il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 114 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_6214
    Monte Acomizza dalla Valle di Ugovizza
    Alpi Carniche
  • IMG_6151
    Monte Acomizza dalla Valle di Ugovizza
    Alpi Carniche
  • IMG_6133
    Monte Acomizza dalla Valle di Ugovizza
    Alpi Carniche
  • IMG_6219
    Monte Acomizza dalla Valle di Ugovizza
    Alpi Carniche
  • IMG_6198
    Monte Acomizza dalla Valle di Ugovizza
    Alpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Monte Acomizza dalla Valle di Ugovizza

Avvicinamento

Da Ugovizza, raggiungibile percorrendo verso nord la statale 13 Pontebbana oppure utilizzando l'autostrada A23 fino all’uscita di Valbruna, si imbocca la rotabile che risale il vallone omonimo. Si rimontano alcuni larghi tornanti entrando poi nel solco del vallone che in breve si fa stretto e incassato. Oltrepassata la deviazione a sinistra per la Val Rauna, si arriva al bivio sulla destra in corrispondenza dell'imbocco della val Filza dove si può parcheggiare (m 1044, divieto di transito).

Descrizione

La salita al monte Acomizza dal versante della Val Filza è una escursione piuttosto lunga che, nel periodo invernale, è meglio affrontare quando la rotabile che sale da Ugovizza è percorribile dagli automezzi. La pista che sale alla Rotonda è stata recentemente asfaltata e talora viene anche ripulita dalla neve (almeno parzialmente), ma è sempre meglio informarsi preventivamente. La webcam di malga Acomizza è puntata proprio sulla parte conclusiva del percorso e può dare una buona idea sullo stato dell'innevamento. Due sono le piste che si dipartono dal fondovalle: la nostra è quella che sale a sinistra mentre l'altra costeggia lungamente il rio servendo le malghe alte della val Filza e l'agriturismo di Gacceman. Si sale così in diagonale nella pineta entrando dopo poco nel solco di una valletta secondaria che ospita alcune casere circondate da ampie radure ed una piccola cappelletta. Intersecato il solco di un torrente, la pista si riporta sulla destra orografica della val Filza, contornando lungamente la quota 1412. Dalle schiarite del bosco, si possono ora intravedere gli stavoli di Gacceman adagiati in posizione favorevole sull'altro lato della valle e anche la radura della casera Filza Alta. Poco più avanti, sopra il tubo di una fontana con vasca, si riconosce la data del 1939 mentre ai bordi della strada l'occhio cade sui tronchi dei pini silvestri, segnati dalle caratteristiche screpolature. Nei pressi dell'ultimo tornante, a quota 1540, la visuale si apre anche sulla nostra meta ed anche il profilo delle Giulie italiane inizia lentamente a delinearsi sopra le chiome degli abeti. A quota 1597 la strada giunge ad un ripiano (La Rotonda) che da qualche tempo ospita una cappelletta dedicata a Sant'Uberto: il luogo è molto panoramico e può costituire già la meta di una appagante escursione. Qui giunge anche il segnavia CAI n.507a che proviene dal fondovalle e che ora seguiremo a destra per ultimare il nostro percorso. Seguendo esattamente il filo del crinale che unisce questa località alla cupola del monte Acomizza, ci si allontana verso est lungo la stradicciola che ne asseconda tutte le ondulazioni. Oltrepassate le ultime macchie di conifere, dopo una piccola contropendenza il segnavia raggiunge la malga Acomizza (m 1712), recentemente ristrutturata ma chiusa. A questo punto manca solo un centinaio di metri per arrivare in vetta, ma è necessario valutare attentamente lo stato e la consistenza del manto nevoso. Dalla malga è possibile raggiungere direttamente la cima rimontando il ripido crinale oppure aggirare a destra il monte e salirlo dal versante meridionale, meno acclive. La vetta del monte Acomizza (m 1813) ci attende con la sua piccola croce ed il cippo confinario assieme a un magnifico panorama che abbraccia tutto il settore nordorientale delle Alpi friulane.
Per il ritorno utilizzeremo lo stesso itinerario.
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Dicembre
Carta Tabacco
019
Dislivello
800
Lunghezza Km
17,3
Altitudine min
1036
Altitudine max
1813
Tempi
Dati aggiornati al
2013
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 28/10/2016 salito ieri, partendo dalla zona del vecchio nordio. seguito sent.507 fino sella pleccia. Poi il sent.508 fino all'achomitzer alm e quindi a vista sull'acomizza. Il dislivello si riduce a 600 mt.circa risparmiando tempo che ho dedicato ad ammirare i meravigliosi colori autunnali, salire a Madonna della neve, sul gozman per poi rientrare con il sent.507 alto, verso il nuovo rif. nordio ( in corso i lavori di ripristino dopo l'incendio )Buona vita a tutti
  • 02/12/2014 Per avere le immagini relative all'escursione vedi su Le vostre relazioni "Achomitzer Alm con le ciaspe" del 20-11-2013.
  • 24/12/2013 23/12/2013-Saliti ieri all'Acomizza partendo dalla valle di Ugovizza. La strada asfaltata è completamente stata liberata da neve fino alla Rotonda, da qui alla cima ci sarebbero state bene le ciaspe per un incedere più comodo. Dai 1500 metri di quota circa abbiamo superato le nubi e goduto di un caldo sole. La cima lascia scoperte chiazze di erba. Con l'avanzare delle ore anche le nubi si sono alzate ed è stato tempo di un doveroso dietro front. Buon Natale a tutti
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Acomizza
  • Webcam Florianca
  • Webcam Piani Montasio 2
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva