il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 276 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • IMG_5376
    Anello del rifugio Fabiani da Casera Ramaz
    Alpi Carniche
  • IMG_5349
    Anello del rifugio Fabiani da Casera Ramaz
    Alpi Carniche
  • IMG_9882
    Anello del rifugio Fabiani da Casera Ramaz
    Alpi Carniche
  • IMG_5412
    Anello del rifugio Fabiani da Casera Ramaz
    Alpi Carniche
  • IMG_5382
    Anello del rifugio Fabiani da Casera Ramaz
    Alpi Carniche
SentieriNaturaAggiungi ai preferiti - Richiede LogIN
I percorsi di SentieriNaturaU20

Anello del rifugio Fabiani da Casera Ramaz

Avvicinamento

Da Paularo risalire la lunga rotabile che conduce al passo del Cason di Lanza (informarsi sulla percorribilità). Superato il locale da Nelut la strada scende verso il ponte sul Chiarsò oltre il quale riprende quota a svolte. Poco prima di casera Ramaz. si individua sulla sinistra l’inizio della pista forestale di casera Lodin dove si può parcheggiare (m 1060, evidenti segnalazioni per il rifugio Fabiani, spazio limitato).

Descrizione

Imboccata la pista ci si innalza per poco entrando nell’ampio vallone del rio Cercevesa. Lasciato a destra un primo bivio segnalato, si prosegue lungo la strada che più avanti asseconda un piccolo impluvio con cascatella. In breve si giunge ad un crocevia dove la segnaletica CAI è in corso di aggiornamento (2008) a causa della apertura di una pista di servizio a casera Lodin Alta. Tralasciamo per il momento la strada, che potrà essere usata eventualmente al ritorno, per proseguire diritti lungo il segnavia CAI n.407 che si trasforma presto in semplice sentiero, oltrepassa un aereo impluvio e scende poi moderatamente per andare ad intersecare altri piccoli greti tributari del rio Cercevesa. Si inizia ora a traversare una abetaia diradata fino ad incontrare i resti poco visibili della casera Lodinut Bassa (m 1124). Qui sulla destra è stato segnalato e reso di nuovo percorribile il sentiero diretto per casera Lodin (cartelli CAI, segnavia 454a per il rifugio Fabiani). Lo si imbocca iniziando a salire a svolte nel bosco sul fianco di un impluvio. Con percorso piacevole ci si innalza lungo questa antica via di comunicazione i cui muretti di contenimento ancora si ravvisano ai lati del tracciato. Il sentiero esce infine sul limite inferiore di una zona prativa e raggiunge il ripiano di Casera Lodin (m 1443), dove arriva anche la strada forestale.
Dalla casera si prosegue ancora per pochi metri lungo la pista poi un cartello ci segnala a sinistra la deviazione per il rifugio Fabiani. Lasciata definitivamente la strada, con andamento pressoché lineare si attraversa un ponticello in legno uscendo poi su una bellissima radura inclinata. Un cartello segnala a destra il bivio con il sentiero CAI n.448 per casera Lodin Alta ma noi proseguiamo diritti verso la base del pascolo della ex casera Pecol di Chiaula Alta, oggi trasformata nel rifugio Fabiani. Non resta che percorrere gli ultimi metri tra le romici per arrivare al recinto del rifugio (m 1539). Poco a valle, un vasto prato acquitrinoso ospita interessanti esempi di flora igrofila come la calta palustre dalla intensa colorazione gialla. Nelle modeste pozze che si formano è possibile osservare anche il tritone alpino.
Chi lo desidera può estendere l'escursione fino al passo Pecol di Chiaula dove si apre un panorama molto più vasto. Dal valico ci si può dilungare lungo la cresta di confine verso lo Zollnersee in un ambiente di particolare valenza naturalistica e storica sia per le straordinarie fioriture alpestri che per i resti di fortificazioni della Grande Guerra.
Il rientro si svolge lungo il medesimo itinerario dell'andata ma vi è anche una seconda opportunità ad anello, riservata però ad escursionisti esperti (vedi variante). Nel primo caso, da Casera Lodin si può scendere direttamente lungo la pista di servizio che traversa, in diagonale nel bosco di faggio e abete rosso, ricalcando il tracciato dell'originario sentiero CAI (segnavia n.454) che più in basso riappare a tratti per abbreviare qualche tornante.

Variante per la Creta Rossa e il vallone del rio Cercevesa (EE)

Il sentiero CAI n.407a, attualmente dismesso, collega il rifugio Fabiani con la casera Pecol di Chiaula bassa posta nella parte alta del vallone del rio Cercevesa. Il percorso è stato interessato da alcune frane nel tratto compreso tra il rifugio ed il costone della Creta Rossa ed è scarsamente frequentato ma con la dovuta attenzione è possibile percorrerlo allungando sensibilmente l'escursione ma realizzando così un itinerario ad anello (informarsi comunque presso il gestore). Dal rifugio si scende ad intersecare un piccolo rio oltre il quale si riprende a salire in diagonale lungo una mulattiera che dopo poco presenta un punto completamente franato (attenzione). Ben presto si giunge al costone della Creta Rossa dove sono in atto frane e smottamenti che vanno aggirati in alto. Qui lo sguardo, finalmente libero da vegetazione, può spaziare sul panorama circostante. Seguendo il tracciato di guerra (vecchia teleferica) si inizia a scendere verso il fondovalle incontrando altre frane che hanno cancellato alcuni tornanti. Superato questo punto non vi sono ulteriori difficoltà ed il sentiero inizia a perdere quota comodamente in diagonale nel bosco. Dopo alcune svolte e l'incontro con un paio di impluvi ci si infila nella abetaia, dove la direzione è ora poco evidente, fino ad uscire nei pressi della casera Pecol di Chiaula bassa (m 1337), risistemata ma chiusa. Da qui ci si innesta a sinistra sul ritrovato segnavia CAI n.407 che scende piacevolmente sulla sinistra orografica del rio Cercevesa. Dopo una grande stalla con il tetto rosso, il sentiero interseca alcuni impluvi l'ultimo dei quali, particolarmente incassato, viene superato con l'ausilio di un ponticello. Questo nell'estate del 2008 risultava compromesso da schianti rendendo necessaria la discesa sul greto. Pochi metri dopo si è al bivio con il segnavia CAI 454a di cui si è già detto. Non rimane che ripercorrere a ritroso quanto fatto all'andata fino a ricongiungersi con la pista forestale.

Questa descrizione e la relativa scheda di approfondimento sono disponibili nel volume I Sentieri dell'Uomo
Sentieri CAI
Escursione
Mese consigliato
Maggio
Carta Tabacco
09
Dislivello
600
Lunghezza Km
9,2
Altitudine min
1060
Altitudine max
1539
Tempi
Dati aggiornati al
2012
I vostri commentiVisualizza tutti i commenti
  • 06/07/2016 Salito oggi seguendo il sent.dei Celti (457) e poi il 448. Sentieri segnati ma con qualche difficoltà causa erbe alte all'uscita dal bosco dopo cas.Ramaz alta. Rientrato con il sent. 454 senza alcun problema.Rifugio Fabiani chiuso, come ho postato nella sua pagina di questo sito.Buona vita a tutti
  • 18/05/2014 In data 17/05 la strada risulta molto dissestata ma casera ramaz è raggiungibile da Paularo. In compenso la mulattiera che sale al rifugio bloccata a circa 300m dalla partenza da una slavina abbastanza importante. Anche il sentiero cai 457(sentiero dei celti) è interrotto (dalla stessa slavina).Saluti
  • 07/10/2011 sent 406a da casera cervesa a pecol di chiaula bassa interrotto. resto tutto ben tenuto
  • 28/06/2011 Per salire al rifugio, prendere la strada a sx prima di casera ramaz, come indicato nel percorso. Inizialmente si troveranno segnalazioni dei sent.407 e 454. Per non sbagliare, seguire SEMPRE la strada anche laddove una tabella ci induce a presendere un sentiero a sx. Questo porta al sent.454 che però ben presto sparisce a causa di vegetazione alta e movimenti franosi. Tra l'altro lo stesso sent. 454 ci porta poco più in alto a riprendere la nuova strada che hanno fatto per Lodin alta. Quindi, seguendo SEMPRE la strada si troveranno le segnalazioni chiare per il rifugio, fino a quota 1490 circa ove un'altro cartello ci farà abbandonare la strada per andare direttamente al Rif. Fabiani- Oggi il rifugio era chiuso. Da informazioni prese sul posto, mi è stato detto che aprirà a breve con nuova gestione. Arrivato al Fabiani, salite a Pecol di chiaula e andate a vendere il zollner see (lago). Tutta la zona è meravigliosa. Buona vita a tutti.
  • 08/07/2008 Sentiero CAI: 407a. Dal rifugio Fabiani a casera Pecol di Chiaula Bassa. La mulattiera è franata poco dopo il rifugio. Inoltre sullo spallone a quota 1600 sono in atto frane e smottamenti che creano pericolose voragini. Si passa ugualmente con qualche attenzione.. ivo@sentierinatura.it
  • 08/07/2008 Sentiero CAI: 407. Dal casera ramaz a casera Pecol di Chiaula Bassa. Il ponticello poco dopo i ruderi di casera Lodinut Bassa è crollato a causa di schianti. Si passa ugualmente con qualche attenzione, scendendo sulla sinistra.. ivo@sentierinatura.it
  • 27/09/2007 Sentiero CAI: 175. Dalla casera Chiaula bassa verso la casera Collina grande. 200 metri sotto la casera chiaula il sentiero non è più segnato e dopo alcune altre centinaia di metri il sentiero si perde. Si vede che non è percorso più da molto tempo.. Dai laghi Zoufplan fino a sotto la casera Chiaula bassa il sentiero, anche se in molti tratti è solo una traccia, è segnato abbondantemente e quasi nuovo poi evidentemente il colore è finito o è finita la voglia di segnarlo.. lapeste38@alice.it
  • 03/09/2006 Sentiero CAI: 454. Da casera Ramaz al rif. Fabiani. Stanno disboscando e il sentiero è completamente coperto da alberi. carlo.zampa2006@libero.it
  • 04/03/2006 Il percorso da Chiaula Bassa è da considerarsi pericoloso per i movimenti franosi in atto.Il sentiero in alcuni punti è scomparso, lasciando crepe insidiose.Ho segnalato tutto ciò al Comune di Paularo
  • 20/08/2004 Sentiero CAI: 454a C.ra Pecol Chiaula Alta. Il sentiero che collega Pecol di Chiaula Alta (Rif. Fabiani - Paularo) alla C.ra P. Chiaula Bassa è inagibilie. Fitta vegetazione - biglietto informativo al Rif. Fabiani. Rifugio Fabiani CHIUSO. scloppe@hotmail.com
  • Invia un commento
Le vostre fotoVisualizza tutte le fotoi
  • Rifugio Fabiani. . . mauri_maf@yahoo.it
    24/12/2010 Rifugio Fabiani. . . mauri_maf@yahoo.it
  • Monte Lodin dal rif. Fabiani. M.te Lodin dal rif. Fabiani. E ...
    25/12/2007 Monte Lodin dal rif. Fabiani. M.te Lodin dal rif. Fabiani. E ...
  • Monte Lodin. Panoramica del m.te Lodin dal rif. Fabiani. Est ...
    25/12/2007 Monte Lodin. Panoramica del m.te Lodin dal rif. Fabiani. Est ...
  • Invia una foto
I vostri tracciatiVai al forum GPS
Le vostre escursioniVai alla mappa localizzazioni
Mappa Scarica il tracciato kml Scarica il tracciato gpx Visualizza mappa dettagliata - Apertura su nuova finestra
Profilo altimetrico
Altre escursioni in zona
Webcam più vicine
  • Webcam Ligosullo
  • Webcam Paularo Zermula
  • Webcam Zoufplan
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva