il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 98 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_7656
    Anello del lago di Bordaglia da Pierabech
    Alpi Carniche
  • IMG_7651
    Anello del lago di Bordaglia da Pierabech
    Alpi Carniche
  • IMG_5206
    Anello del lago di Bordaglia da Pierabech
    Alpi Carniche
  • IMG_5171
    Anello del lago di Bordaglia da Pierabech
    Alpi Carniche
  • IMG_5166
    Anello del lago di Bordaglia da Pierabech
    Alpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNaturaA18

Anello del lago di Bordaglia da Pierabech

Avvicinamento

Da Villa Santina si risale la val Degano lungo la statale n.355 attraversando in successione Ovaro, Comeglians e Rigolato. Oltrepassato anche Forni Avoltri, immediatamente dopo il ponte sul torrente Degano, si lascia la strada principale per piegare a destra verso Pierabech. Percorsi circa due km si parcheggia lungo la strada, poco dopo lo stabilimento delle acque minerali (m 1075, comodi spiazzi sui due lati).

Descrizione

Questa descrizione e la relativa scheda di approfondimento sono disponibili nel volume I Sentieri dell'Acqua
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Agosto
Carta Tabacco
01
Dislivello
1000
Lunghezza Km
14,8
Altitudine min
1039
Altitudine max
2005
Tempi
Dati aggiornati al
2015
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 22/07/2016 Oggi 22/07 fatto tutto l'itinerario in senso antiorario e devo dire che � stupendo. Bella la mattinata, giunto al lago di Bordaglia ho pure fatto il bagno era cos� invitante (1750 slm). Poi sconfinato in Austria x rientrare e fare un pezzo di ghiaione a strapiombo sul lago appena menzionato. Ritorno fatto nel versante opposto con la pioggia che non ha rovinato la bellezza del momento. Si scende fino al Rio Fleons dove � possibile gustare da una fontanella in anteprima la famosa "Goccia di Carnia". Ho condiviso questa bella giornata con il mio amico Stefano S. A lui devo la scelta dell'itinerario. Buona montagna a tutti.
  • 08/07/2016 Salito oggi. Tutto il percorso è perfettamente percorribile e non presenta alcun problema. Unica nota; il tratto finale del sent. 141 (scorciatoia per il parcheggio) viene segnalato come dismesso in quanto le acque del rio Fleons hanno spazzato via il ponticello. Sono passato ugualmente grazie un'improvvisato ponticello di legname.Buona vita a tutti
  • 16/04/2015 Salito ieri 15 aprile.Non mi sofferemerò sulla bellezza del percorso ma piuttosto sul tipo di neve che ho dovuto AFFRONTARE dopo casera sissanis di sopra. Non avevo portato via le cjaspe perchè mi immaginavo una realtà diversa.Invece la neve si è presentata del tipo molle e a quasi ogni passo sprofondavo fino all'inguine con tutte le difficoltà correlate.Ho provato a salire in parallelo sul versante soleggiato del monte chiastronat, ma oltre alla ripidezza per prendere quota, ho dovuto attraversare tre slavine.Insomma , 75 minuti da sissanis di sopra alla sella. La discesa verso bordaglia presenta meno neve ma in cambio è poco segnalata. Sono andato più a memoria. Tra cas.bordaglia di sopra, e si sotto , il sentiero è molto cambiato causa franamenti , alberi caduti e segnali radi ( forse coperti da neve o crollati con gli alberi). Però intuitivo perchè si deve sempre scendere seguendo l'andamento del vanalone.E' stata la prima volta che l'ho fatto in invernale e devo dire che è MOLTO meglio in versione estiva.Buona vita a tutti
  • 21/07/2014 Ciao a tutti ieri partendo dallo stabilimento della goccia di Carnia, son partito verso il lago di Bordaglia passando per la casera di bordaglia di sotto e poi la casera di bordaglia di sopra, sentiero in perfette condizioni, il lago come sempre uno spettacolo da vedere, completa assenza di neve. Giornata piacevolissima.
  • 14/07/2014 Bellissima escursione, fatta tra 12-13 luglio 2014 con pernottamento presso C.ra Bordaglia di Sotto (attrezzati con tende igloo. Parcheggio a Pierabech poco prima della cava di marmo, anello percorso in senso orario. Dopo la stretta di Fleons (fonte d'acqua potabile), si consiglia di raggiungere M.ga Fleons (vista suggestiva su imponenti pareti rocciose, numerose mucche, alcuni lavori in corso per sistemazione, no vendita formaggi). Dopo la malga, numerosi ruscelli da guadare, acqua abbondante, diversi alberi crollati per la neve. Dopo i ruderi di C.ra Sissanis si sopra, alcune interruzione del tracciato per cospique slavine di neve non ancora sciolta, mista a terra e detriti. Non impediscono di ritrovare il tracciato,ma il superamento è disagevole per l'abbondante fanghiglia. Splendide viste su lago Pera e lago Bordaglia, lunghi tratti di percorso davvero incantevoli per la presenza di ruscelli e ricche fioriture. Diverse marmotte avvistate nei pressi del passo Giramondo. A C.ra Bordaglia di Sopra diversi asini e muli liberi e molto affamati, sorgente d'acqua 200 m sotto la casera. A C.ra BOrdaglia di Sotto, Lavatoio al centro del tamer con acqua potabile, piccolo ricovero spartano, un vano con tavolino, panca e poche sedie e lavandino, un altro vano con poche brande. Impianto di illuminazione presente ma non funzionante. Tettoia con tavoli e panche davanti all'edificio principale della casera. Quest'ultimo trovato PER CASO aperto per la presenza di operai addetti alla manutenzione e sfalcio dell'erba (gentilissimi, ci hanno offerto riparo in seguito ad un fortissimo temporale improvviso).
  • 15/09/2012 Percorso che ho prolungato fino al Giramondo. Percorrendolo in senso orario lo trovo molto piacevole, ben segnalato, vario di vegetazione, fauna e panorami. Vista dall'alto del lago di bordaglia che sempre affascina. Molto bello anche il percorso che da sul rio Bordaglia (alla fine del giro) del quale non conoscevo l'esistenza. Vedi?! Sempre rifare i sentieri.....si scoprono cose nuove, sempre!
  • 05/11/2011 Percorso il 01/11/2011. Non c'è niente di diverso rispetto a quello segnalato nel sito. Aggiungo, ma è già stato detto, che da sella Sissanis in poi ci sono delle tabelle esplicative riguardo a fatti dellla Grande Guerra. Volendo da sella Sissanis è possibile salire, senza grossissime difficoltà, alla cima del monte Navagiust in circa 45 minuti per un vecchio sentiero di guerra. L'unica cosa da tener presente è che arrivati sotto il cocuzzolo bisogna aggirarlo passando sotto delle pareti rocciose (resti di guerra) e si sale per il versante opposto. Non sono passato per passo Giramondo ma dal laghetto sotto la sella Sissanis sono salito sulla Quota Pascoli e ridisceso al laghetto sono sceso alla casera Bordaglia di sopra per il sentiero diretto.
  • 08/09/2011 Anello percorso sabato 3 settembre: il clima perfetto, sole ma non caldo eccessivo, venticello in quota. La salita è semplicemente stupenda: dal bosco più basso, alla stretta di Fleons, per arrivare in fine a Quota Pascoli dove la vista è qualcosa di meraviglioso. Vedere il Volaia da questo versante è proprio emozionante.Neo dolente: la salita a passo Giramondo, attreverso il percorso sul ghiaione, è stata davvero insidiosa, se non proprio rischiosa. La sconsiglierei a chi non ha un allenamento più che buono. La discesa passando per la Casera Bordaglia di Sopra non è stata altrettanto semplice: sentiero mal segnalato. Ci siamo persi. Abbiamo evitato di scendere al Lago Bordaglia, eravamo troppo stanchi e snervati dal sentiero secondo noi per nulla semplice, del ritorno. Dopo Casera Bordaglia di Sotto, anche se il peggio sembrava passato, il sentiero è davvero molto più lungo di quanto sembra dalla Carta Tabacco, per non parlare dell'ultimo tratto nel bosco, tra piccoli sassi e massi più grossi spesso scivolosi. Insomma la discesa è stata una sofferenza totale. A chi è meno allenato o si fa scoraggiare, consiglio di scendere (dallo stessa parte da cui si è saliti passando per la chiusa di Fleons).Comunque un sentiero che merita davvero!
  • 22/06/2011 Ancora una volta ho percorso questo itinerario. C'è chi dice che facendolo contrario è meno faticoso. Io l'ho fatto in entrambi i modi e devo dire che quello presente sul sito è quello che più mi da emozioni ed entusiasmo. L'arrivo a sella Sissanis, con la vista del laghetto pera, è qualche cosa di veramente emozionante.La zona è stata ora munita di varie tabelle con foto e descrizioni dei combattimenti avvenuti. Fate un salto a vedere anche il Passo Val d'inferno vi si presenterà una bella visione dei monti austriaci verso nord-ovest- salite anche su quota pascoli ove c'è un cippo in ricordo di un bersagliere di ravenna, caduto in difesa della quota. Insomma, salite da dove volete, ma salite quassù.Buona vita a tutti
  • 17/08/2010 Buon giorno a tutti, la scorsa settimana ho avuto il piacere di fare questa escursione e vorrei segnalare a chi fosse interessato che arrivati a sella Sissanis è visibile un sentiero non segnato che porta verso il monte Novagiust(ho letto che è una vecchia mulattiera). Percorrendo questo sentiero, almeno parzialmente perché poi diventa impegnativo, si ha una visuale a mio parere molto suggestiva dell'area e che mi è piaciuta moltissimo. Non ho incontrato particolari difficoltà nel percorrerlo ma, come sottolineato, ad un certo punto secondo me diventa impegnativo.
  • 07/07/2010 salve a tutti. sarei intenzionato a raggiungere questo lago, munito di tenda per passare una notte all' aria aperta. C sono altri sentieri per arrivare al lago o questo è l' unico? non sono molto esperto e non vorrei fosse troppo complicato.. grazie, attendo possibili risposte
  • 23/02/2010 bundi qualcuno di voi ha fatto l'anello del bordaglia d'inverno
  • 14/09/2009 concordiamo con girardo mauro, percorrere l'anello in senso opposto a quello proposto a noi è sembrato meno faticoso, inoltre, come afferma manu-vrs l'escursione non presenta grandi difficoltà. Abbiamo affrontato il giro il 24 agosto 2009 (giornata stupenda) e l'unica cosa negativa che vorremmo segnalare è che sul sentiero dalla sella Sissanis alle omonime casere non appare mai il numero di segnavia 142 ma, anzi, più volte appare il nr. 403, probabile indicazione di segnavia austriaci che crea qualche confusione. Buona gita a tutti.
  • 16/04/2009 non lo descriverei così impegnativo. Per un escursionista anche senza troppe pretese non vedo grandi difficolta.Ma questo è solo il mio parare. Ciao a tutti e buona montagna!Io non vedo l'ora di ritornarci!
  • 07/03/2008 intendevo che concordo con girardo mauro
  • 07/03/2008 concordo: il tratto tra casera Bordaglia di Sotto e casera Bordaglia di Sopra è piuttosto impegativo da fare in discesa, per un principiante. me ne sono accorto l'ultima estate, quando ci sono stato, un po' all'avventura a dir il vero, ma almeno per la scelta da dove salire ci ho azzeccato. poi, arrivato al lago di quota Pascoli l'indicazione del sentiero austriaca mi ha fuorviato e ho preferito scendere per lo stesso percoso, visto che mancava poco al tramonto. e da lì mi sono accorto dell'impegno per scendere quel tratto tra le due casere, per un principiante affaticato dall'escursione.
  • 09/08/2007 una bella escursione,panorama molto bello.Vivo in Francia ma sono di Piano d'Arta ee vengo ogni anno in vacanza nella nostra bellissima regione.Ciao a tutti e felicitazione per questo sito magnifico.GrazieDanou
  • 15/07/2006 l'anello è molto bello ed offre viste panoramiche. Meglio farlo nel senso da voi proposto per godersi il lago in tranquillità sulla strada del ritorno. Resta un pò noiosa la mulattiera lunga ed interminabile che dal lago riporta alla cava. Ciao a tutti!
  • 07/08/2005 secondo me è meno faticoso percorrere l'anello in senso inverso a quello da voi proposto
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • Scorcio su Lago Bordaglia e P.sso Giramondo
    30/06/2016 Scorcio su Lago Bordaglia e P.sso Giramondo
  • larice,sullo sfondo Creta di bordaglia
    07/07/2012 larice,sullo sfondo Creta di bordaglia
  • Casera Bordaglia di sotto. . . mauri_maf@yahoo.it
    24/12/2010 Casera Bordaglia di sotto. . . mauri_maf@yahoo.it
  • Casera Bordaglia di sopra. . . mauri_maf@yahoo.it
    24/12/2010 Casera Bordaglia di sopra. . . mauri_maf@yahoo.it
  • Lago Bordaglia. . . pier.clxi@alice.it
    17/10/2010 Lago Bordaglia. . . pier.clxi@alice.it
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Ovaro
  • Webcam Sappada
  • Webcam Ravascletto
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva