il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 143 ospiti - 1 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_3342
    Anello di Micottis da Vedronza
    Prealpi Giulie
  • IMG_3353
    Anello di Micottis da Vedronza
    Prealpi Giulie
  • IMG_3379
    Anello di Micottis da Vedronza
    Prealpi Giulie
  • IMG_3350
    Anello di Micottis da Vedronza
    Prealpi Giulie
  • IMG_3376
    Anello di Micottis da Vedronza
    Prealpi Giulie
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Anello di Micottis da Vedronza

Avvicinamento

Da Tarcento risalire la Val Torre fino a Vedronza lasciando l’auto sulla destra, davanti alla sede comunale (m 328, ampio spiazzo davanti all’edificio).

Descrizione

Dal parcheggio i cartelli indicatori ci guidano ad imboccare via Tuniz costeggiando il rio Malischiac lungo un rettilineo asfaltato che termina in un piazzale con rotonda. Il percorso prosegue su strada bianca in leggera salita costeggiando la sinistra orografica del torrente. In breve si perviene ad un crocevia presso un rudere dove la strada compie una marcata ansa per assecondare la confluenza del rio Lastra. Seguendo i numerosi segnavia bianchi e gialli si supera il ponte ed un vecchio stavolo oltre il quale il cammino si ricollega alla valletta del rio Malischiac. Il piccolo corso d’acqua ha scavato il substrato roccioso mettendo allo scoperto lastre orizzontali che formano cascatelle. Sui bordi del rio si osserva in abbondanza la lingua cervina una delle poche presenze verdi nel sottobosco invernale. La mulattiera compie poi un tornante allontanandosi dall’alveo ed inoltrandosi in un boschetto di castagno e roverella.
Con pendenza poco più marcata ed un paio di piccole svolte si perviene al borgo di Micottis dove ritroviamo la strada asfaltata che sale da Lusevera. Qaulche bollo bianco ci guida lungo la scalinata di fronte che sale ad una strada più a monte (ancona con campana). Si passa quindi a fianco di una ultima abitazione oltre la quale riprende la salita. Il tratto successivo rappresenta l’unico punto di salita un poco più ripida ma in breve la pendenza si appiana. Prima di rientrare nel bosco abbiamo l’occasione di dare uno sguardo alla dorsale del monte Postoucicco ed allo stretto intaglio di forcella Dolina. La mulattiera, ora spesso orlata da muretti a secco, traversa un pendio boscato poi, oltrepassata una dorsale, cala dolcemente fino a toccare la strada asfaltata che unisce Micottis a Villanova.
Si piega a destra lungo la rotabile ritornando verso Micottis per poco meno di un km. In corrispondenza dell’ansa di quota 571, prestare attenzione alla carrareccia che si stacca sulla sinistra (segnalazioni). La pista scende moderatamente disegnando alcune anse quindi inzia il lungo traverso necessario ad assecondare la valletta del rio Lastra ed altri piccoli impluvi. Si prosegue in falsopiano fino a raggiungere una dorsale dove la strada si orienta finalmente nella giusta direzione e prende a scendere con maggiore decisione all’interno del bosco. Qualche schiarita tra gli alberi lascia intravedere il campanile di Lusevera e la dorsale orientale del monte Briniza. Ancora due piccole svolte e ci si ritrova all’incrocio presso il rio Malischiac dal quale, per lo stesso itinerario dell’andata, si rientra a Vedronza.

Avvertenze

L'itinerario proposto utilizza le segnalazioni dei percorsi circolari della Alta Val Torre al cui sito si rimanda per ulteriori approfondimenti.
Escursione
Mese consigliato
Gennaio
Carta Tabacco
026
Dislivello
300
Lunghezza Km
11
Altitudine min
328
Altitudine max
656
Tempi
Dati aggiornati al
2013
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 04/02/2016 Per impiegare bene la giornata parto da Vedronza, con già un'ideuzza che frulla e si matura lungo la pista che sbuca a Micottis: prendere due piccioni con la solita misera fava che in questo caso significa unire a questo giro anche la salita al monte Tanarobo che inizia proprio nei pressi dell'ancona con campana. Al ritorno a Micottis riprendo dove avevo interrotto salendo dietro al'ultima casa, breve tratto d'asfalto e ancora forestale fino al punto di partenza attenta a non calpestare bucaneve e crochi, pervinche e tenere farferugini.Alla fine ne è uscita una bella camminata con un discreto sviluppo chilometrico (poco più di 14 km con un dislivello che non pesa)
  • 22/02/2005 Ho notato con piacere che il mio lavoro di anni nei boschi dell'Alta Val Torre non è andato perso. Vorrei segnalare anche gli altri innumerevoli percorsi simili a questo.
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • stavolo diroccato al bivio
    04/02/2016 stavolo diroccato al bivio
  • la bella pista che sale a Micottis
    04/02/2016 la bella pista che sale a Micottis
  • Lusevera dalla pista di salita
    04/02/2016 Lusevera dalla pista di salita
  • la fontana
    04/02/2016 la fontana
  • l'arrivo a Micottis
    04/02/2016 l'arrivo a Micottis
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
Webcam più vicine
  • Webcam Casera Canin
  • Webcam Prato di Resia
  • Webcam Trasaghis
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva