il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 199 ospiti - 4 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_3511
    Val Bartolo da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_3501
    Val Bartolo da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_3516
    Val Bartolo da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_3509
    Val Bartolo da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_3497
    Val Bartolo da Camporosso
    Alpi Giulie
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Val Bartolo da Camporosso

Avvicinamento

Percorrendo la statale 13 Pontebbana, nel tratto compreso tra Camporosso e Tarvisio, giunti alla rotonda si seguono le indicazioni per Camporosso e poi per l'hotel Bellavista. Superato il sottopasso ci si innesta a destra in via Sella seguendo poi le segnalazioni CAI fino alle ultime case dove si può parcheggiare poco prima che la strada diventi sterrata (m 800, segnavia CAI n.509). In caso di forte innevamento risulta difficile parcheggiare nel punto indicato ed allora conviene ritornare indietro e lasciare l'auto in via Sella.

Descrizione

La rotabile che sale ai Prati di Bartolo costituisce in inverno una ottima occasione per intraprendere la facile passeggiata che porta alla celebre radura. Il dislivello minimo e la modesta pendenza, assieme al fatto che spesso la strada è battuta dagli automezzi, portano diverse persone a raggiungere in inverno le baite con le ciaspe o gli sci. Difficile quindi essere da soli alla testata della valle, soprattutto quando, dopo una bella nevicata, l'ambiente diviene quasi fiabesco con la grande distesa bianca punteggiata di stavoli e alberi carichi di neve. L'escursione ha inizio lungo la pista che da Camporosso si porta all'imbocco della val Bartolo passando a ridosso di una scarpata rocciosa e friabile. Un paio di targhe in alto sulla sinistra ricordano i combattimenti del 6 e 7 ottobre 1813 che videro impegnati i Cacciatori da Campo austriaci contro le truppe di Napoleone. Il corridoio iniziale si trova in ombra per gran parte della giornata invernale e, grazie anche all'umidità del vicino torrente, si trova immerso in una atmosfera fredda e cristallina. Con una marcata ansa la pista si orienta decisamente verso nord, sempre affiancata dal greto del rio Bartolo. Un primo ponte ci porta sull'altro lato della valle a percorrere un lungo rettilineo che ci fornisce l'occasione per dare uno sguardo più attento alla vegetazione arborea. Stiamo camminando all'interno di un bosco di faggio e abete rosso mentre sulle pendici più friabili si sviluppa una rada pineta a pino nero, pino silvestre e mugo. La strada si riporta ancora sulla destra orografica nel punto in cui la valle si rinserra tra alti pinnacoli rocciosi. Gli stessi nomi degli impluvi che scendono dai due versanti, rio Malo e rio Dirupo, la dicono lunga sulla natura friabile e tormentata di questi versanti. A quota 935 (cartello CAI) si nota sulla destra l'imbocco del sentiero per sella Canton mentre alla nostra sinistra sale una mulattiera rovinata risalente al periodo tra le due Guerre. A tale proposito, come in molti altri luoghi del Tarvisiano, le rupi circostanti celano ancora le vestigia delle opere difensive del Vallo Alpino. La strada riprende quota curvando leggermente per affacciarsi infine sul grande ripiano dei prati del Bartolo, disseminato di baite e fienili. Tralasciando le diramazioni laterali si inizia così il lungo rettilineo che conduce alla parte alta della valle: in passato la strada era diversa e passava tortuosa tra le baite ed i fienili. Questi erano abitati solo stagionalmente per alcune settimane a partire da luglio e fungevano da base per i grandi lavori di sfalcio che interessavano tutta la famiglia. Ai nostri giorni questa tradizione rimane nella festa che si tiene alla fine di agosto quando gli stavoli si ripopolano di autoctoni e turisti. Raggiunto il lembo più settentrionale della grande radura, dove in estate i prati si fanno acquitrinosi, la pista si alza e disegna una larga ansa verso destra portandosi alla boscosa sella di Bartolo (m 1175), posta sul confine di stato con l'Austria. Qui sul passo transita il segnavia n.403 della Traversata Carnica ma per noi è giunto il momento di invertire la direzione e rientrare a Camporosso seguendo il medesimo itinerario.
Escursione
Mese consigliato
Gennaio
Carta Tabacco
019
Dislivello
300
Lunghezza Km
13,4
Altitudine min
800
Altitudine max
1175
Tempi
Dati aggiornati al
2013
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 16/01/2014 Anche oggi ci siamo lasciate alle spalle l’umido grigiore del fondo valle per andare incontro ad una bella giornata di sole e ci si era messa contro anche la sbarra del telepass rifiutandosi di cederci il passo. Si inizia camminare lungo la pista con le ciaspe appese allo zaino, terreno ghiacciato e attenzione a non scivolare; finalmente, ai campi di Bartolo, possiamo indossare le ciaspole, le nostre impronte si mescolano a quelle numerose dei caprioli, gli unici ad aver già attraversato quei morbidi prati, neve soffice, farinosa, asciutta, il silenzio è interrotto solamente dal tonfo della neve che cade dai rami. A Sella Bartolo si reintegrano le energie perse, oggi niente biscotti, sedute osserviamo il gioco delle nuvole che cominciano a ingrigire il cielo, ma è per poco, ricompare subito il sole.Piacevolissima discesa, scorribande sui prati mentre il tepore ha fatto ammorbidire il ghiaccio della pista, il canto delle acque limpide del torrente Bartolo accompagna le nostre chiacchiere.
  • 12/01/2014 Domenica 12-01-2014 splendida giornata di sole e temperatura primaverile. Il percorso molto facile e sicuro è adatto anche con bambini a seguito. Da Camporosso fino al divieto di transito posto sulla rotabile che porta in val Bartolo assenza completa di neve. Dal ripiano di val Bartolo a sella Bartolo neve ghiacciata (circa 10/15 cm). Panorama fiabesco.
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • i campi di Bartolo
    16/01/2014 i campi di Bartolo
  • erosioni lungo la rotabile
    16/01/2014 erosioni lungo la rotabile
  • in arrivo ai campi di Bartolo
    16/01/2014 in arrivo ai campi di Bartolo
  • Presso Sella Bartolo
    16/01/2014 Presso Sella Bartolo
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
Webcam più vicine
  • Webcam Acomizza
  • Webcam Florianca
  • Webcam Monte Forno
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva