il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 83 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_0061
    Monte Santo di Lussari da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_0264
    Monte Santo di Lussari da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_0059
    Monte Santo di Lussari da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_0259
    Monte Santo di Lussari da Camporosso
    Alpi Giulie
  • IMG_0056
    Monte Santo di Lussari da Camporosso
    Alpi Giulie
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNaturaU32

Monte Santo di Lussari da Camporosso

Avvicinamento

Dalla statale 13 Pontebbana nel tratto compreso tra Camporosso e Tarvisio poco dopo la stazione della cabinovia, svoltare a destra lungo la strada che sale alla frazione di Lussari costeggiando un piccolo torrente. Giunti in vista delle prime case si lascia l’auto presso uno spiazzo per il parcheggio sulla destra (m 858).

Descrizione

Questa descrizione e la relativa scheda di approfondimento sono disponibili nel volume I Sentieri dell'Uomo
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Gennaio
Carta Tabacco
019
Dislivello
900
Lunghezza Km
10,2
Altitudine min
858
Altitudine max
1789
Tempi
Dati aggiornati al
2010
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 02/04/2016 Tornato oggi sul Lussari lungo il sentiero del pellegrino. Fatta più fatica del previsto a causa delle neve bagnata e pesante. Solito affollamento a mezzogiorno al borgo Lussari. Panorama oggi non eccezionale ma bisogna accontentarsi. Incrociati molti escursionisti lungo la via, in maggioranza austriaci. Mauro.
  • 05/03/2016 Ripercorso ieri, venerdì, per festeggiare il compleanno di un amico che nei giorni precedenti non sembrava tanto entusiasta del percorso proposto. Già al parcheggio, occupato da un'unica auto, sta riconsiderando la sua opinione complice il colore del cielo, il sole e la tanta neve, e la neve si sa, fa tornar bambini. Ciaspe subito ai piedi anche se la traccia c'è ma meglio metterle ai piedi che caricar peso sul groppone, si cammina bene, le ancone occhieggiano fra la neve lasciando intravedere la loro nuova veste, ridipinta da non molto. Poi iniziano a salire, sci ai piedi, chi lesto in lotta contro il tempo, chi con calma e chi ansimando e godendosi qualche sosta, saluti germanofoni, tanti, più rari i ciao ed i salve. C'è anche chi se la prende con l'escursionista che procede senza ciaspe od altro arnese ai piedi, accusandolo di “rovinare il sentiero”...Salita con tante soste per guardarsi intorno, il sole che gioca fra i rami provocando una pioggia di neve, ove possibile zigzagare per gioco e sprofondando..una festa...e poi alla sella attenzione ai sciatori che intersecano la strada, bambini come schegge...La vista dalla cima emoziona, limpido, terso, Lussari al caldo sotto la coltre di neve, solo un fil di fumo si leva
  • 21/02/2016 20/02/2016 Unico piccolo disagio, di una giornata da incorniciare, la difficoltà di parcheggiare ...la zona della Stazione di risalita presa letteralmente d'assalto dai colorati sciatori,occupando ogni spazio libero , e mandando al collasso pure il capiente ( P ). Riteniamo utili i ramponcini (anche per sicurezza) sebbene la pista battuta, ma a tratti scivolosa....inutili le parole per commentare la salita resa piacevole da stupendi squarci e curiose figure create dal candido e copioso spessore nevoso.Percorso faticoso e affollato da numerosi sciatori ed esc.premiati poi in cima da una visuale indescrivibile......rientriamo per lo stesso percorso gustando a pieno della magia di un paesaggio da favola. Mandi
  • 14/02/2016 Salito il 12/02/16 in notturna. La giornata non era delle migliori ma salire con la neve che ti fiocca intorno rimane comunque una bella esperienza :) Arrivato in cima, birretta veloce e poi giu di nuovo per il sentiero del pellegrino. Sia per salire che per scendere non ho avuto bisogno ne dei ramponcini ne delle ciaspe. Mandi!!!
  • 24/01/2016 Salita effettuata in notturna con una luna piena un cielo completamente libero da nuvole temperatura ideale assenza di vento inutile consigliabile avere i ramponcini per alcuni tratti ghiacciati e per quella poca neve presente sul sentiero del pellegrino la pila serve solo per vedere che l'orologio in partenza ore 19.30 e all'arrivo ore 22.00. Una buona cena da J..e (no pubblicità) con tanta allegra compagnia e poi si può tornare alle auto per lo stesso sentiero del pellegrino ...Buone notturne
  • 18/01/2016 Salito oggi 18.01, sulla via del Pellegrino. Neve battuta e solo due tratti ghiacciati, facilmente aggirabili, ramponcini non necessari, ciaspole tantomeno. Sentiero in ombra fino a malga Lussari, Cima del Cacciatore, obbiettivo del giorno, lo ammiro soltanto oggi, i -8 gradi si senton tutti. Però panorama stupendo, blu il cielo e bianco neve sulle cime, e che cime!Stupendo anche lo strudel del rifugio.
  • 03/01/2016 02.01.16 Saliti via sentiero del Pellegrino. Parecchi tratti ghiacciati che in salita non ci hanno dato grossi problemi ma in discesa, dopo alcuni scivoloni, ci hanno costretto ad indossare i ramponcini... Sempre bello il borgo e la chiesetta sul Lussari, peccato solo per gli impianti di risalita e per il traffico degli sciatori. Poca neve.
  • 01/04/2015 ho percorso il sentiero domencia scorsa, a scanso di equivoci penso sia corretto precisare che i tempi di percorrenza indicati comprendono andata e ritorno. Seguendo le indicazioni CAI per salire da Camporosso ci ho impiegato circa 2.20 in tranquillità, la discesa richiede invece 1.30/1.40.
  • 07/07/2014 Escursione fatta sabato 05 Luglio .Parcheggiato l'auto nei pressi della Cabinovia di Camporosso,mi sono diretto verso il piccolo borgo Lussari e dopo aver superato le poche case, ho iniziato a salire la “Via Del Pellegrino”(indicazioni ben segnalate). Sebbene abbia un buon grado di preparazione fisica, devo dire che questi 10 Km tutti in salita e tornanti sono veramente "tosti". Il sentiero, nonostante le abbondanti piogge dei giorni scorsi è in buone condizioni , ben marcato e in certi tratti regala anche emozioni... Lungo la “Via” si possono notare le famose “Edicole Della Via Crucis”,tappe di tantissimi Pellegrini, tante specie floreali e se avete la fortuna di non trovarvi sulla “Via” comitive chiassose , il Silenzio è padrone .Circa due ore dopo, con alle spalle 800 mt. di dislivello ,sbucando dal bosco si arriva alla Malga Lussari (fermatevi,ne vale la pena).Da qui,ancora 200 mt in salita, poi si arriva al Monte Santo di Lussari...e questa Meraviglia vi farà dimenticare tutta la fatica.
  • 17/03/2014 Lussari due mesi dopo ... Salito oggi per una ciaspolata lungo la Via del Pellegrino. Rispetto a due mesi fa, c'è molta più neve e molti alberi schiantati lungo il sentiero. Diverse edicole della via crusis sono quasi completamente sommerse dalla neve. Nonostante il giorno feriale e complice il tepore primaverile, a mezzogiorno il borgo Lussari era affollato. Panorama sui monti circostanti da cartolina. Mauro.
  • 11/03/2014 L’idea odierna era di ciaspolare lungo la Val Filza ma mi sono intestardita a cercare l’inizio del percorso in via Sorgenti, ove neve accumulata e alberi schiantati non portavano a nulla, ripiegato per la via del pellegrino, ottimo “ripiego” considerata la splendida giornata e quel che conta la mancanza dell’affollamento domenicale. Oggi la cima era deserta, gradita sosta al sole in compagnia del caffè e fra i più disparati “profumi”: dal fumo al ragù…..L’ancor ottima neve ha consentito una veloce discesa
  • 23/02/2014 Centinaia di pellegrini oggi lungo il sentiero del pellegrino, i piedi indossano abiti diversi, incontri inaspettati in questa tiepida giornata dal cielo turchino, magia della neve che riesce a far camminare in solitudine fra la moltitudine che sale o che scende.
  • 12/01/2014 Per la prima escursione del 2014, dopo quasi un mese di forzata inattività, ho scelto un classico da salire con le ciaspole. Ho trovato la neve dura, a tratti ghiacciata. Oggi c'era la folla al Borgo Lussari e anche lungo tutto il sentiero del Pellegrino, ma la giornata stupenda meritava senz'altro una salita. Mauro.
  • 07/07/2013 Salito ieri sul sentiero del pellegrino, e' carino anche se affollato, peccato solo per la nuova seggiovia "alla malga" che passa proprio sopra alla strada e secondo me rovina il panorama e il silenzio quando sara' in funzione. Per il resto la vista dal borgo e' sempre incantevole
  • 13/04/2013 Dopo qualche mese in cui mi sono limitato a salire sui monti intorno a Gorizia, oggi finalmente ho rifatto una salita "seria", scegliendo come meta per provare le nuove ciaspole il monte Lussari, lungo il classico sentiero del pellegrino. Lungo tutto il sentiero c'è ancora molta neve, in alto più morbida, l'ideale per usare le ciaspole. Come sempre, ho incontrato parecchi austriaci che scendevano o salivano e verso mezzogiorno, sul Borgo Lussari, c'era un tepore primaverile che, data anche la calma di vento, invitava a stare all'aperto. Inutile citare il superbo colpo d'occhio sulle cime corcostanti ancora abbondantemente innevate, che da solo merita una salita. Mauro.
  • 24/03/2013 Convinto di trovare un Lussari meno affollato approfitto di un venerdì terso come pochi… Sconsigliato dal percorrere strada o sentiero da Valbruna per le recenti nevicate opto per la classica salita del pellegrino..incrociando oltre una quarantina di scialpinisti austriaci (evidentemente erano già iniziate le vacanze). Ove battuto, salire il "troi" coi ramponi è piacevole e rapido ma se non avessi dovuto scendere in funivia con il babbo forse erano meglio le ciaspe visto che la neve arriva alle ginocchia in tratti del sentiero non battuti… Giornata splendida. Scioccante la nuova seggiovia del Prasnig proprio dove un anno fa mi sono perso per mezz’ora a sorridere e fotografare una meravigliosa selva di ellebori neri... (22.03.2013)
  • 24/12/2012 Sono salito varie volte sul Lussari ma sempre d'estate, oggi ho voluto provare una salita invernale, approfittando anche della giornata ideale, data la condizione meteo di inversione termica. Il percorso del Pellegrino è coperto da neve compatta che, nella parte bassa del sentiero, in vari punti è diventata ghiaccio ma, con un po' di attenzione si passa anche senza bisogno di ciaspe o ramponi. C'era un bel sole oggi ad accogliere i visitatori del Borgo Lussari e la vista sulle montagne circostanti innevate era da cartolina. Mauro.
  • 03/09/2011 con tutta onestà questo sentiero del pellegrino, di cui tanto si parla, è piuttosto stucchevole. Strada forestale, chiusa nel bosco con panoramica zero, e marcata pendenza.... non mi è per nulla piaciuto. Certo, poi lassù è meraviglioso, ma secondo me non vale la pena. Meglio salire con la cabinovia e dirigersi poi su cima del cacciatore.Buona vita a tutti
  • 06/01/2011 escursione fatta il 29.12.2010 in una fredda ma stupenda giornata di sole,parecchia gente sopratutto scialpinisti,saliti senza ciaspe sentiero ben battuto,panorama estesissimo, stupendo sulle giulie, da solo vale tutta la camminata.buone montagne a tutti
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • la Croce ed il blu
    05/03/2016 la Croce ed il blu
  • Panoramica dal Monte
    21/02/2016 Panoramica dal Monte
  • Panoramica del Monte Lussari
    21/02/2016 Panoramica del Monte Lussari
  • Lungo il sent. del Pellegrino
    21/02/2016 Lungo il sent. del Pellegrino
  • ...Paradiso in terra
    07/07/2014 ...Paradiso in terra
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
SentieriNaturaTV
Webcam più vicine
  • Webcam Florianca
  • Webcam Acomizza
  • Webcam Piani Montasio 2
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva