il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 90 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_9497
    Alpi Retiche - Glorenza,Tubre e Malles
  • IMG_9510
    Alpi Retiche - Glorenza,Tubre e Malles
  • IMG_9486
    Alpi Retiche - Glorenza,Tubre e Malles
  • IMG_9498
    Alpi Retiche - Glorenza,Tubre e Malles
  • IMG_9489
    Alpi Retiche - Glorenza,Tubre e Malles
BlogSentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
sabato 20 luglio 2013

A passeggio tra Glorenza,Tubre e Malles

Paesaggi naturali e valli ampie e verdissime con lo sfondo degli alti ghiacciai circostanti. Coltivazioni estese di mele che si espandono ai lati delle strade, sapientemente irrigate perchè la val Venosta è "la valle dove non piove mai". Le acque dei torrenti che scendono dalle cime e dai ghiacciai vengono in qualche modo sfruttate per l'irrigazione delle coltivazioni. Ma in val Venosta c'è anche, oltre all'aspetto naturalistico, tutto un piccolo mondo da scoprire, fatto di cittadine che conservano il loro centro storico medievale.
La valle ebbe un periodo di prosperità in quanto punto obbligato di transito commerciale con i paesi d'oltralpe. A quel tempo, dalla Svizzera era richiesto il sale del Tirolo, presumo servisse per la conservazione degli alimenti. Nello stesso periodo, intorno al 1300, fiorì la cittadina di Glorenza, l'unica fortificazione cittadina ancora intatta dell'Alto adige e la più piccola della regione, con la sua cinta muraria e la tipica via Portici. Subì poi incendi, uragani, inondazioni ma è giunta fino a noi come un gioiellino che vale la pena di visitare. Nel piccolo centro dai palazzi antichi, dove si celano moderne pasticcerie, troviamo un turismo insolito, che ci aspetteremmo di vedere nella più grande Venezia: oltre agli europei, indonesiani, africani e indiani alla scoperta della storia di questa valle alpina.
01-Antica abitazione a Glorenza01-Antica abitazione a Glorenza
02-Particolare di torre a Glorenza02-Particolare di torre a Glorenza
03-Stemma su facciata a Glorenza03-Stemma su facciata a Glorenza
04-Portici a Glorenza04-Portici a Glorenza
05-Via tipica a Glorenza05-Via tipica a Glorenza
Da Glorenza facciamo un salto anche in val Monastero, la valle che si trova appena dopo Tubre, al confine con la Svizzera. A monte dell'abitato è possibile salire a visitare le rovine del castello Rotund. E' davvero antico, fu costruito nel 900. Posto a 1500 metri di altezza è una delle fortificazioni più elevate della regione, assieme al castello Reichenberg che si trova poco più sotto. Dalle loro postazioni si controllava l'accesso alla valle. Abbiamo trovato parcheggio nel maso appena sotto le rovine, dal quale con un brevissimo sentierino si sale al castello. Nostri ciceroni sono state le capre della fattoria che hanno deciso di accompagnarci fin sotto la torre. Anche se non vestiamo i lunghi abiti medievali sembriamo una coppia di pastori attorniati dal gregge, ma dopo una breve e innocua discussione con il capo dalle lunghe corna le abbiamo convinte a farsi da parte per brucare altrove. Dal punto di osservazione sul terrapieno si ha effettivamente una grande visuale sul fondovalle, oggi interessato non da scorribande ma da un fitto transito veicolare...
06-La Val Monastero vista da castel Rotund06-La Val Monastero vista da castel Rotund
07-Panorama da Castel Rotund 07-Panorama da Castel Rotund
08-La torre di Castel Rotund 08-La torre di Castel Rotund
09-Castel Rotund a Tubre09-Castel Rotund a Tubre
10-Impianti di irrigazione in val Monastero10-Impianti di irrigazione in val Monastero
L'ultima visita è dedicata alla cittadina di Malles. Anch'essa, come Curon, confina con due stati esteri, l'Austria e la Svizzera. Già citato ai tempi dei romani, il paese era una stazione di cambio posta lungo la via Claudia Augusta. Il suo sviluppo, come per Glorenza, è stato legato alla posizione lungo la via di collegamento col Tirolo. Delle sette torri che adornavano la città, a tuttoggi ne ammiriamo cinque. Una passeggiata nel centro, una degustazione di gelato all'ombra di un grande albero è quello che ci vuole per un giorno diverso, lontano dai sentieri ma a contatto con il passato. Nei borghi storici e castelli della zona vengono effettuate manifestazioni di rievocazione storica in costume: quale location migliore?
11-Edifici storici a Malles11-Edifici storici a Malles
12-Il campanile di Malles12-Il campanile di Malles
13-Le torri di Malles13-Le torri di Malles
14-Scorcio del paese di Malles14-Scorcio del paese di Malles
Commenti
A cura di
Scegli una zona
Ricerche
In evidenza
Ultimi postIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva