il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 72 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_8912
    Monte Sciara da sella Chiampon
    Prealpi Carniche
  • IMG_9037
    Monte Sciara da sella Chiampon
    Prealpi Carniche
  • IMG_9025
    Monte Sciara da sella Chiampon
    Prealpi Carniche
  • IMG_9019
    Monte Sciara da sella Chiampon
    Prealpi Carniche
  • IMG_8942
    Monte Sciara da sella Chiampon
    Prealpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNatura

Monte Sciara da sella Chiampon

Avvicinamento

Risalire interamente la rotabile della Val d'Arzino oltrepassando gli ultimi abitati. Al primo tornante dopo le gallerie imboccare a sinistra il bivio per Preone (è possibile giungere qui anche scendendo da sella Chianzutan). Percorrere la stretta stradicciola che conduce in breve al pianoro degli stavoli Piè della Valle presso sella Chiampon (m 768, parcheggio). Chi proviene dalla Carnia troverà più comodo raggiungere questo punto risalendo la val Preone.

Descrizione

Lasciato l'automezzo imboccare la pista forestale (segnavia CAI n.826) che si diparte verso ovest iniziando a salire ad ampi tornanti in un bel bosco di faggio frequentato dal capriolo. Lasciare a sinistra una prima deviazione e proseguire ancora in costante salita fino ad incontrare la pista che scende dal ricovero Plan Vidal (segnalazioni). Trascurata anche questa deviazione si continua nel bosco che va progressivamente diradandosi ed arricchendosi di conifere quali l'abete rosso ed il larice. Il percorso, che ha ormai assunto le caratteristiche di una ampia mulattiera, passa in prossimità dei ruderi di malga Vallon (m 1240) attraversandone il pianoro con un suggestivo rettilineo bordato da cespugli di salice.
Con una decisa ansa ed un paio di tornanti si guadagna il versante settentrionale del monte Teglara, rientrando nuovamente nel bosco. Raggiunta la dorsale est del monte la mulattiera inizia un lungo e piacevole traverso su terreno progressivamente più aperto che si conclude al ripiano di casera Teglara (m 1753). Sempre aperta ed ottimamente ristrutturata, la casera si trova in posizione panoramica al centro di una grande conca erbosa. Nei prati adiacenti resiste ancora nel tardo settembre qualche fioritura di genzianella delle Dolomiti e stella alpina.
Tralasciato a destra un bivio poco evidente per il monte Teglara e la malga Pezzeit, si prosegue oltre la casera raggiungendo un crocevia con vecchi cartelli in legno. A destra vi è la possibilità di risalire la conca erbosa in direzione della vetta del monte Valcalda oppure raggiungere la forcella di Teglara per poi calare in Val Tramontina. Noi invece proseguiamo tenendoci a sinistra lungo il sentiero CAI n.830 che si inoltra tra piccole doline e bassi dossi su terreno accidentato ed invaso da arbusti. Aiutati da alcuni provvidenziali paletti si raggiungono i ruderi di una casera dove le segnalazioni si perdono tra le erbe. Risalire a questo punto sulla destra verso il crinale senza percorso obbligato ma senza alcuna difficoltà, mirando ad un ben visibile crocefisso. Raggiunta la cresta la si segue verso sinistra facendo attenzione all'impressionante pendio del versante sud. Una evidente traccia, recentemente liberata dai mughi, conduce senza ulteriori difficoltà alla piccola cima del monte Sciara Grande (m 1686, splendido balcone sulla pianura).
Per la discesa verrà utilizzato il medesimo itinerario.

Variante ad anello lungo la cresta

Con partenza da casera Teglara è possibile compiere uno splendido anello lungo la cresta della Sciara. Dalla casera si prosegue per breve lungo il sentiero. Al bivio, invece di prendere il sentiero diretto per la Sciara, imboccare il CAI 826 per il monte Valcalda. Seguire con attenzione i segnavia Cai in quanto la traccia, visto la natura del terreno ricoperto da erbe alte specie nella stagione estiva, è spesso non ben visibile. Arrivati al punto in cui il sentiero scavalca una dorsale rocciosa per poi proseguire verso il Valcalda, lasciare il segnavia e seguire le tracce a sinistra che percorrono la dorsale verde che si protende verso sud. Con un leggero e continuo saliscendi si percorre per tracce o a vista tutta la dorsale che più avanti compie un'ansa verso est e raggiunge prima il crocifisso e poco dopo la cima della Sciara.
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Settembre
Carta Tabacco
013
Dislivello
900
Lunghezza Km
14,5
Altitudine min
768
Altitudine max
1686
Tempi
Dati aggiornati al
2011
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 09/05/2016 07/05/2016 Non era la "meta"prefissata per oggi...le prime avvisaglie già in mattinata;per Sella Chiampon (Val D'arzino) strada chiusa e la lunga deviazione per risalire da Preone. Sulla monotona pista dopo il pianoro dei ruderi della M.Vallon, molte slavine e cumuli di neve ma facilmente superabili fino alla Cas. Teglara...dal quadrivio dopo la Casera con il sent.826 nel vallone innevato con destinazione Mt. Valcalda, arrivando ben presto sulla panoramica dorsale e l' amara sorpresa dopo il superamento del primo canalone dal sent ostruito (neve/ghiaccio), e la saggia e sofferta decisione di rinunciare per la meta. in discesa percorriamo la lunga cresta verso la Sciara, compiendo a nostra insaputa pure l'anello (variante S/N ) fino alla dorsale su saliscendi innevati, guidati dalla visibile croce, e con l'ultima risalita alla cimetta della Sciara Grande (ometto) ...a vista,poi nella vallata ancora ben coperta di bianco il rientro verso Cas. Teglara....è stato bello ed emozionante lo stesso, il Sciara ci mancava !!! Mandi
  • 31/12/2015 Cima raggiunta oggi con la variante di salita per tracce alla Forchia Bassa e poi percorrendo tutta la cresta di Cuesta Spioleit (attenzione all'esposizione, alla traccia incerta su terreno non proprio agevole e ad un passaggio di qualche metro che richiede passo sicuro). La discesa a casera Teglarè più o meno “a occhio” e si chiude l'anello scendendo a Sella Chiampon dalla pista con segnavia Cai 826.
  • 16/12/2015 Percorso in data 13 dicembre. Il bosco di faggi maestosi è bellissimo anche se la salita un pò monotona. Escursione effettuata come da descrizione salvo la variante effettuata in senso inverso mirando alla vetta dello Sciara Grande agevolati dalla presenza di alcuni paletti. Ci si destreggia tra la poca neve e i mughi fino ad una forcelletta tra il Monte Sciara e Cuesta Spioleit per poi risalire a destra sulla piccola Cima dove il panorama premia a 360°. Discesa passando accanto al crocifisso, tra i mughi e il filo del bordo delle pareti meridionali. A tratti il passaggio è davvero sottile , quindi attenzione in caso di terreno ghiacciato o neve ...... Percorsa le cresta in senso inverso per poi ridiscendere a Casera Teglara e poi giù per la lunga strada forestale. Dall'uscita del bosco in poi grandi spazi da ammirare vicini e lontani.
  • 04/11/2015 Escursione effettuata il 31-10-2015. Bellissimo il bosco in veste autunnale. Nulla da aggiungere alla descrizione della scheda di SN. Non abbiamo effettuato la variante di cresta. Per la salita ci sono volute 3 ore compresa mezz'ora di sosta. Per il ritorno si possono tagliare alcuni tornanti nella parte finale della pista forestale. Tempo di discesa 2 ore con 10 minuti di soste
  • 06/09/2014 Escursione fatta il 06-09-14Il tratto di pista forestale che sale fino a casera Teglara pur essendo immersa in un bosco meraviglioso, a lungo andare annoia un po’. Molto bella invece la variante descritta nella relazione di SN. Nessun problema di percorso, i segnavia si vedono abbastanza bene, l’erba non è troppo alta, impossibile perdersi, il crocefisso e la casera Teglara sono dei punti di riferimento sempre visibili. Incontrato vipera soffiante in un passaggio obbligato nei pressi della vetta Sciara Grande.
  • 23/09/2013 Escursione svolta in compagnia oggi 22/09/13. Tempo ottimo, un attimino velato ma perfetta la temperatura per camminare. Rattristano i segnavia cai caduti e non mantenuti ad inizio sentiero. Sentiero graduale ma costante, non particolarmente difficile fino a casera Teglara. Purtroppo l'educazione di finti amanti della montagna costringe a vedere tutta la staccionata della stessa spaccata per essere usata come legna. Veramente rattristano certe cose... cmq.. dalla casera si prosegue a sinistra e sempre seguendo il sentiero 830 ci si inoltra verso il monte, dove anche qui purtroppo, il sentiero non è ben segnato, con i pali di segnalazione quasi tutti per terra e bisogna affidarsi al proprio senso dell'orientamento per giungere fino alla cima del monte, da dove pero' si puo' godere la vista di un panorama fantastico. Personalmente, da amante di foto in montagna, consiglio il percorso in una sera d'estate, verso il tramonto, con i riverberi e i colori del tramonto, il paesaggio ci guadagna moltissimo. NB: fare attenzione a qualche viperetta che si mimetizza ottimamente nel terreno!!
  • 31/12/2010 Escursione fatta il 29.12.2010. Da quota 1100 mt. ambiente innevato. A Casera Teglara 60-70 cm. di neve. Il manto era a tratti ghiacciato e con i ramponi siamo andati bene. Si doveva andare sul Valcalda, ma vista la situazione, abbiamo declinato sullo Sciara, senza rischi di fenomeni valaghivi. Dove c'erano accumuli si affondava sino al ginocchio. Panorama bellissimo sulle Giulie. Eccezzionale escursione invernale in ambiente innevato, veramente appagante. Pietro.
  • 11/09/2009 Percorso fatto 11/09/09, il sent.826 è tutta carrareccia monotona fino alla casera Teglara e poi si sale a occhio fino al crocefisso. Attenzione alla presenza di qualche vipera mimetizzata perfettamente con i bassi arbusti (credo rododendro irsuto). Per il resto tutto semplice. Loredana
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • Al quadrivio dopo la Cas. Teglara
    09/05/2016 Al quadrivio dopo la Cas. Teglara
  • Panoramica della Sciara
    09/05/2016 Panoramica della Sciara
  • Casera Teglara dal sent.826
    09/05/2016 Casera Teglara dal sent.826
  • Monte Teglara e Valcalda da Cuesta Spioleit
    30/12/2015 Monte Teglara e Valcalda da Cuesta Spioleit
  • in vetta
    30/12/2015 in vetta
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
Webcam più vicine
  • Webcam Tramonti di Sopra
  • Webcam Ovaro
  • Webcam Tolmezzo
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva