatti sul limite superiore di un bellissimo e ampio pendio soleggiato, circondato dalle imponenti propaggini della Croda Rossa. Se la neve ha coperto il tracciato della pista, la direzione da prendere non è del tutto evidente: si tratta di divallare verso nord ovest seguendo le probabili tracce di chi ci ha preceduto, scialpinisti o ciaspolatori. La discesa si svolge su un pendio facile che solo alla fine, nuovamente nel bosco, diventa più inclinato. Si confluisce così sulla pista del rifugio Ra Stua che si raggiunge dopo breve svolta a sinistra (m 1668). Un dolce ed un thé caldo e siamo pronti per ripartire: il sole ormai ha scaldato l'aria ed è gradevole anche una fermata supplementare nel vicino punto di sosta all'aperto. La chiusura dell'escursione avviene lungo la pista di servizio del rifugio. Questa termina presso il tornante della strada statale 51 d'Alemagna, in località Podestagno. Con i mezzi pubblici o con una seconda auto posizionata in precedenza, si può fare rientro a Cimabanche.
08-In discesa verso il Rifugio Ra Stua08-In discesa verso il Rifugio Ra Stua
09-Il rifugio Ra Stua09-Il rifugio Ra Stua
10-Cascata ghiacciata sulla pista per Podestagno10-Cascata ghiacciata sulla pista per Podestagno
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva