MontagnaSentieriNatura
Record trovati: 10
  • E - Escursionisti
    Da Tolmezzo si risale completamente la valle del But lungo la strada statale 52b fin oltre l'ultima frazione di Timau. Continuando quindi verso il passo di Monte Croce Carnico, superato il Bar ai Laghetti, individuare la pista sterrata che si stacca a…
  • EE - Escursionisti Esperti
    Risalendo da Tolmezzo la valle del But lungo la strada statale 52b, circa sei km dopo Paluzza si giunge alla frazione di Timau, punto di partenza della escursione. La posizione migliore per lasciare l'auto è data dall'ampio spiazzo presso la chiesa dove…
  • EE - Escursionisti Esperti
    Risalendo da Tolmezzo la valle del But, circa tre km dopo Paluzza, si giunge alla frazione di Laipacco dove si imbocca a destra (indicazioni) la recente strada sterrata per casera Pramosio. Dopo una lunga serie di tornanti nel bosco si perviene alla gra…
  • La verde conca del lago di Avostanis è raggiungibile per comoda carrareccia da casera Pramosio bassa.
  • La casera Palgrande di sopra può essere raggiunta da Timau attraverso il sentiero CAI n. 402. Ben mantenuta, comprende oltre all'edificio principale (caminetto, tavolo e panche) anche un ricovero esterno con letti e materassini.
  • La casera Palgrande di sotto si trova lungo il percorso della traversata carnica e può essere raggiunta da diversi sentieri che si dipartono dalla strada per il Passo di Monte Croce Carnico.
  • La casera Pramosio alta domina la splendida conca del lago di Avostanis. E' raggiungibile dalla casera Pramosio bassa per carrareccia. Risulta composta dall’edificio principale e dalla stalla. All’interno sono presenti un caminetto e un tavolo con due pan…
  • La casera Pramosio bassa, recentemente trasformata in agriturismo, è raggiungibile in auto per carrareccia oppure lungo la interessante mulattiera storica che ha origine a Laipacco. Una seconda opportunità è data dal segnavia CAI n.402 da Timau.
  • La Creta di Timau è raggiungibile attraverso una mulattiera (segnavia CAI n.402) che sale lungo la erbosa cresta est del monte. Pochi metri sotto la cima, cavi fissi garantiscono la salita in sicurezza rispetto alla breve alternativa per cresta.
  • Sopra il punto dove sgorga la sorgente del Fontanone di Timau, alla base del Gamspitz, si aprono numerose grotte. Una di queste, utilizzata in passato per scopi bellici, è facilmente raggiungibile dal segnavia CAI n. 402.
Ricerche
Ricerche speciali
Mappe
Scegli un tema
Ultime escursioniIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva